a-bellinzona-l-opposizione-punta-a-un-seggio-in-municipio
La squadra per il Municipio (Ti-Press/Bianchi)
+4
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
7 ore

L’economia dei lavoretti da noi è ‘poco diffusa’

Lo rileva il Consiglio di Stato rispondendo a un’interrogazione di Sirica (Ps) in seguito al ‘caso Divoora’. Attesi approfondimenti a livello nazionale
Locarnese
7 ore

JazzAscona 2022, organizzatori molto soddisfatti

Sotto il segno del gemellaggio con New Orleans la maratona musicale ticinese, giunta alla 38esima edizione, ha registrato un ottimo successo
Locarnese
8 ore

Salvataggio Sub Gambarogno, dati due nuovi brevetti

 Mattia Ferrari e Roberto Plebani hanno ottenuto il brevetto per i salvataggi nelle acque libere
Locarnese
8 ore

Mortale di Broglio, ‘Daniele amava la valle e la sua libertà’ 

Il 20enne è deceduto nell’incidente stradale avvenuto stanotte. Nato al ‘piano’ ma col cuore fra le montagne. Il ricordo di parenti e amici.  
Gallery
Mendrisiotto
8 ore

Cavea Festival ad Arzo, grande musica e buoni numeri

Organizzatori soddisfatti. Alla manifestazione alle cave tutto è filato liscio anche sul fronte della sostenibilità e della sicurezza
Luganese
10 ore

Lugano, Harley Days di successo con... fuochi inattesi

Folta partecipazione all’evento che si chiude oggi. Ma a far discutere sono i fuochi d’artificio non annunciati di sabato sera. Badaracco: ‘Malinteso’.
Gallery
Luganese
10 ore

Ukraine Recovery Conference, Shmyhal atterrato ad Agno

Il Primo ministro, che guiderà la delegazione ucraina è arrivato in città. Accolto dal presidente Cassis e dal sindaco Foletti
Mendrisiotto
11 ore

Morta sull’A2, gli amici del ritrovo: ‘Una bellissima persona’

Nella regione ha lasciato increduli la morte della 36enne travolta nella notte a Rancate. La giovane donna era mamma di due bambine
Luganese
12 ore

Risparmio energetico, i Verdi: ‘Lugano faccia la sua parte’

Un’interrogazione ecologista chiede al Municipio di adeguarsi alle raccomandazioni dell’Agenzia internazionel dell’energia
Bellinzonese
12 ore

Diaporama di Giuseppe Brenna sugli alpi di Leventina

L’alpinista giovedì 7 luglio presso il Dazio Grande presenterà in conferenza la sua ultima fatica editoriale
Ticino
12 ore

Mafie in Ticino, ‘il pool cantonale non serve’

Risposta del Consiglio di Stato alla mozione di Quadranti (Plr). Il deputato insoddisfatto replica: ‘Porterò il dossier nella commissione competente’
Luganese
14 ore

A Lugano, delegazione italiana guidata da Della Vedova

All’Ukraine Recovery Conference in riva al Ceresio (domani e martedì), per la Penisola ci sarà il sottosegretario
Mendrisiotto
15 ore

La Sat di Mendrisio sale sulla cima del Pecian

Il programma prevede un’escursione panoramica in Valle Leventina per il 16 luglio prossimo
Gallery
Mendrisiotto
19 ore

Cade dalla moto e viene travolta dall’auto che segue

Incidente con esito mortale nella notte sull’A2 all’altezza di Rancate. Autostrada temporaneamente chiusa per i rilievi del caso
Gallery
Locarnese
19 ore

Si schianta contro un palo di cemento. Muore un ventenne

Grave incidente della circolazione nella notte a Broglio, dove perde la vita un giovane. Lievi ferite per altri due passeggeri
Bellinzonese
1 gior

Malore in auto, code fino a 10 km in Leventina

Pomeriggio di passione sull’autostrada A2 in direzione nord a causa di una persona incolonnata all’altezza di Ambrì che si è sentita male
Gallery
Bellinzonese
1 gior

Auto contro moto sulla cantonale a Iragna, un ferito

L’incidente è accaduto attorno alle 14.30. Chiuso per circa un’ora il tratto stradale teatro del sinistro
Ticino
1 gior

Auto in panne, galleria del San Gottardo chiusa (direzione nord)

Mentre al portale urano già dal mattino si registravano code chilometriche, anche a quello di Airolo sono da prevedere disagi
Locarnese
1 gior

La Centovallina torna a circolare in Italia

Interrotto ieri a causa dei disagi provocati dalle abbondanti precipitazioni, il servizio internazionale è ripreso stamane
21.12.2020 - 15:01
Aggiornamento: 18:27

A Bellinzona l'opposizione punta a un seggio in Municipio

Chiapuzzi, Giorla, Noi, Petralli, Pronzini, Robertini e Soldini: questi i nomi della lista congiunta di Verdi, Mps, Forum Alternativo e Partito operaio popolare

Verdi, Movimento per il socialismo (Mps), Forum Alternativo (Fa) e Partito operaio popolare (Pop) scoprono le carte in vista delle elezioni comunali del prossimo 18 aprile. Elisa Chiapuzzi di Gnosca (I Verdi), Lorenza Giorla di Giubiasco (Fa), Marco Noi di Bellinzona (I Verdi), Giulia Petralli di Camorino (I Verdi), Matteo Pronzini di Bellinzona (Mps), Alessandro Robertini di Sementina (FA) e Monica Soldini di Camorino (Mps) sono i nomi che compongono la lista unitaria che punta ad ottenere un seggio all'interno del Municipio di Bellinzona.

'Unica vera alternativa a una politica municipale incapace di gestire la cosa pubblica'

Una squadra d'opposizione, è stato sottolineato questa mattina in occasione della presentazione dei candidati, che intende creare «l'unica alternativa» a una politica municipale giudicata «incapace di gestire la cosa pubblica in maniera ponderata e sostenibile». Chiaro il messaggio lanciato dai candidati: entrare nell'Esecutivo per «dare un taglio più realista alla politica comunale, che metta in relazione ciò che si può fare con le risorse a disposizione», ha esordito l'attuale consigliere comunale per i Verdi, nonché granconsigliere Marco Noi, auspicando una visione politica maggiormente orientata agli aspetti sociali ed ecologici. «In questi quattro anni – ha proseguito Noi – sono state fatte tante promesse, con alla base idee anche buone nel suo insieme. Il Municipio ha però peccato nella loro realizzazione. E le forze qui riunite (si tratta della prima volta che Verdi, Mps, Fa e Pop si uniscono in una sola lista a Bellinzona, ndr) sono quelle che dentro e fuori i gremi istituzionali hanno denunciato questa mancanza di realizzazione di propositi». Dai “grandi proclami della campagna aggregativa – recita la nota ufficiale della coalizione – dove si lasciava intendere che tutto era possibile e tutto sarebbe andato bene (maggiore potenziale d'investimento, maggiore potere contrattuale) si è piombati alla dura realtà”. Una realtà in cui, secondo i partiti rappresentati nella lista congiunta (il Pop avrà degli esponenti solo nella corsa al Consiglio comunale), a farne le spese sono popolazione e dipendenti comunali, “che si trovano ora a pagare il prezzo dell'imperizia municipale attraverso costi supplementari, peggioramenti nelle condizioni lavorative e pensionistiche, disservizi, erosione della resa dei piccoli immobili da reddito, deturpamento della qualità del territorio e degli ecosistemi sovraccaricati eccessivamente, progetti già vecchi comuni lasciati ora nei cassetti”. Per partiti e movimenti all'opposizione, dunque, “non certo il ritratto del tanto auspicato miglioramento della qualità di vita”. Altre bordate sul conto dell'Esecutivo sono fioccate in merito alla sua capacità d'autocritica: “non mostra di saper riconoscere i proprio errori e le proprie inadeguatezze, occultando intenzionalmente le proprie responsabilità di gremio collegiale e scaricandole a valle sulle singole persone o sull'amministrazione comunale”. 

Ambiente, socialità ed economia

Uno per uno, i candidati hanno esposto i punti cruciali della visione dell'unione tra Verdi, Mps, Fa e Pop. Che, riassumendo, si traducono in una maggiore attenzione verso singoli quartieri (ognuno deve avere pari opportunità per rispondere ai propri bisogni); mobilità dolce (ridurre il traffico motorizzato a beneficio di piste ciclabili e zone pedonali); trasporto pubblico (da rendere gratuito), cultura (diffusa e che possa alimentare profondità di pensiero e progettualità sostenibili); formazione (ridurre il numero di allievi per classe); pianificazione edilizia (criticato il progetto relativo al futuro comparto delle Officine giudicato non lungimirante e non attento ai bisogni dei cittadini); settore primario; parità di genere e giovani. Tre in sostanza i grandi temi sui quali si intende concentrarsi. A cominciare da ambiente, territorio e clima. “La pianificazione non può essere subordinata ad una cieca crescita demografica per avere più indotto fiscale o per saziare appetiti speculatori, ma deve essere orientata alla valorizzazione e risanamento del tessuto urbanistico preesistente e a quei necessari adattamenti affinché vi sia un sano dialogo tra i vari quartieri, una sana relazione con l’ambiente e gli ecosistemi che ci garantiscono la sopravvivenza (biodiversità, agricoltura, adattamenti ai cambiamenti climatici) e una mobilità sostenibile”. Altro grande tema riguarda socialità, cultura e formazione: “Anziani, donne, giovani e bambini devono ritornare al centro delle nostre attenzioni e non semplicemente collocati laddove non disturbano. Sosteniamo una politica dell’alloggio intergenerazionale su tutto il territorio comunale e una politica di cura e accoglienza che parta dalla necessità di soddisfare i bisogni presenti sul territorio”. Secondo Verdi, Mps, Fa e Pop, questo può avvenire “solo mettendo a disposizione strutture e risorse finanziare e coinvolgendo personale e utenti nel decidere democraticamente gli obiettivi lavorativi e formativi da raggiungere. Combattiamo le discriminazioni di genere, di cultura e di etnia, coltivando uno spirito di solidarietà e non di sfruttamento economico”. Da ultimo, la lista auspica una politica economica che metta “al centro la necessità di difendere gli interessi di coloro che vivono del proprio lavoro. In prima fila i salariati del settore pubblico e di quello privato, che rappresentano la stragrande maggioranza della popolazione; ma anche quei piccoli artigiani, commercianti, indipendenti che partecipano in prima persona alle attività delle loro imprese”. 

'L'entrata in Municipio non avrebbe conseguenze sulla politica d'opposizione'

Chiari gli obiettivi della volata verso il 18 aprile 2021: puntare a un seggio in Municipio e aumentare il numero di rappresentanti in Consiglio comunale (attualmente ci sono due Verdi e due membri dell'Mps). «Vogliamo fare ciò che tanti cittadini si aspettavano nelle ultime due legislature – ha affermato Alessandro Robertini –. Con l'elezione di un sindaco socialista, gli obiettivi realizzabili sembravano molti. Ma la politica municipale è invece rimasta esattamente sulle stesse posizioni, se non addirittura orientata un po' più a destra. Vogliamo dunque creare una sinistra che si possa effettivamente porre a sinistra». Quanto all'eventuale elezioni di un candidato in Municipio, Matteo Pronzini è convinto che non per forza si perderebbe l'impronta d'opposizione. «Se dovessimo ottenere un seggio, continueremo a portare avanti in maniera coerente le nostre idee». «In effetti la collegialità tende a nascondere le singole opinioni – ha dal canto suo sottolineato Marco Noi –. Il nostro obiettivo sarebbe però quello di non perdere il senso d'opposizione e fare emergere aspetti sui quali non tutti sono d'accordo». 

 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bellinzona forum lista mps municipio pop verdi
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved