e-dura-essere-direttore-di-una-casa-anziani-ora
A gennaio passaggio di testimone, il direttore Silvano Barelli andrà in pensione. Al suo posto subentrerà Samuele Enderli
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
3 min

Il Plr di Lumino in assemblea

La seduta si terrà giovedì 27 gennaio alle 20 nella palestra comunale. Obbligatori certificato Covid 2G e mascherina.
Bellinzonese
13 min

Pistole, coltelli e minacce da gangster

La Corte delle Assise criminali di Bellinzona ha condannato a quasi tre anni un 32enne per estorsione aggravata, truffa e infrazione alla legge sulle armi
Bellinzonese
22 min

Auto in fiamme a Camorino, nessun ferito ma disagi al traffico

È accaduto intorno alle 14 su via Tirada. Il conducente e la passeggera, vedendo del fumo uscire dal vano motore, hanno abbandonato il veicolo in tempo
Mendrisiotto
32 min

Morbio Inferiore festeggia un nuovo centenario

Nino Albisetti, assieme ai due figli, ha accolto nella sua casa la sindaca Claudia Casanova per un brindisi e alcune curiosità sul paese
Ticino
32 min

Aperte le iscrizioni alla scuola per cure infermieristiche

Il termine per inoltrare la richiesta di ammissione è fissato per il 28 febbraio. Organizzati alcuni incontri informativi
Locarnese
45 min

Orari Fart, anche l’Astuti chiede il ritorno alla carta

Locarnese, stando all’associazione utenti dei trasporti pubblici sarebbe stata opportuna una transizione a tappe
Luganese
59 min

Caslano, ristrutturato l’ufficio postale

Creati nuovi spazi funzionali a riunire le prestazioni fisiche e quelle digitali rivolte alla consulenza e all’accompagnamento della clientela
Gallery
Bellinzonese
2 ore

Faido, riuscita la festa sportiva sul ghiaccio

Un successo la prima edizione del quadrangolare di hockey amatoriale voluto per animare un cartellone invernale orfano di carnevali e (per ora) di neve
Ticino
4 ore

Telefonate dai falsi poliziotti: una vittima nel Mendrisiotto

La Polizia cantonale riporta numerose segnalazioni di tentate truffe telefoniche volte a estorcere o sottrarre con l’inganno grosse somme alle vittime
Locarnese
4 ore

L’ambasciatrice di Polonia in visita a Losone

Le autorità comunali hanno accolto Iwona Kozłowska, per discutere delle celebrazioni degli 80 anni dalla costruzione della Strada dei polacchi
Locarnese
4 ore

Il semaforo del CO2: col rosso ‘scatta’ la ventilazione

In tutte le aule delle scuole comunali di Locarno posati i sensori che registrano il tenore dell’anidride carbonica
Locarnese
5 ore

Premio Dalcol 2021 all’associazione ‘Nella Casa del Padre mio’

L’associazione opera a favore della gioventù bisognosa in Ghana. A ritirare il riconoscimento è stato il medico dentista Luca Cheda con la moglie Adelia
26.12.2020 - 09:000

'È dura essere direttore di una casa anziani ora'

Il bilancio della carriera (e di un ultimo anno difficile) del direttore della Residenza Visagno di Claro, Silvano Barelli presto in pensione

La Residenza Visagno di Claro dal primo di gennaio avrà un nuovo direttore. La Delegazione consortile della casa anziani ha nominato il successore di Silvano Barelli, si tratta di Samuele Enderli. Domiciliato ad Ascona, classe 1975, Enderli è laureato in scienze sociali; per quindici anni ha ricoperto la funzione di assistente sociale e di tutore ufficiale per l’Autorità regionale di protezione (Arp) di Losone, è stato membro e presidente del consiglio di fondazione della casa di riposo Montesano di Orselina e ha assunto per tre mesi la direzione della Casa Cinque Fonti di San Nazzaro. Nelle prime fasi della sua conduzione sarà accompagnato da Silvano Barelli, che andrà in pensione a fine gennaio. 

Un (ultimo) anno difficile

Dopo 24 anni, Barelli conclude il suo impegno alla testa della struttura, di cui è stato il primo e finora unico direttore. L’ultimo capitolo di questa bella storia, iniziata nel 1997, è quello più triste a causa dell’entrata in scena del Covid-19. «Durante la mia carriera professionale ho avuto grandi soddisfazioni, per me è stata un’esperienza favolosa. Avrei immaginato un finale diverso, ma purtroppo quello che sta per terminare è stato un anno molto difficile», afferma Barelli. La pandemia che ha colpito molte case anziani ticinesi non ha risparmiato quella di Claro. Le direttive del medico cantonale sono sempre state applicate, ma nonostante ciò anche diversi collaboratori hanno contratto il virus; nel frattempo sono comunque tutti guariti e forniscono quotidianamente il loro contributo alla buona gestione dell'ottantina di ospiti.  

Nessun contagio nella seconda ondata

«Fortunatamente in questa seconda ondata non abbiamo ancora avuto casi positivi al Covid», rileva il direttore. Chiediamo se sia il risultato di modifiche apportate alle misure di controllo e di protezione adottate dal personale. Il direttore risponde che a seguito dell’esperienza maturata in primavera, il personale è oggi meglio preparato e pronto ad affrontare il virus. «Inoltre possiamo contare su un direttore sanitario molto presente, la dottoressa Catherine Goehring, che ci può seguire e consigliare in caso di bisogno». Va anche sottolineato che per poter garantire una buona prevenzione, ogni settimana vengono effettuati molti tamponi, specie in presenza del minimo dubbio. Massima attenzione è riservata al personale: in caso di dubbio non deve presentarsi al lavoro e deve sottoporsi al test.

Silvano Barelli evidenzia inoltre di aver sempre posto in cima alle priorità, con l'aiuto dei collaboratori, la qualità di vita dei residenti. A tal proposito sono state organizzate numerose attività interne ed esterne alla struttura. Preziose occasioni di socializzazione che in questo periodo a causa del Covid, sono parzialmente sospese. Ciò che pesa parecchio sull'umore degli utenti, non da ultimo perché la struttura è sempre stata molto aperta al pubblico. Infatti il bar gioca un importante ruolo aggregativo e in tempi normali si riempie giornalmente di famigliari e residenti, in un'atmosfera serena e distesa. In attesa di tempi migliori, oggi le visite dei famigliari sono contingentate e si svolgono nelle camere o in spazi appositamente adibiti, con le dovute distanze e precauzioni. Accorgimenti essenziali che incidono sulla vicinanza di cui gli anziani necessitano.

Una realtà in crescita

Silvano Barelli ha assunto la carica di direttore a 40 anni, quando la Residenza Visagno era ancora in costruzione. Dal 1997 la struttura, realizzata dagli allora Comuni di Claro, Lodrino, Iragna, Osogna e Cresciano, è cresciuta. Dieci anni fa è stata sottoposta a un ampliamento che da 48 posti letto l'ha portata a 80. Attualmente i Comuni di provenienza dei residenti sono Riviera, Arbedo-Castione e il quartiere di Claro della Città di Bellinzona. Durante quasi un quarto di secolo il direttore ha apprezzato la buona collaborazione con la Delegazione consortile, presieduta da Marisio Gallera, che gli ha sempre dato piena fiducia e autonomia nel ruolo di direttore.

Un nuovo inizio

Con l'arrivo del 2021, a 63 anni Silvano Barelli passerà al beneficio della pensione. Ma non si annoierà di certo, assicura, avendo più tempo per dedicarsi alle sue passioni: la montagna, l’acquerello e tre bei nipotini.   

 

Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved