COL Avalanche
1
BOS Bruins
3
2. tempo
(1-0 : 0-3)
lega-e-udc-a-bellinzona-tirano-il-freno-a-plr-e-ps
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
5 ore

Sì al congedo ai dipendenti pubblici per famigliari malati

Il Gran Consiglio approva le 14 settimane pagate per chi ha un figlio o un partner con gravi problemi di salute. Sì anche all’appello per India
Ticino
6 ore

Pierfranco Longo: ‘Tantissima delusione’

No superamento livelli, il presidente della Conferenza genitori: sconfortante che le istituzioni non siano riuscite a trovare un compromesso minimo
Ticino
7 ore

Superamento dei livelli, bocciata la sperimentazione

Con 42 contrari (Plr, Lega, Udc, Mps) e 40 favorevoli (Ppd, Ps, Verdi, Pc, Più donne) cala il sipario sulla proposta di Bertoli: ‘Deluso per la scuola’
Mendrisiotto
7 ore

Droni e galline fra i vigneti. Viticoltori ecosostenibili

Tanti esempi nel Mendrisiotto. Andrea Conconi, direttore di Interprofessione della vite e del vino ticinese: ’Progressi nella produzione biologica’
Bellinzonese
7 ore

Sì ai 2,72 milioni per il Parco del Piano di Magadino

Il Gran Consiglio in notturna approva i due crediti a favore degli investimenti e per la gestione nel periodo 2021-2024
Ticino
8 ore

Sul decreto taglia spese si voterà il 15 maggio

Il Consiglio di Stato ha fissato la data della votazione popolare
Luganese
9 ore

Campione d’Italia? ‘Non sarà più casinò-centrico’

Dopo tre anni e mezzo, oggi la casa da gioco ha riaperto. E adesso? ‘Bisogna continuare a rimboccarsi le maniche’: intervista al sindaco Roberto Canesi.
Ticino
9 ore

Ecco perché il Tf non ha annullato la legge negozi

I giudici: cancellarla unicamente a causa delle (discutibili) modalità con cui è entrata in vigore sarebbe eccessivo e non appare quindi opportuno
02.12.2020 - 19:210

Lega e Udc a Bellinzona tirano il freno a Plr e Ps

'Vogliono accelerare lo stanziamento in Cc dei crediti suppletori sui sorpassi di spesa in assenza dei dovuti approfondimenti'

a cura de laRegione

Altolà del gruppo Lega/Udc in Consiglio comunale a Bellinzona ai gruppi Plr e Ps. Tema di contesa, i sorpassi di spesa per 5 milioni nei cantieri di Stadio cittadino, Policentro della Morobbia e Oratorio di Giubiasco. Sorpassi che nei primi due casi il Municipio propone di sanare con crediti suppletori chiesti al Legislativo per rispettivamente 1,6 e 1,25 milioni (più in là si procederà col terzo oggetto). In un comunicato stampa il gruppo Lega/Udc lamenta una certa pressione esercitata dalle due formazioni politiche affinché le commissioni incaricate di approfondire i messaggi (Gestione ed Edilizia, la prima presieduta dalla leghista Lelia Guscio, la seconda dal democentrista Tuto Rossi) firmino i rispettivi rapporti all’indirizzo del plenum entro il 10 dicembre, in tempo utile per discutere e votare i crediti nella seduta di Cc prenatalizia del 21 dicembre.

Mancherebbero informazioni indispensabili

Ma Lega e Udc non ci stanno. “Con l’avvicinarsi delle elezioni comunali di aprile, Plr e Ps – lamenta il gruppo di destra – vogliono potersi concentrare sulla campagna elettorale con la problematica dei sorpassi già risolta e, se del caso, rendere difficoltosa durante le festività la raccolta delle firme del referendum già preannunciato”. Attualmente però, prosegue il gruppo Lega/Udc, mancherebbero all’appello talune fondamentali informazioni utili a comprendere la genesi dei sorpassi: da una parte è ancora in corso l’inchiesta disciplinare sul capo Settore opere pubbliche che il Municipio ha sospeso lo scorso aprile; dall’altra gli audit interno ed esterno non sembrano indicare chiaramente le singole responsabilità, ossia chi abbia deciso cosa, soprattutto nel capitolo stadio.

'No a rapporti improvvisati'

Sempre Lega e udc lamentano in definitiva una “arrogante volontà di porre rimedio a dei sorpassi milionari con rapporti commissionali forzatamente improvvisati e ingiustificati a causa dell’assenza degli approfondimenti e degli audit richiesti”. Domande alle quali “non è possibile dare risposte perché il Municipio non ne è in possesso o le nasconde”. Secondo Lega e Udc dunque apparendo la situazione “tutt’altro che chiarita” sarebbe “sbagliato pagare gli onorari sugli errori senza sapere a chi addebitare le colpe e senza avere i soldi”. Dal canto suo Lelia Guscio, interpellata dalla 'Regione', spiega di aver sollecitato i colleghi di commissione, in qualità di presidente della Gestione, affinché riservino la necessaria priorità al Preventivo 2021 che chiude con un disavanzo di 8 milioni: «Per i crediti suppletori è necessario più tempo».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved