laRegione
prosciolti-i-due-agenti-della-polcom-di-bellinzona
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
12 min

Con Bellinzona360 la vecchia carta coi timbri va in pensione

La tessera di legittimazione cartacea con foto verrà sostituita dal primo gennaio. In arrivo anche un account online 'e-cittadino'
Ticino
1 ora

Scoperto maxi traffico internazionale di canapa e hashish

Dal 2014 si sono messi in circolazione oltre 2mila chili di sostanze per 3 milioni di franchi. Cinque persone in manette
Mendrisiotto
1 ora

Riva San Vitale, dai volontari i buoni spesa per chi è in difficoltà

L'iniziativa è di un gruppo di privati cittadini: buoni spesa da utilizzare nei tre punti vendita del Comune
Ticino
1 ora

Altri 128 positivi al Covid-19 in 24 ore

In calo contagi e ricoveri, ma anche i dimessi. Dimezzati i decessi rispetto a domenica
Ticino
3 ore

Meno suolo occupato nel fondovalle del Ticino

Nella fotografia dell'Osservatorio dello sviluppo territoriale la crescita è rallentata dalla politica del Piano direttore. Si riducono ancora terreni agricoli e verde
Locarnese
6 ore

Centovalli, dopo le incertezze, il ‘nuovo corso’

Il preventivo 2021 risentirà sicuramente del contraccolpo legato all'emergenza sanitaria. Ma il futuro passa, per le sue ricadute, dalle nuove funivie
Luganese
6 ore

Virus, prima ondata: 17 studenti di Lugano scrivono un libro

Dialoghi, prose e poesie prodotti dagli allievi della maturità professionale su iniziativa della docente, Georgia Fioroni
Ticino
6 ore

Il gesto del gioco d’azzardo nella quotidianità

Con il periodo delle festività i centri commerciali spesso propongono anche lotterie e gratta e vinci gratuiti per scopi pubblicitari
Mendrisiotto
15 ore

All'Obv è aperta la 'caccia' all'origine del contagio

Aumentati i casi di Covid fra pazienti e personale, la chiusura ai famigliari è una misura obbligata. Intanto, le strutture ospedaliere sentono la pressione
Bellinzonese
16 ore

Imprese responsabili, insuperabile lo scoglio dei cantoni

Iniziativa accolta dalla maggioranza del popolo, ma respinta da 14 cantoni e mezzo. Via libera al controprogetto. Keller-Sutter: varie questioni aperte.
Mendrisiotto
16 ore

A Balerna s'inventano la Rassegna da... asporto

I ragazzi della 'Sgüra Fest' e un gruppo di esercenti lanciano una iniziativa ispirata al Gallo
Bellinzonese
21.10.2020 - 11:090
Aggiornamento : 15:49

Prosciolti i due agenti della Polcom di Bellinzona

Il giudice Quadri ha ritenuto il loro intervento (spinta e manette) proporzionato alla situazione di pericolo con cui erano confrontati

Assoluzione piena perché, considerata la situazione sin dal suo origine, hanno fatto un uso proporzionato dell’uso della forza nel pieno rispetto delle disposizioni di polizia e in linea con i principi deontologici della professione. Il giudice della Pretura penale Siro Quadri ha prosciolto questa mattina due agenti della Polizia comunale di Bellinzona oppostisi ai decreti d'accusa firmati dal procuratore generale Andrea Pagani per i reati di abuso d’autorità e vie di fatto a suo dire commessi in occasione del fermo di un avventore di un bar del centro storico che la sera del 5 aprile 2018 aveva mostrato chiari segni di agitazione insultando e minacciando un altro cliente.

Ristabilire la sicurezza per tutti

Prelevatolo dal bar (dopo un primo controllo) e accompagnatolo a piedi senza costrizione alcuna davanti alla centrale, questi non aveva rispettato due volte l’ordine di entrare negli uffici per sottoporsi a una verifica delle generalità e dell’alcolemia. E quando, dopo aver tentato due volte di andarsene, ha repentinamente e apertamente sfidato uno degli agenti avvicinandosi al suo volto con fare minaccioso, il poliziotto – secondo il giudice – dopo averlo invano invitato a tenere la distanza lo ha correttamente spinto all’indietro per allontanarlo e ristabilire così una situazione di sicurezza per tutti. Una misura necessaria (termine tecnico ‘parata media’) dato che ogni agente in servizio è in possesso di armi che possono essere sottratte da chi si avvicina troppo. Una spunta prevista dai protocolli qualora la distanza sia inferiore ai 60 centimetri, come successo in quella occasione. Il denunciante – ha rimarcato il giudice – ha esercitato una resistenza attiva e un atteggiamento di sfida e non collaborativo che hanno giustamente richiesto da parte degli agenti una gestione caratterizzata da una maggiore energia rispetto alla fase iniziale.

Uso manette giustificato

Il denunciate, caduto a terra perché malfermo sulle gambe dopo una serata alcolica, oppure per aver simulato la caduta stessa, è stato quindi immediatamente ammanettato dai due agenti. Neppure questa fase – ha rimarcato Quadri – rappresenta un agire sproporzionato né un abuso di potere, dato che in base alle disposizioni federali valide per tutti i corpi di polizia elvetici l’uso delle manette rappresenta il secondo scalino nella graduatoria dei metodi di gestione di persone problematiche qualora l'iniziale dialogo non porti al risultato sperato. L'ammanettamento si rende dunque necessario per garantire la sicurezza anche della stessa persona fermata e non solo di terzi.

Il capo formazione PolTi approva

Il giudice ha formato la propria opinione non solo considerando la giurisprudenza, ma anche dopo aver visionato più volte il filmato della videosorveglianza che ha ripreso la scena davanti alla centrale della Polcom. Un convincimento rafforzato infine, oltre che dalle opinioni dei diretti superiori dei due agenti, anche dall’ufficiale della Polizia cantonale responsabile della formazione sul terreno degli agenti, secondo il quale i due giovani colleghi hanno adottato la corretta strategia nella gestione di una persona aggressiva e affatto propensa a rispettare gli ordini impartiti. Il procuratore generale Pagani e il patrocinatore dell’accusatore (studio legale Tuto Rossi) valuteranno nei prossimi giorni se vi siano gli estremi per impugnare la sentenza con un ricorso in appello. I difensori dei poliziotti (avvocati Patrick Gianola e Luigi Mattei) ne avevano chiesto martedì il pieno proscioglimento, ottenendo ragione.

© Regiopress, All rights reserved