ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
2 ore

Chiuso il negozio di Dalpe: ora manca un servizio ‘essenziale’

La speranza del sindaco Mauro Fransioli è quella di trovare qualcuno che porti avanti l’attività. Il 15 ottobre è previsto un incontro con la popolazione
Luganese
2 ore

Scuola media, la Direttiva e i segnali non recepiti

Indigna la presunta violazione del dovere di informazione nel caso dell’ex direttore di una scuola media arrestato per reati sessuali con minorenni
Ticino
2 ore

Cantonali ‘23, Gianella (Plr): ’Sarò nella lista per il governo’

La capogruppo liberale radicale ufficializza a laRegione la sua decisione di candidarsi: ‘Avremo una lista forte in cui ogni ticinese potrà riconoscersi’
GALLERY
Mendrisiotto
11 ore

Il parco delle gole della Breggia si fa più inclusivo

Inaugurato un percorso per ipovedenti nell’area del mulino del Ghitello. Stella: ‘È un patrimonio da difendere, ma anche rendere accessibile a tutti’.
Ticino
11 ore

Premi cassa malati, Marco Chiesa (Udc) insiste e interroga Berna

Il presidente nazionale democentrista segue De Rosa e chiede al Consiglio federale perché nel calcolo per il ’23 non siano stati calcolati ’20 e ’21
Luganese
13 ore

Cornaredo, ‘tabula rasa’ pronta sulla carta

Presto in pubblicazione a Lugano e Porza il Piano di quartiere del comparto B1a. Previsti edifici misti di altezza tra i 30 e i 60 metri
Ticino
13 ore

Le idee dei sindaci dei centri urbani per risparmiare energia

Si tratta di sei proposte presentate ai rispettivi Municipi. ‘Anche per non pregiudicare per i commerci un clima di avvicinamento al Natale’
Grigioni
13 ore

A Mesocco non si ripresenta il sindaco Christian De Tann

In corsa per la carica di capo dell’esecutivo alle elezioni comunali del 30 ottobre vi sono John Seghezzi, Fausto a Marca e Mattia Ciocco
Ticino
14 ore

Siamo il quinto cantone col maggior aumento di fallimenti

È il dato registrato da un’analisi della società Crif: +64,3 per cento nel terzo trimestre del 2022 rispetto all’anno precedente
Luganese
14 ore

Cinque anni di Sambì, ad Arogno un evento di festa

Sabato 8 ottobre verrà presentato il nuovo assetto societario, con aperitivo e castagnata offerti, all’Azienda agricola Bianchi
Locarnese
14 ore

Il giudice sul pedofilo: ‘È solo la punta dell’iceberg’

Un 77enne del Sopraceneri condannato a 8 anni di carcere per ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
14 ore

Dialogo su repressione, diritto alla difesa e carcere

L’8 ottobre alle 16.15 al Circolo Carlo Vanza a Bellinzona si terrà un dibattito partendo dalla pubblicazione de ‘La cella dell’avvocato’ di Gabriele Fuga
Grigioni
15 ore

Covid, campagna di vaccinazione al via anche nel Moesano

Dall’11 ottobre sarà possibile farsi fare l’iniezione negli studi medici di Dieter Suter a Grono e di Chebaro Jihad a Mesocco
25.08.2020 - 17:19
Aggiornamento: 18:14

L'aerodromo di Lodrino è passato in mano al Comune

Firmato oggi lo storico rogito per il diritto di superficie della durata di 99 anni. Il sindaco di Riviera: 'Futuro legato ai droni, siamo ottimisti'

di Samantha Ghisla
l-aerodromo-di-lodrino-e-passato-in-mano-al-comune
Ti-Press

«È un giorno storico». Non ha dubbi il sindaco di Riviera Alberto Pellanda da noi interpellato a proposito dell'importante firma avvenuta oggi a Biasca. Dopo una quindicina d'anni di trattative, il Comune ha infatti firmato il rogito per l’acquisizione in diritto di superficie (per la durata di 99 anni) del comparto dell’aerodromo di Lodrino di proprietà di Armasuisse. Il passo formale è stato possibile dopo che lo scorso novembre il Consiglio comunale aveva espresso la sua approvazione al messaggio municipale in tal senso, attraverso il quale sono stati stanziati 940mila franchi. In particolare 910mila servono a finanziare il costo delle infrastrutture e gli altri 30mila le spese burocratiche. «Il contratto prevede che per i primi 10 anni il Comune abbia la possibilità di disdire il contratto qualora le premesse dovessero essere nettamente sfavorevoli - ricorda il sindaco -. Inoltre una clausola del diritto di superficie prevede che per i primi 5 anni l'affitto è gratuito». In caso di risultati negativi viene concesso uno sconto del 50% per i successivi 5 anni e in seguito la cifra pattuita è di circa 34mila franchi annui.

Abbiamo chiesto al sindaco se non ci sia preoccupazione per tale investimento alla luce della crisi generata dalla pandemia mondiale. «Direi di no. Bisogna essere ottimisti. Non dico che il Comune debba avere uno spirito imprenditoriale ma se pensiamo a un imprenditore, egli di solito guarda al futuro con ottimismo, altrimenti non farebbe più investimenti. Non si tratta di un aeroporto come quello di Agno, bensì di una sorta di officina destinata allo sviluppo tecnologico dell'aviazione, e in particolare del settore promettente dei droni», risponde, aggiungendo: «Dalle prime indicazioni che abbiamo c'è un certo interesse per sfruttare quest'area».

L’acquisizione di questo comparto, sottolinea l'Esecutivo in un comunicato diffuso oggi, permetterà di portare a termine i passi necessari per trasformare il vecchio aeroporto in una moderna infrastruttura civile in grado di mantenere e sviluppare le attività già presenti, creando nel contempo le premesse per l’insediamento di attività avioniche innovative e tecnologicamente all’avanguardia. Gli obiettivi principali, viene fatto notare, sono di salvaguardare i pregiati e numerosi posti di lavoro presenti sul comparto (circa 150), garantire e sostenere l’esistenza delle aziende presenti e mantenere (e accrescere) il rilevante indotto economico a livello cantonale, regionale e comunale, gettare le basi per la valorizzazione futura del comparto, in particolare con la costituzione prevista del centro di competenza droni nell’ambito dello Switzerland Innovation e con la possibilità che vengano ad insediarsi altre aziende.

Il Municipio di Riviera, si legge nel comunicato, coglie l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo importante obiettivo, in particolare le autorità dell’ex Comune di Lodrino, il Consiglio di Stato, Armasuisse e i preposti del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport. «Personalmente e a nome del Municipio ci tengo anche a ringraziare per il suo impegno in questo progetto Raffaele De Rosa, ex sindaco di Riviera e già direttore dell'Ente regionale di sviluppo», aggiunge Pellanda.

Chiesto un credito per altri 725mila franchi

A causa delle misure di distanziamento, il momento storico si è svolto in maniera discreta, suggellato non tanto da strette di mano bensì da "gomitate". Alla firma erano presenti il sindaco Alberto Pellanda, il segretario comunale Patrick Laube, il presidente del Legislativo Francesco Genini, il municipale Fulvio Chinotti (rappresentante del Comune nell'assemblea degli azionisti), Eros Hürlimann in rappresentanza di Armasuisse e il notaio Jean-François Dominé. Tra i passi importanti che hanno portato all'accordo siglato oggi, Pellanda ricorda il messaggio approvato dal Consiglio comunale ad aprile 2019 sulla costituzione della società di gestione (la Riviera Airport SA). Tra quelli futuri vi è invece la richiesta di un credito di circa 725mila franchi che serviranno in parte per effettuare degli studi pianificatori (come richiesto dall'Ufficio federale dell'aviazione civile) e per finanziare la manutenzione della torre di controllo. «Grazie a questi interventi - aggiunge Pelanda - sarà possibile l'insediamento di due società che si occupano di droni». Il messaggio municipale è stato licenziato negli scorsi giorni e verrà sottoposto prossimamente al Cc.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved