tre-milioni-per-l-aerodromo-di-lodrino
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
5 ore

Fotovoltaico e aziende, giovedì 25 terzo e ultimo incontro

Promosso dal Dipartimento del territorio in collaborazione con la Cc-Ti, si terrà a S.Antonino nella Sala Multiuso
Luganese
6 ore

‘Devo allenarmi per l’uni ma... che fatica trovare spazi’

Prepararsi per l’ammissione alla facoltà di sport, tra vincoli comunali e cantonali e difficoltà a trovare una palestra: la testimonianza e le repliche
Ticino
7 ore

Pedibus, tra sicurezza ed ecologia

A oggi in Ticino oltre 1’300 bambini usufruiscono dei percorsi ufficiali, all’insegna di una mobilità sostenibile e più green
Mendrisiotto
7 ore

‘Fughe’ di cloro in piscina, chiudono tre vasche su quattro

Soluzione di compromesso di Chiasso davanti alla richiesta di Vacallo di archiviare la stagione balneare. Obiettivo comune, tutelare la falda idrica
Luganese
7 ore

‘Ha sede legale a Lugano’ lo Stato Antartico di San Giorgio

Lo studio di via Pioda valuta provvedimenti a tutela della propria immagine dopo essere stato tirato in ballo da persone finite sotto inchiesta in Italia
Mendrisiotto
7 ore

Operatore di prossimità, a Mendrisio c’è il bando

La Città cerca una figura a metà tempo a partire dal gennaio prossimo. L’assunzione segue la decisione di staccarsi dal Servizio regionale
Bellinzonese
7 ore

Lumino: contro pericoli naturali e roghi si punta pure sul bosco

Chiesti al Cc 50mila franchi per elaborare un piano di gestione del territorio forestale e prevedere strutture idonee per contrastare gli incendi
Ticino
8 ore

Estate: in bilico fra santi e falsi dei... e controlli radar

Come ogni venerdì la Polizia cantonale comunica le località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 22 al 28 agosto
18.12.2019 - 13:49
Aggiornamento: 14:17

Tre milioni per l'aerodromo di Lodrino

È quanto propone di concedere il Consiglio di Stato. In futuro si pensa a un centro di competenza dedicato ai droni

Tre milioni di franchi per la ristrutturazione dell'aerodromo di Lodrino. È quanto propone di concedere il Consiglio di Stato al Municipio di Riviera.

Il Governo, in una nota stampa, spiega infatti che: “Con la nascita del nuovo Comune di Riviera, nel 2017, si sono creati i presupposti per la realizzazione di una serie di investimenti strategici volti al progresso socio-economico e territoriale del Comune. Tra questi rientra l’acquisizione in diritto di superficie da parte del Comune dei sedimi di proprietà della Confederazione nel comparto dell’aeroporto di Lodrino: una premessa indispensabile per lo sviluppo di un polo regionale dell’aviazione, considerato un progetto strategico, tenuto conto anche della presenza di Ruag, leader svizzero nel settore aerospaziale”.

Riviera Airport Sa

“In seguito alla conclusione delle trattative tra il Comune e ArmaSuisse, proprietaria dei sedimi, il 12 novembre 2019 il Consiglio comunale di Riviera ha approvato la richiesta di acquisizione in diritto di superficie del sedime su cui sorge l’aeroporto e di concessione del credito necessario per l’acquisto degli stabili e delle infrastrutture – si legge ancora –. Nel corso delle trattative il Comune ha altresì espresso la necessità di essere sostenuto finanziariamente dal Cantone per quanto riguarda le opere di ristrutturazione del comparto.

In seguito, con risoluzione del 20 marzo 2019, il Consiglio comunale del Comune di Riviera ha approvato la creazione della “Riviera Airport SA”, con il compito di assicurare la gestione dell’aerodromo di Lodrino.

In questo contesto il “Consiglio di Stato ha licenziato oggi il messaggio che, oltre a fare il punto della situazione sulle trattative e sull’iter pianificatorio, propone di concedere al Comune di Riviera un contributo straordinario di 3 milioni di franchi per la copertura dei costi di risanamento e manutenzione straordinaria degli immobili e per l’adeguamento delle infrastrutture sul sedime dell’aerodromo di Lodrino”.

Un centro di competenza per i droni

Grazie alle peculiarità del comparto, sono inoltre riunite le premesse per la realizzazione, sulla sua superficie, di un centro di competenza dedicato ai droni. Esso è infatti stato inserito nella candidatura che lo scorso mese di luglio Fondazione Agire – per conto del Consiglio di Stato – ha inoltrato per la realizzazione di un parco tecnologico associato a quello già esistente di Zurigo, facente parte dello Switzerland Innovation Park (SIP). Il Centro di competenza droni costituisce, unitamente ad altri centri di competenza, l’ossatura centrale della candidatura ticinese al SIP e la sua realizzazione permetterà di posizionare al meglio l’area, a livello nazionale ed internazionale, quale polo per lo sviluppo di attività di test e di ricerca e sviluppo legati ai droni.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved