laRegione
Nuovo abbonamento
Rescue Media
+9
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
7 ore
Lugano, 100 candeline per Magdalena Ambrosetti-Castelberg
La signora, residente in via Vignola, raggiungerà l'ambito traguardo sabato circondata dall'affetto dei famigliari
Luganese
7 ore
La Posta di Comano sarà... alla Rsi
Lo ha comunicato il Gigante Giallo, informando che la nuova sede sarà operativa dal 27 luglio
Luganese
7 ore
Golene della Tresa, ecco il decreto per proteggerle
Il Dipartimento del territorio ha avviato la procedura di consultazione. Scopo? Preservare l'unico corso d'acqua a flusso laminare del cantone
Luganese
8 ore
Aggregazione Medio Vedeggio, si vota il 18 ottobre
Lo ha stabilito oggi il Consiglio di Stato. Il progetto riguarda i Comuni di Bedano e Gravesano e la nuova entità dovrebbe avere circa 3'000 abitanti.
Ticino
8 ore
Covid-19, due terzi dei nuovi contagiati ha meno di 30 anni
Il medico cantonale Giorgio Merlani: 'I giovani capiscano che protezione significa non solo proteggere sé stessi, ma anche i propri cari e gli amici'
Mendrisiotto
9 ore
Brusino, annullata la Sagra del pesciolino
Il comitato: il rispetto delle norme sanitarie grava sullo spirito festaiolo e spensierato delle serata. Appuntamento al 2021
Ticino
10 ore
Il prete arrestato ha ammesso il fatto. Emergono episodi 'minori'
Il sacerdote sotto inchiesta per presunta coazione sessuale è in regime di espiazione anticipata della pena
Ticino
10 ore
Licei, quasi 730 firme contro la nuova griglia oraria
Il Sindacato studenti e apprendisti ha consegnato oggi al Cantone la petizione contro la modifica degli orari
Bellinzonese
24.11.2019 - 11:570
Aggiornamento : 14:32

Rogo dei camper ad Arbedo, 'siamo in regola con le licenze'

Lo assicura la titolare rispondendo a una segnalazione giunta alla 'Regione'. Le fiamme sono probabilmente partite dal magazzino

Sarebbe partito dal magazzino dei ricambi, contenenti oggetti di vario tipo in parte ancora inscatolati, l’incendio che sabato all’alba ha ridotto in carcasse e cenere 18 della trentina di veicoli che si trovavano nell’area dello Swiss Camper Store in via del Carmagnola 18 ad Arbedo. «Stando alle prime verifiche svolte una volta domate le fiamme – spiega alla ‘Regione’ la titolare Ida Duci – sembrerebbe che l’origine sia nel magazzino. Spetterà all’inchiesta stabilire la causa e per quanto ci riguarda domani avvieremo le pratiche con l’assicurazione con l’obiettivo di riprendere il prima possibile l’attività avviata nel 2013. Certo – aggiunge la titolare – il giorno dopo emerge ancora più forte lo sconforto per quanto accaduto». L’attività, avviata dove in precedenza c’era il magazzino dell’impresa Mutti, «funzionava molto bene. È dura ma ci rialzeremo». Informazioni importanti ai fini dell’inchiesta potrebbero darle i filmati registrati dall’impianto di videosorveglianza della vicina carrozzeria San Paolo Car; immagini che già sabato sono state consegnate agli inquirenti. Quanto alle esplosioni verificatesi durante l’incendio e udite dalla popolazione allarmatasi, sono da attribuire alle bombole di gas in dotazione ai camper.

Una segnalazione (privata) al Dipartimento del territorio e alla Procura

Ma l’attività poggiava su regolari licenze? È la domanda che un potenziale cliente, rivoltosi recentemente allo Swiss Camper Store, ha girato oggi alla nostra redazione: dal suo punto di vista infatti la struttura che una volta ospitava macchinari da cantiere sarebbe stata lacunosa nell’offrire un servizio per camper con officina meccanica rispettando tutte le norme del caso, da quelle edilizie a quelle per la sicurezza fino alla protezione dell'ambiente tramite ad esempio il recupero di liquidi e olii. Una sollecitazione – sottoposta peraltro anche al Dipartimento del territorio e al Ministero pubblico – che giriamo alla titolare: «Prima di insediarci – spiega Ida Duci – abbiamo richiesto e ottenuto dal Comune di Arbedo-Castione una regolare licenza edilizia con altrettanto regolare cambio di destinazione. Inoltre prima dell’incendio eravamo in regola con la verifica dell’impianto elettrico e della polizia del fuoco, con tanto di certificazioni riconosciute». Infine, per quanto concerne la presenza di bombole, «queste come detto sono in dotazione ai camper e la ricarica avviene attraverso un impianto, non di nostra proprietà, situato non lontano dalla nostra attività e anch’esso certificato». Interpellato dalla redazione, il sindaco Luigi Decarli rinvia a domani una verifica approfondita relativa alle decisioni di competenza comunale. Sul posto, durante le operazioni di spegnimento, era presente anche un funzionario del Dipartimento del territorio (Sezione protezione aria, acqua e suolo).

Guarda tutte le 13 immagini
© Regiopress, All rights reserved