Ti-Press
Bellinzonese
07.12.2018 - 09:440

Officine, Pianificazione critica

Presa di posizione della Commissione speciale all’indirizzo della Gestione molto scettica su Castione

La scelta delle Ffs di realizzare le nuove Officine a Castione danneggerebbe ulteriormente la regione delle Tre Valli. Ne è convinta la maggiorparte della Commissione speciale per la pianificazione del territorio (Cpt) che ha sottoscritto un preavviso critico di trentadue pagine, non sostenuto da alcuni deputati tra cui quelli della Lega. Il documento definitivo, dopo alcune bozze circolate nelle ultime settimane, è stato inviato ieri alla Commissione della Gestione, che viene invitata a discutere al proprio interno e a sottoporre questa presa di posizione al plenum del Gran Consiglio, affinché tutti i deputati ne conoscano i contenuti. Nel preavviso – il cui relatore è il granconsigliere e municipale Plr di Biasca Omar Terraneo – viene espresso scetticismo riguardo alla concessione del credito di 100 milioni quale contributo cantonale alle Ffs per realizzare le Officine a Castione. In sostanza la Cpt non condivide il fatto che la variante di Arbedo-Castione sia l’unica opportunità per mantenere le Officine in Ticino, poiché anche la variante di Bodio-Giornico permette di raggiungere tale risultato e con vantaggi superiori. Dopo una lunga analisi dell’iter che ha portato le Ffs a optare per Castione, e dopo aver ricordato i punti salienti del Piano direttore cantonale e della Legge federale sulla pianificazione del territorio in materia di nuovi insediamenti, nonché il potenziale rappresentato a suo dire dal recupero dell’ex Monteforno, il relatore nelle conclusioni riassume le criticità. Nel documento si evidenzia che diverse questioni di ordine pianificatorio non sono state prese in considerazione e quindi la ponderazione degli interessi tra tutte le possibili ubicazioni non può essere ritenuta seria e completa. A tal proposito, nel testo si ricorda che le recenti nuove modifiche alla Legge sulla pianificazione del territorio inerenti le zone edificabili sono la nuova conferma legale (a seguito della votazione federale) del fatto che queste zone devono essere preservate all’agricoltura, soprattutto se altre soluzioni sono tecnicamente possibili. Il rapporto evidenzia che solo per gravi e importanti motivi un utilizzo di un’area agricola Sac può entrare in linea di conto (e gli interessi finanziari non sono ritenuti tali). In questo – continua il preavviso – la Confederazione ha chiarito che le superfici per l’avvicendamento delle colture possono essere azonate soltanto se, senza sfruttare tali zone non è ragionevolmente possibile raggiungere l’obiettivo di interesse pubblico e venga anche garantito che le superfici sfruttate siano impiegate in modo ottimale. Riguardo all’ubicazione, nella presa di posizione si dichiara che la politica scelta dalle Ffs è chiara: la città Ticino deve fermarsi ad Arbedo-Castione. Il Cantone – indica il documento – non può però permettere a un’azienda federale di imporre uno scenario simile ed è tenuto a proteggere gli interessi della popolazione. Nel preavviso si fa presente che la realizzazione di una grande opera, come quella delle nuove Officine, va inserita in un contesto socio-economico di lunga durata. Ragion per cui – si evidenzia – la lungimiranza nell’affrontare investimenti di questa portata deve uscire dalla logica finanziaria, ma è necessario focalizzarsi su una politica di sviluppo territoriale e socio-economica equilibrata.

Ps: ‘Un comitato cantonale speciale’

Il Partito socialista, riunitosi a Bellinzona mercoledì sera, oltre che di attualità politica cantonale, ha discusso anche il futuro delle Officine . Diverse le posizioni in campo, anche all’interno del gruppo parlamentare, da qui la decisione di convocare un Comitato cantonale speciale sul tema, per il 7 gennaio 2019. Vale a dire all’immediata vigilia dell’ultima data utile per firmare i rapporti nella Commissione della Gestione e per fare approdare il dibattito nella sessione del Gran consiglio del 21 gennaio.

Potrebbe interessarti anche
Tags
officine
pianificazione
preavviso
castione
commissione
ffs
gestione
pianificazione territorio
interessi
zone
© Regiopress, All rights reserved