Anja Censi
Bellinzonese
10.08.2018 - 18:560
Aggiornamento 19:36

Tappa impegnativa per il progetto benefico, tra nebbia e salite

Due passi in un solo giorno, ma che freddo! 'Temperature in sella' accolto dai corni delle Alpi e dalla direttrice di Parkinson Svizzera

È partita questa mattina da Meiringen la terza tappa di "Temperature in sella" con in programma la giornata clou caratterizzata da due passi alpini. La salita del Grimsel è stata lunga e difficile, anche a causa del freddo e della nebbia in quota. Una volta giunti a Gletsch (VS) la comitiva, dopo la pausa pranzo, è ripartita in direzione del Furka salendo i duri tornanti che portano ai 2400 metri di quota. In seguito discesa direzione Realp (UR) per poi raggiungere Hospental quale capolinea di tappa.

Tutti i partecipanti – dal più giovane 15enne fino al più anziano 79enne – hanno superato questa importante giornata. Lo scopo non competitivo del progetto era anche questo, ricordano gli organizzatori. All’arrivo i ciclisti amatoriali sono stati accolti dai corni delle Alpi, giunti per l’occasione dalla Svizzera italiana. Gradita pure la visita in bicicletta della direttrice di Parkinson Svizzera Carmen Stenico (al centro nella seconda foto), a cui verrà devoluta buona parte dei fondi del progetto. Domani tappa conclusiva con arrivo a Grono attorno alle 16.30 e festa con la popolazione.

6 gior fa 'Temperature in sella', buona la prima
1 sett fa 'Temperature in sella' ai ranghi di partenza
1 sett fa 'Temperature in sella', pronti a partire
Tags
tappa
progetto
nebbia
svizzera
© Regiopress, All rights reserved