© REnInvest
Bellinzonese
16.11.2016 - 16:440
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:17

Ecco il ricorso della Stan contro il Parco eolico sul passo del Gottardo: "Contrari alla sua ubicazione"

La Società ticinese arte e natura (Stan) spiega di aver deciso di presentare formale opposizione contro il rilascio dell'autorizzazione per realizzare un parco eolico sul passo del San Gottardo, "dopo attenta valutazione del dossier e dei documenti allegati alla domanda di costruzione nonché a seguito di un apposito sopralluogo sul passo del San Gottardo". Nel comunicato diffuso oggi la Stan ribadisce di non essere contraria di principio a un impianto eolico nella regione del Gottardo: a essere contestata è invece l’ubicazione prevista a ridosso della zona monumentale protetta del passo, "così come contestato anche dall’Ufficio beni culturali del Cantone". "Per un impianto eolico nel massiccio del Gottardo si possono facilmente trovare altre ubicazioni, altrettanto accessibili, ma non così problematiche come quella su cui si insiste da anni", scrive la Stan, che aggiunge: "Da un punto di vista materiale la domanda di costruzione appare in netto contrasto con l’esigenza di protezione del sito monumentale e causa gravi pericoli per l’avifauna e i chirotteri che sfruttano il Passo per le loro ancestrali migrazioni stagionali".

Vengono criticate anche le modalità con cui sono state realizzate la domanda di costruzione e la modinatura. "Né la rappresentazione sul posto, né i documenti allegati alla domanda di costruzione (in parte solo in tedesco) consentono di farsi un'idea delle dimensioni reali del progetto e delle sue conseguenze sulla zona monumentale protetta del Passo del san Gottardo", viene sottolineato. La modinatura viene definita pressoché invisibile e dall'8 novembre inutilizzabile a causa della neve caduta in altura. La Stan fa inoltre notare che non sono stati resi noti calcoli sulla redditività e sull’ammortamento degli impianti.

 

© Regiopress, All rights reserved