Carlo Reguzzi
Bellinzonese
18.10.2015 - 14:100
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:09

La grande Bellinzona per ora convince 13 comuni, due i no. In Riviera la fusione farebbe poker

Due i sì che si prospettano globalmente per i progetti aggretativi nel Bellinzonese. La grande Bellinzona (storia in svolgimento), che dovrebbe riunire 17 comuni in uno solo, convince per ora 13 comuni: Bellinzona (circa 75%), Giubiasco (60%), Monte Carasso, Gudo (75%), Camorino, Claro (il doppio di sì rispetto ai no), Gorduno, Gnosca, Pianezzo (194 sì e 176 no), Sant'Antonio, Sementina, Moleno, Preonzo (187 sì e 130 no). La fusione viene per ora bocciata da Cadenazzo (per 33 schede) e da Lumino (400 no, 300 sì).

Verso il poker di sì invece per il nuovo comune di Riviera (segui la storia in svolgimento): a Osogna, Iragna e Lodrino il sì è confermato. Manca il risultato ufficiale di Cresciano, dove l'aggregazione sarebbe stata comunque accettata a larga maggioranza.

Potrebbe interessarti anche
Tags
no
comuni
bellinzona
fusione
poker
riviera
grande bellinzona
© Regiopress, All rights reserved