Pablo Gianinazzi
Archivio
21.06.2016 - 06:300
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:10

Noseda: 'Corruzione di un funzionario? Per ora non ci risulta'

«Per quanto riguarda il reato di corruzione, al momento non ci risulta nulla. Ciò non toglie che faremo le verifiche del caso». Sul taccuino del procuratore generale John Noseda il nome di Gennaro Pulice è comparso circa due anni fa. Nei confronti del trentasettenne ‘ndranghetista e collaboratore di giustizia – che, come emerso negli scorsi giorni, ha dichiarato ai magistrati calabresi di aver “pagato un funzionario [dell’Amministrazione cantonale, ndr] di origine calabrese per risiedere in Ticino” – Noseda aveva infatti aperto un incarto nel 2014. Per essere precisi, il procedimento nei confronti di Pulice e di terzi era stato avviato dal pg in seguito a una denuncia per presunti reati di carattere patrimoniale e relativi alla Legge sugli stranieri. Un procedimento successivamente...

© Regiopress, All rights reserved