Filtra per

Regione Leventina Luganese Bellinzonese Locarnese Valle di Blenio
Categoria Musica Altro Arte Feste
Concerto Collage
Capannone Feste, Sobrio
21.30

Due ragazzi nel sole con I Collage a Sobrio

Vero e proprio colpaccio dell’AASS che si regala questo concerto per il 50mo.

 C’è ancora incredulità misto a euforia all’interno del comitato dell’Associazione Attinenti e Simpatizzanti di Sobrio (AASS) che nel 2019 compie i 50 d’esistenza. Infatti, la notizia è di quelle destinate a farsi sentire: per degnamente festeggiare il giubileo l’AASS, all’interno del già ricco programma di manifestazioni, è riuscita ad inserire uno dei gruppi italiani più famosi e di successo della fine degli anni 70, inizio anni 80. Sul palco del capannone delle feste di Sobrio, venerdì 26 luglio 2019, si esibiranno niente popò di meno che I collage!

La storia dei Collage nasce verso la metà degli anni ’70: durante i primi anni delle superiori Tore Fazzi (Alias Fazzi Renzo Salvatore) e il fratello Piero, si esibivano con la loro band in vari locali, suonando le canzoni di artisti contemporanei come Genesis, Simon & Garfunkel, Abba, Beatles, Battisti, che influenzeranno in maniera determinante la loro musica.
La giovane formazione cerca di farsi strada nel mondo della musica, ma una prima apparizione al festival di Castrocaro non dà nessun esito e, dopo qualche anno, decidono di produrre a proprie spese il primo disco. Durante le registrazioni vengono notati da un produttore romano, proprietario della sala di registrazione capitolina Titania, che firma loro il primo contratto discografico.

Nel 1976 la vittoria al festival di Castrocaro con "Due ragazzi nel sole" sancisce l'esordio ufficiale della band, che da quel momento raggiunge la fama presso il grande pubblico.
Nel 1977 i Collage partecipano per la prima volta al festival di Sanremo con "Tu mi rubi l'anima": i due primi singoli raggiungono le vette delle classifiche e portano al successo il loro primo 33 giri "Due ragazzi nel sole", cui faranno seguito "Piano piano m'innamorai di te", "Concerto d'amore" e "Stelle di carta". Tra un tour e l'altro partecipano ad altre tre edizioni del festival di Sanremo e lanciano in Spagna e Sudamerica "Como dos niños", "Poco a poco.......", "La gente habla" e "Sol caliente", versioni spagnole di alcuni tra i loro maggiori successi, che si piazzano in cima alle classifiche.

Siamo agli anni 90 e, avvalendosi della collaborazione di vari musicisti che partecipano alla attività della band, Tore e Piero danno luogo alla sperimentazione di nuove sonorità che caratterizzano il cd replay e in seguito i brani live contenuti nella raccolta Settantaseiduemila. Nel 2003 nascono le nuove atmosfere di Abitudini e no, un album musicalmente aperto, ricercato e mai scontato, dove riecheggi jazz e funky si fondono rivisitando alcuni brani storici, mentre in altri le melodie italiane si vestono di sonorità e ritmi rock blues. Nel 2010 un nuovo singolo “Non ti dimenticherò” anticipa l’uscita di un doppio cd Live che raccoglie successi ed emozioni e in varie ristampe raggiungerà negli anni successivi le 20.000 copie vendute. Nel 2017 arriva il tanto atteso nuovo album: "Inconfondibile".

Già dalle prime indiscrezioni si è potuto intuire come il gruppo sia ancora molto conosciuto alle nostre latitudini e vi sono quindi tutti i presupposti per far sì che quello del 26 luglio sia un concerto che richiamerà un folto pubblico. Ulteriori informazioni su www.aass.ch.

LuogoCapannone Feste
Indirizzo / ViaSobrio
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
Ian Paice (Deep Purple)
Piazza , Cevio
20.30

Special Rock Night

Serata "Special Rock Night" Apriranno la serata i ticinesi Those Furious Flames (ore 20.30), seguiti da Andrea Bignasca con la sua band (21.45). Chiude la serata Ian Paice mitico batterista dei Deep Purple, che con il suo gruppo regalerà fiumi di brani celebri del quintetto inglese

 

Star della serata: Ian Paice (Deep Purple)
Opening-act: Andrea Bignasca   -   Those Furious Flame

 

Ian Paice (Deep Purple)
Ian Paice play classic Deep Purple
Il funambolico batterista dei Deep Purple Ian Paice si presenta al Vallemaggia Magic Blues con la sua Band, che farà riecheggiare in valle il sound del mitico gruppo britannico di Jon Lord e Ritchie Blackmore. Rimasto l’unico membro originale in formazione, a molti pare almeno curioso il fatto che Paice suoni proprio con una tribute band dei Purple, ma egli è solito rispondere: “Se devo suonare con un gruppo, di cui non conosco le canzoni, allora devo impiegare molto tempo per impararne i brani, allora tanto meglio suonare in una band, di cui conosco la musica a memoria. Inoltre questi ragazzi sono dannatamente bravi ed è uno spasso suonare con loro”. Il gruppo venne fondato nel 2007 dal cantante irlandese Robby Thomas Walsh, dalle tonalità di voce molto vicine a Ian Gillan, prendendo il nome dal 15° album dei Deep Purple e sono oggi considerati la miglior Tribute Band, gli unici in grado di riproporne la magia. Della stessa opinione Ritchie Blackmore e il bassista Roger Glover. Quest’ultimo, abitando in Svizzera, non si sa mai che possa decidere di passare una bella giornata in Vallemaggia ed unirsi al gruppo. Non sarebbe la prima volta, a Basilea è già successo!

 

Andrea Bignasca
Il carismatico musicista di casa nostra torna con la sua band e un nuova album
Ticino terra d'artisti: lo è da sempre quando si parla di musica. Nell'ultimo decennio vale anche per il Rock e il Blues. Andrea Bignasca, dopo aver vinto “Palco ai giovani” ha realizzato due convincenti album (“Gone” e “Murder”) ed ha raggiunto la piena maturità. Ha iniziato la sua attività già nel 2005 con il trio rock Vermillion Rouge, proseguendo poi quale “One man band”, ciò che gli ha permesso di raccogliere ampi consensi e fare una buona gavetta e di dominare il palco con la sua presenza carismatica. Si presenta ora al Vallemaggia Magic Blues con la Band, mantenendo il suo stile di riffs ritmici "aggressivi e percussivi", tappeto sonoro ideale per la sua possente voce, molto particolare, di grande presa sul pubblico. Influenzato tra gli altri da Bruce Springsteen, è l’autore di tutti i brani dei due album. Alla sua seconda apparizione al Vallemaggia Magic Blues per Andrea Bignasca possiamo scommettere nella ripetizione del gran successo avuto a Bignasco.

 

Those Furious Flames
Passione e pura forza rock a Cevio
I Those Furious Flames sono una rock band ticinese, nata nel 2003 con all’attivo quattro album, a partire dal 2004 (“She’s great”). Vincitori del Palco dei Giovani nel 2007, la loro terza fatica (“Trip to deafness”), subito acclamata dalla critica specializzata, ha permesso al quartetto tournee in tutta Europa (Russia e Gran Bretagna compresi) e negli States (in California). Tra gli altri i Those Furious Flames hanno calcato palchi prestigiosi quali il Whisky à Gogo, l’02 Academy a Londra, con gruppi importanti quali Misfits, Turbonegro, Faith no More, Papa Roach e molti altri. Molto trascinanti i loro live acts, per passione e forza, a Cevio, per la loro prima esibizione al Valemaggia Magic Blues, presenteranno brani tratti dal quarto album del 2014 “Oniricon” e brani del nuovo album. I Those Furious Flames sono infatti pronti a dare alla luce il loro quinto album HeartH, co-prodotto dall’etichetta culto dell’heavy-psych, Vincebus Eruptum e che uscirà a cavallo della prossima estate. 

Offerta Backstage
Musica e specialità culinarie al “Vallemaggia Magic Blues”. Acquistando i biglietti "Speciale Backstage" potrete trascorrere una serata a fianco di organizzatori, sponsor, invitati e naturalmente le band che si esibiranno. Aperitivo dalle 19:30 e cena dalle 20.00 al prezzo di 120.00 CHF che comprende: l’ingresso ai 3 concerti sulla piazza, l’aperitivo e la cena con specialità alla griglia (bibite escluse). Posti limitati. Riservazione obligatoria.

 

 

Prezzi e Informazioni
Apertura casse in Piazza:              ore 18.00
Entrata ai concerti sulla piazza:      30.00 CHF (prevendita) 35.00 CHF (cassa serale)
Ragazzi (fino a 12 anni):               gratis
Disabili con accompagnatore:         gratis
Offerta Backstage:                       120.00 CHF (prevendita(riservazione obbligatoria)
Ulteriori informazioni sotto:           www.magicblues.ch
Facebook:                                   www.facebook.com/magicblues

LuogoPiazza
Indirizzo / ViaCevio
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
CASTLE ON AIR - ELISA
CASTELGRANDE, Bellinzona
20.30

Venerdì 26 luglio, Elisa, una delle migliori voci italiane degli ultimi anni. 
Elisa in 20 anni di carriera ha realizzato 9 album e 6 compilation, e pubblicato 51 singoli vendendo in totale 5.5 milioni di dischi, riscuotendo grande successo in tutta Europa e in Nord America. Tra i vari artisti Elisa ha duettato con Tina Turner e il Maestro Pavarotti e si è esibita nei migliori palazzetti italiani, oltre che allo Stadio San Siro davanti a 60.000 spettatori in occasione de “Amiche per l'Abruzzo”. Ad aprire ilconcerto di Elisa a Bellinzona i Wintershome: per più di sei anni, la formazione folk-pop di Zermatt ha incantato con la sua leggerezza e la sua vivace musicalità. L'album di debutto "Around You I Found You" è stato pubblicato nell'aprile 2018 ed è entrato nelle classifiche degli album svizzeri al 7 ° posto.

LuogoCASTELGRANDE
Indirizzo / ViaBellinzona
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
ROAM FESTIVAL - APPARAT + LEA PORCELAIN + UNDER CHANGEOVER
Parco Ciani, Lugano
18.00

ROAM FESTIVAL | DAY 2 | APPARAT + LEA PORCELAIN + UNDER CHANGEOVER

Apparat, alias di Sascha Ring, ha annunciato le date del tour europeo per il 2019.

Il tour avrà inizio ad aprile e sarà il primo tour di Apparat dal 2013, ovvero dall’anno di “Soundtrack Live”, tour a supporto di Krieg und Frieden, l’album basato sulle musiche di Apparat prodotto per la piece teatrale
di Sebastian Hartmann, tratta da “Guerra e Pace” di Tolstoy.
L’atteso tour partirà dall’Italia e attraverserà tutta l’Europa e andrà a toccare anche venue importanti come il Brighton’s Attenborough Centre for Creative Arts di Brighton (26 aprile) e il leggendario Barbican di Londra (27 aprile). Il lavoro di Apparat ha sempre avuto un denominatore comune: un’eleganza che abbraccia il suono e regala sfumature di dettagli e una bellezza quasi universale. Come membro dei Moderat, il cui ultimo album “III” è stato pubblicato su Monkeytown (Mute in Nord America) nel 2016, lavorando al fianco di Ellen Allien (Orchestra of Bubbles), Apparat ha sempre cercato di trascendere il dance floor e la sala da concerto al medesimo modo, focalizzandosi sui dettagli per esaltare il tutto con melodie capaci di riecheggiare nella memoria.

Apparat si è recentemente concentrato sul cinema, su progetti televisivi e sulle produzioni teatrali, ottenendo riconoscimenti e premi per lavori come Capri – Revolution (diretto da Mario Martone nel 2018), che ha vinto
il titolo come migliore colonna sonora al Festival del Cinema di Venezia, e per Manufactory, frutto della collaborazione con Transforma e con gli artisti visivi ad essa associati, poco tempo addietro eseguita al Barbican di Londra riscuotendo un grande successo.

/

L'anno scorso i Lea Porcelain hanno presentato il loro album di debutto, hanno suonato in tutto il mondo, dalla Germania, a Londra, Parigi e nel Benelux, supportando artisti del calibro di Alt-J nel loro tour europeo.

Hanno avuto modo di suonare al Festival di Reading e Leeds sul BBC Stage e in altri importanti festival in tutta Europa. Ora i Lea Porcelain sono in tournée per la prima volta in Germania e stanno portando il loro album "Hymns of the Night" sui palcoscenici tedeschi. Dalla capitale - dove hanno suonato un'intera serie di concerti al Funkhaus di Berlino lo scorso anno – attraverseranno la Germania, prima di arrivare a Lugano, il 26 luglio pronti a trasmettere al pubblico quella sensazione che rende questa band così unica.

Il potere e la grandezza di questa musica, la magia e il surrealismo di questa malinconia infestata, si bilanciano sempre tra il caos e la struttura. L’Europa da tempo attendeva una musica così fresca ed eccitante come quella dei Lea Porcelain, e noi ve la portiamo da Berlino direttamente a Lugano.

Apre la serata Under Changeover, progetto del musicista ticinese Adriano Iiriti, pianista di formazione che si è immerso nel mondo elettronico dando vita al suo primo album autoprodotto, Moving.  
I sintetizzatori che si intrecciano alle percussioni e a registrazioni ambientali sottili, quasi impercettibili, vogliono creare un continuum tra realtà circostante e musica “artificialmente” prodotta.  
La sua musica è una combinazione di suoni caldi e armoniosi in contrasto con melodie ipnotiche e ritmi introspettivi, riconducibile per ispirazione ad artisti come Nils Frahm, Jon Hopkins e Terry Riley.    

 

Prezzi:
Dal 10.02.2019 alle 12:00 del 26.07.2019: CHF39 (+ diritti di prevendita)*

*Offerta combinata RailAway FFS (-10%)
*SBB RailAway-Kombi-Angebot (-10%)
*Offre combinée RailAway CFF (-10%)

Cassa serale: CHF45 (+ commissioni)

 

 

LuogoParco Ciani
Indirizzo / ViaLugano, Lugano
PeriodoDal 26.07.2019 al 27.07.2019
GiorniTutti i giorni
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
Festival del Gelato
Hotel Eden Roc, Ascona
14.00

Creazioni a base di gelato floreali e variopinte nel giardino dell’Eden.

Nulla si abbina meglio all’estate in Ticino di un bel gelato rinfrescante. L’Hotel Eden Roc di Ascona propone dunque quest’estate la prima edizione del Festival del Gelato. Gustate nuove e rinfrescanti specialità a base di gelato nel giardino dell’hotel, direttamente affacciato sulle sponde del Lago Maggiore. I nostri collaboratori vi stupiranno con combinazioni insolite di gelato, fiori ed erbe aromatiche.

Il modo perfetto per iniziare un fine settimana all’insegna del relax, del benessere e della gioia del palato nella cornice dell’Eden Roc di Ascona.

LuogoHotel Eden Roc
Indirizzo / ViaVia Albarelle 16, Ascona
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Concerto Collage
Capannone Feste S, Sobrio
21.30

Due ragazzi nel sole con I Collage a Sobrio

Vero e proprio colpaccio dell’AASS che si regala questo concerto per il 50mo.

 C’è ancora incredulità misto a euforia all’interno del comitato dell’Associazione Attinenti e Simpatizzanti di Sobrio (AASS) che nel 2019 compie i 50 d’esistenza. Infatti, la notizia è di quelle destinate a farsi sentire: per degnamente festeggiare il giubileo l’AASS, all’interno del già ricco programma di manifestazioni, è riuscita ad inserire uno dei gruppi italiani più famosi e di successo della fine degli anni 70, inizio anni 80. Sul palco del capannone delle feste di Sobrio, venerdì 26 luglio 2019, si esibiranno niente popò di meno che I collage!

La storia dei Collage nasce verso la metà degli anni ’70: durante i primi anni delle superiori Tore Fazzi (Alias Fazzi Renzo Salvatore) e il fratello Piero, si esibivano con la loro band in vari locali, suonando le canzoni di artisti contemporanei come Genesis, Simon & Garfunkel, Abba, Beatles, Battisti, che influenzeranno in maniera determinante la loro musica.
La giovane formazione cerca di farsi strada nel mondo della musica, ma una prima apparizione al festival di Castrocaro non dà nessun esito e, dopo qualche anno, decidono di produrre a proprie spese il primo disco. Durante le registrazioni vengono notati da un produttore romano, proprietario della sala di registrazione capitolina Titania, che firma loro il primo contratto discografico.

Nel 1976 la vittoria al festival di Castrocaro con "Due ragazzi nel sole" sancisce l'esordio ufficiale della band, che da quel momento raggiunge la fama presso il grande pubblico.
Nel 1977 i Collage partecipano per la prima volta al festival di Sanremo con "Tu mi rubi l'anima": i due primi singoli raggiungono le vette delle classifiche e portano al successo il loro primo 33 giri "Due ragazzi nel sole", cui faranno seguito "Piano piano m'innamorai di te", "Concerto d'amore" e "Stelle di carta". Tra un tour e l'altro partecipano ad altre tre edizioni del festival di Sanremo e lanciano in Spagna e Sudamerica "Como dos niños", "Poco a poco.......", "La gente habla" e "Sol caliente", versioni spagnole di alcuni tra i loro maggiori successi, che si piazzano in cima alle classifiche.

Siamo agli anni 90 e, avvalendosi della collaborazione di vari musicisti che partecipano alla attività della band, Tore e Piero danno luogo alla sperimentazione di nuove sonorità che caratterizzano il cd replay e in seguito i brani live contenuti nella raccolta Settantaseiduemila. Nel 2003 nascono le nuove atmosfere di Abitudini e no, un album musicalmente aperto, ricercato e mai scontato, dove riecheggi jazz e funky si fondono rivisitando alcuni brani storici, mentre in altri le melodie italiane si vestono di sonorità e ritmi rock blues. Nel 2010 un nuovo singolo “Non ti dimenticherò” anticipa l’uscita di un doppio cd Live che raccoglie successi ed emozioni e in varie ristampe raggiungerà negli anni successivi le 20.000 copie vendute. Nel 2017 arriva il tanto atteso nuovo album: "Inconfondibile".

Già dalle prime indiscrezioni si è potuto intuire come il gruppo sia ancora molto conosciuto alle nostre latitudini e vi sono quindi tutti i presupposti per far sì che quello del 26 luglio sia un concerto che richiamerà un folto pubblico. Ulteriori informazioni su www.aass.ch.

LuogoCapannone Feste S
Indirizzo / ViaSobrio
Prezzo25 CHF
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Youtube Vai al link di YouTube
Inaugurazione della mostra Parole Posate di Marco Meier
Casa dei Russi, Monte Verità, Ascona
Ore 19

Dopo l’esposizione “Per te. Le scatole di Julie”, Marco Meier presenta il suo nuovo lavoro: Parole Posate. Troppo preziose per essere usate, un tempo le posate d’argento sembravano conservare silenziosamente tutti i segreti di una famiglia, i sussurri di una casa. Saranno proprio loro, le vecchie posate della festa, a raccontarci un segreto che nessuno vorrebbe conservare. Orario mostra: (Casa dei Russi, 25 lug. - 11 ago. gio, ve, sa, do ore 15.00 - 20.00)

LuogoCasa dei Russi, Monte Verità
Indirizzo / Viastrada collina 84, Ascona
Info0917854040
Sito webVai al sito
ROAM FESTIVAL - METRONOMY + THE JAPANESE HOUSE
Parco Ciani, Lugano
18.00

ROAM FESTIVAL | DAY 1 | METRONOMY + THE JAPANESE HOUSE

 

Protagonisti della prima serata,  giovedì 25 luglio, saranno i britannici Metronomy. Dopo il successo di Nights Out, fra i 10 dei migliori album di NME nel 2008, e i grandi riscontri ottenuti con i successivi The English Riviera, Love Letters e Summer ‘08, i Metronomy entrano di nuovo in studio per l’imminente Nights Out (10th Anniversary Edition), in uscita l’8 febbraio e che conterrà, oltre a una rivisitazione e remastering dei successi dell’originale, anche una serie di rarità e b-side. Con all’attivo 300 milioni di ascolti su Spotify e oltre 150 milioni di visualizzazioni su YouTube, si esibiranno per la prima volta nella Svizzera italiana.

/

Amber Bain, nota anche come The Japanese House, ha pubblicato dal 2015 al 2017 quattro EP. Il 1 marzo è uscito il suo primo album Good at Falling, risultato di un periodo particolarmente tumultuoso e trasformativo nella vita dell’artista, raccontato con ammirevole sincerità: "Le canzoni sono tutte cose diverse, ma si legano insieme, perché fanno parte di un momento specifico della mia vita che le ha influenzate”. 

Prezzi:
Dal 09.04.2019 alle 12:00 del 25.07.2019: CHF39 (+ diritti di prevendita)*
Cassa serale: CHF45 (+ commissioni)

*Offerta combinata RailAway FFS (-10%)
*SBB RailAway-Kombi-Angebot (-10%)
*Offre combinée RailAway CFF (-10%)

LuogoParco Ciani
Indirizzo / ViaLugano, Lugano
PeriodoDal 25.07.2019 al 26.07.2019
GiorniTutti i giorni
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
Abbonamento - Roam Festival 2019
Parco Ciani, Lugano
18.00

Abbonamento 3 giorni (25-27 Luglio 2019)

ROAM Festival è un festival di musica alternativa che si svolge a Lugano, in Svizzera. La direzione artistica di ROAM Festival, che presenta un' ampia scelta di artisti innovativi nel magnifico Parco Ciani, è curata in modo da eguagliare l'atmosfera e il fascino di questa incredibile location in riva al lago.

· 25 Luglio 2019: Metronomy + The Japanese House
· 26 Luglio 2019: Apparat + Lea Porcelain & Under Changeover
· 27 Luglio 2019: White Lies + Giorgio Poi + Alex Neri (DJ Set Planet Funk) + Roam Official After party at Seven Lugano

L'acquisto di un abbonamento per l'intero festival permette l'ingresso gratuito per il ROAM Official After Party al Seven Lugano / The Club.


Prezzo:
CHF99 (+diritti di prevendita)



 

LuogoParco Ciani
Indirizzo / ViaLugano, Lugano
PeriodoDal 25.07.2019 al 27.07.2019
GiorniTutti i giorni
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
SHAPIRO VANDELLI - Love & Peace
Piazza del Sole, Bellinzona
22.00

Shapiro e Vandelli si sono “ritrovati”, dopo una vita di rivalità, distanze, marcate differenze di carattere, formazione e stili di vita, ma anche di rispetto reciproco e grande amore per la musica.

Ad unirli un progetto artistico, dal titolo emblematico “Love & Peace”, amore e pace ritrovati prima di tutto fra di loro: una collaborazione che ha radici lontane e che vede fondere i loro percorsi musicali in un album per Sony Music (uscito il 21 settembre).

Un affascinante viaggio nelle immagini e nelle emozioni di intere generazioni che si ritroveranno magicamente insieme, senza le divisioni e i contrasti che caratterizzano la comunicazione di quest’epoca, anzi. Shapiro e Vandelli rappresentano una nuova energia, la voglia di comunicare e di vivere la positività e la bellezza della musica come grande forza aggregante. Un incontro storico che non è nostalgia ma memoria, con uno sguardo rivolto al presente. Come recitano i versi di “Che colpa abbiamo noi”.

La tappa di “Love & Peace”  a Bellinzona (esclusiva per la Svizzera!),  farà parte di un lungo live tour estivo,  che porterà la band non solo nelle principali città italiane, ma anche in giro per l’Europa.

La serata musicale inizierà alle 19.30
Aperture casse alle 18.00

Prevendita prezzo speciale fino al 15 giugno:

CHF 23.- posti in piedi (dal 17 giugno CHF 30.-)

Organizzazione: BELLINZONA BEATLES DAYS

www.beatlesdays.ch

LuogoPiazza del Sole
Indirizzo / ViaBellinzona
PeriodoDal 20.07.2019 al 26.07.2019
GiorniTutti i giorni
PrevenditaAcquista biglietti su Biglietteria
Acquista biglietti
Corsi estivi Lingue e Sport
Canton Ticino, Bellinzona
20.00

La fondazione Lingue e Sport, in collaborazione con l’Ufficio dello sport del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS), presenta i corsi estivi 2019 con un programma ricco e completo che spazia dalle scuole dell’infanzia alle scuole medie. Le iscrizioni sono aperte sul sito www.linguesport.ch.

Durante le mattine si ripassano le materie scolastiche con docenti formati, mentre nei pomeriggi si pratica un’ampia scelta di discipline sportive con monitori Gioventù e Sport. Sono inoltre previste uscite e attività alla scoperta del territorio e della cultura ticinese.

Per i bambini che frequentano le scuole elementari sono proposti dei corsi settimanali presenti in 13 località con momenti di francese, attività scolastiche e numerosi sport. A Bellinzona si tengono anche i corsi Luglio Bimbi rivolti ai bambini che frequentano la scuola dell’infanzia.

Per i ragazzi che frequentano le scuole medie sono proposti dei corsi di due settimane consecutive, con o senza pernottamento. Durante le giornate sono svolte lezioni scolastiche al mattino, attività sportive al pomeriggio e animazioni di vario genere la sera.

LuogoCanton Ticino
Indirizzo / ViaBellinzona
PeriodoDal 01.07.2019 al 24.08.2019
GiorniTutti i giorni
Info0918145858
Prezzo CHF
Etàdai 5 anni ai 15 anni
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Avviso chiusura strada forestale Gheggio Gardosa Tasp
Gheggio Gardosa Tasp, Semione
07.00

I Patriziati di Semione e Ludiano comunicano che dal 10 giugno al 26 luglio 2019 la strada forestale Gheggio / Gardosa / Tasp verrà CHIUSA nei giorni feriali dalle 7.00 alle 19.00 causa numerosi trasporti con autoveicoli pesanti destinati alle opere di pavimentazione tratta Gardosa-Garina

LuogoGheggio Gardosa Tasp
Indirizzo / Viamonti Semione e Ludiano, Semione
PeriodoDal 10.06.2019 al 26.07.2019
GiorniLu Ma Me Gi Ve
Info0794552105
La casa al lago
Lido Melano, Melano
20.00

Una mostra su progetto di Marisa Casellini coltivato nel tempo e che prende avvio dalla sua elaborazione di una cinquantina di ritratti di artisti di differenti discipline. In questa occasione, la mostra si trasforma da personale in evento collettivo, dove tutti espongono, performano, proiettano, cantano, danzano, dialogano tra loro. È in questo consiste il punto cardine di LA CASA AL LAGO: inventare un luogo per l'arte come punto di riferimento per scoprire, socializzare, creare insieme, esistere e resistere.
Pittura, calligrafia, fotografia, musica, installazioni, video, film, poesia e perfomance sono il palinsesto dell'evento estivo di Melano. Durante il periodo della mostra è previsto un calendario d'attività programmata dal Municipio e degli artisti stessi.
L’evento è coordianto da Al Fadhil.

LuogoLido Melano
Indirizzo / ViaVilla Santa Lucia, Melano
PeriodoDal 04.06.2019 al 28.07.2019
GiorniGi Ve Sa Do
EtàPer tutti
Sito webVai al sito
Facebook Vai al link di facebook
Play with us. dall’arte popolare all’arte moderna
Hotel Hilton Molino Stucky , Venezia
08.00

Dall’11 maggio al 24 novembre 2019, nel cuore di Venezia, all’interno della suggestiva e prestigiosa cornice dell’Hotel Hilton Molino Stucky affacciato sul Canale della Giudecca, sarà presentata dal Museo Storico della Giostra di Bergantino l’installazione “Play With Us” Dall’arte popolare all’arte moderna con opere dell’artista Naby Byron e texture musicale di Max Casacci dei Subsonica, a cura del Prof. Gian Paolo Borghi, etno-antropologo ed esperto di tradizioni popolari.

L’esposizione si colloca in concomitanza alla 58° Biennale di Venezia e propone al pubblico una particolare e metaforica visione onirica dell’artista che vede al centro della sua narrazione inusuali cavalli da giostra.

L’esposizione, in collaborazione con l’Associazione UFO-Ultimi Futuristi, è realizzata con il patrocinio della Regione del Veneto, della Città di Venezia, del Comune di Bergantino, del Museo della Giostra di Bergantino, del MAF (Museo Mondo Agricolo Ferrarese), di Hilton Stucky Venezia e si colloca all’interno delle celebrazioni del Centenario dalla Fondazione del Gruppo Hilton.

Naby Byron si riappropria di alcune forme della cultura tradizionale adattandole alle aspettative del contemporaneo in una sorta di “provocazione – non provocazione” che mira a cogliere, attraverso le giostre, alcune sfaccettature di un denso percorso storico-antropologico. I cavalli da giostra, infatti, richiamano alla memoria antichi giochi rituali e arcaici di natura medievale.

Naby Byron, tuttavia, non si limita a scegliere artisticamente i cavalli ma, in forma simbolica, li rende liberi dai rigidi meccanismi delle giostre, proiettandoli lontani dalle tradizionali fiere di borghi e paesi in un contesto moderno e contemporaneo, i Luoghi dell’Altrove. Questo forte desiderio di libertà si traduce nella fusione in maniera simbiotica delle sue installazioni con la natura che le circonda. In altri termini, Naby si eleva a paladina di una nuova e rinnovata cultura del “gioco”, trasfigurando alcuni antichi significati nel mondo odierno e offrendoli all’ammirazione e alla disponibilità degli appassionati d’arte del terzo millennio.

Nello specifico “Play with us” Dall’arte popolare all’arte moderna è un’opera relazionale in cui il fruitore interagisce direttamente con l’installazione: i visitatori, infatti, sono invitati a montare sul cavallo e in questo senso il lavoro di Naby Byron rappresenta un’opera unica, in continuo divenire, in quanto cambia col cambiare dello spettatore che desidera mettersi in gioco.

L’esposizione si compone di una parte a “cavalli fissi” nella zona esterna dell’Hotel, e di una a “cavalli mobili” situati negli ambienti interni. Al fianco delle opere è prevista una videoinstallazione a cura del Museo e dell’artista, volta a descrivere per immagini e parole la poetica complessiva dell’evento. Sarà, inoltre, presente una “texture” sonora composta dal musicista Massimiliano Casacci, membro e fondatore dei Subsonica.

NABY

Naby Byron (nome d’arte) nasce a Bologna. Di famiglia borghese, vive la sua infanzia accanto ad uno dei più importanti allevamenti di cavalli d’Europa (allevamento che ha visto i natali della stirpe del trottatore Varenne). Memore dei lunghi pomeriggi passati ad ammirare gli allenamenti e la vita dell’animale più nobile del creato, Naby, laureatasi nel frattempo all’Accademia di Bologna, elegge il cavallo quale simbolo totemico delle sue prime creazioni artistiche, dapprima dipinti ed in seguito installazioni.

Avvicinatasi nel prosieguo di vita al mondo del collezionismo, ha costituito assieme ad alcuni collaboratori il Collettivo U.F.-o Ultimi Futuristi, al’interno del quale è conservato un vastissimo numero di documenti afferenti il Movimento Futurista di Filippo Tommaso Marinetti, altra grande fonte di ispirazione dell’artista soprattutto per quanto attiene al filone aviatorio, seconda passione di Naby Byron ed oggetto precipuo delle sue opere.                                                                               

Hanno curato per lei importanti mostre il critico d’arte Giuseppe Virelli, l’etno-antropologo Prof. Gian Paolo Borghi, lo storico del Futurismo Enrico Bittoto.

Ha esposto in Gallerie a Lucca (“Play With Me” presso Galleria olio su tavola), al PALP Museo di Pontedera (“Play With Me” all’interno della Mostra “Dalla Trottola al Robot”) e in concomitanza con la Biennale di Venezia presso gli ambienti dell’Hilton Molino Stucky all’isola della Giudecca (Installazione “Play With Us” promossa dal Museo dello Giostra di Bergantino).

Hanno collaborato con lei Marta Pederzoli, le Ceramiche Gatti di Faenza, Max Casacci dei Subsonica, il regista Luca Verdone.

Ha vinto diversi premi e riconoscimenti tra i quali ricordiamo il Premio Vergato Arte 2016 sotto la presidenza del Maestro Luigi Ontani.

INFORMAZIONI UTILI

TITOLO: “Play with us” Dall’arte popolare all’arte moderna

OPERE DI: NABY BYRON

A CURA DI: Prof. Gian Paolo Borghi

TEXTURE MUSICALE: Max Casacci dei Subsonica

PRESENTATA DA: Museo storico della giostra di Bergantino

DOVE: Hotel Hilton Molino Stucky - Giudecca 810, Venezia

INAUGURAZIONE: Sabato 11 maggio ore 17,30

DATE: 11 maggio - 24 novembre 2019

ORARI: orari di apertura dell’Hotel

WEB: nabybyron.com

FACEBOOK: https://www.facebook.com/PlayWithHus/

INGRESSO GRATUITO

PATROCINI: Regione del Veneto, Città di Venezia, Comune di Bergantino, Museo della Giostra di Bergantino, MAF (Museo Mondo Agricolo Ferrarese), Hilton Stucky Venezia.

IN COLLABORAZIONE CON: Associazione UFO-Ultimi Futuristi.

AGENZIA DI COMUNICAZIONE E UFFICIO STAMPA

Culturalia di Norma Waltmann

tel : +39-051-6569105 mob: +39-392-2527126

email: info@culturaliart.com web: www.culturaliart.com

facebook: culturalia – Instagram: culturalia_comunicare_arte

LuogoHotel Hilton Molino Stucky
Indirizzo / ViaGiudecca 810, Venezia, Venezia
PeriodoDal 11.05.2019 al 24.11.2019
GiorniTutti i giorni
Info0516569105
EtàPer tutti
Facebook Vai al link di facebook
© Regiopress, All rights reserved