fioriture-e-allergie-come-difendersi-in-primavera
ULTIME NOTIZIE #ilGiardiniere
JARDINSUISSE TICINO | IL GIARDINIERE
2 sett

La torba nel giardinaggio? No, grazie!

L’arrivo della primavera segna l’inizio delle attività di giardinaggio, utilizzando sovente materiali non sempre idonei, come la torba
JARDINSUISSE TICINO | IL GIARDINIERE
3 sett

Biodiversità: la varietà della vita

Il termine biodiversità è relativamente recente e con il tempo gli studi hanno portato a una classificazione condivisa dai ricercatori
JARDINSUISSE TICINO | IL GIARDINIERE
1 mese

Le neofite invasive: come riconoscerle e combatterle

Le neofite invasive sono piante che si sono riprodotte e si diffondono in modo importante causando danni alla biodiversità
JARDINSUISSE TICINO | IL GIARDINIERE
1 mese

Salvia: la pianta dell’anno 2022

Eletta pianta dell’anno, la salvia è una pianta aromatica che ha attirato l’attenzione di molti specialisti per le sue tante varietà
JARDINSUISSE TICINO | IL GIARDINIERE
1 mese

Impianto di irrigazione: progettarlo con JardinSuisse Ticino

Come, quando e perché progettare un impianto d’irrigazione con JardinSuisse Ticino
JARDINSUISSE TICINO | IL GIARDINIERE
1 mese

Dalla terra alla terra: il compost in agricoltura

Il compost, o ammendante compostato, è un fertilizzante organico ottenuto dal trattamento dei rifiuti organici raccolti separatamente
JARDINSUISSE TICINO | IL GIARDINIERE
1 mese

Cura di piante e fiori ‘fai-da-te’: come andare a colpo sicuro

Il giardinaggio ‘fai-da-te’ è un hobby istruttivo e salutare: bisogna però fare attenzione a internet e ai suoi consigli non sempre corretti
JARDINSUISSE TICINO | IL GIARDINIERE
1 mese

Piccoli giardinieri crescono

C’è un modo per avvicinare i bambini al mondo del giardinaggio, rendendoli dei piccoli giardinieri: aiutarli a prendersi cura della terra
JARDINSUISSE TICINO | IL GIARDINIERE
1 mese

Il settore del verde: motore di prosperità

Il settore del giardinaggio è un comparto fondamentale per la prosperità del Paese, da sempre in prima fila nella nostra economia
JARDINSUISSE | IL GIARDINIERE
1 mese

La primavera: quando la natura rifiorisce

I vostri professionisti del verde, JardinSuisse Ticino
JardinSuisse Ticino | Il Giardiniere
9 mesi

Il compost

La giusta ricetta per un terreno in piena forma
JARDINSUISSE TICINO | IL GIARDINIERE
04.05.2022 - 15:00
Aggiornamento : 15:59

Fioriture e allergie: come difendersi in primavera

Spesso, fioriture e allergie si presentano insieme durante la primavera. Ecco qualche consiglio su come affrontare i sintomi allergici

di JardinSuisse

Il bello della primavera è vedere, dopo la stagione invernale, gli alberi in fiore. A meno che non si soffra di allergie e quindi di tutti i problemi ad essa connessi: starnuti, riniti, lacrimazioni, pruriti, occhi irritati. Spesso, infatti, fioriture e allergie si presentano nello stesso periodo.

Gli inverni particolarmente miti di queste ultime stagioni hanno di fatto anticipato e intensificato la fioritura di molte piante e non sorprende dunque vedersi già alle prese con fastidiose allergie stagionali che, per alcuni, si traducono purtroppo anche in asma.

Le allergie, come il raffreddore da fieno, sono reazioni ipersensibili causate dai pollini che irritano il sistema immunitario. Nelle persone allergiche viene prodotta l’istamina, sostanza simile agli ormoni rilasciata dal nostro corpo, che causa un’infiammazione della congiuntiva e delle mucose nasali, provocando raffreddore, prurito del naso, mal di testa o stanchezza. Detto questo bisogna dire che l’intensità e la durata dei sintomi delle allergie ai pollini dipendono principalmente dalle variazioni delle concentrazioni polliniche in atmosfera.

Ecco allora che un primo modo di difesa è conoscere quando le piante a cui siamo allergici si trovano nel periodo di pollinazione. In questa prima metà dell’anno, indicativamente tra febbraio e maggio, le specie che producono allergeni sono la parietaria, una pianta sempreverde della famiglia delle urticacee, come per esempio l’ortica; poi c’è la betulla, il cipresso che fiorisce tra febbraio e marzo, con possibili anticipi a gennaio e prolungamenti fino ad aprile; quindi l’olivo, il frassino, il gelsomino che fioriscono tra maggio e giugno.

Non è certo possibile impedire alla natura di esplodere in tutto il suo splendore e molto probabilmente dovremmo arrenderci all’evenienza di dover fare i conti con la nostra allergia, tuttavia è possibile mitigarne gli effetti adottando alcune semplici regole. Non sono certo esaustive, ma potrebbero aiutare a calmare quei fastidiosi starnuti sovente accompagnati da una più sgradevole sonnolenza che limita non poco le attività quotidiane. Evitiamo dunque di uscire nelle giornate secche e ventose, quando è più alta la concentrazione di pollini nell’aria, avendo cura di tenere chiuse le finestre nelle ore più calde. Lo stesso vale in realtà anche dopo un temporale, a causa dei granuli pollinici che, rotti dalla pioggia in frammenti più piccoli, raggiungono più facilmente e in maggiore profondità le vie aeree. In caso di lavori all’aperto utilizziamo mascherine filtranti, evitando di abbassare i finestrini quando siamo in viaggio.

A casa invece dovremmo utilizzare condizionatori con filtri di aerazione anti-polline, da controllare e cambiare regolarmente, lavando spesso i pavimenti ed evitando tappeti, moquette, tappezzerie e tendaggi, depositi di polveri e pollini difficili da rimuovere. Piccoli accorgimenti, come detto, che, se non eliminano di certo le sgradevoli sensazioni provocate da queste allergie, possono comunque alleviare e aiutare a superare con meno stress questo periodo, permettendoci di gustarlo e ammirarlo con i suoi meravigliosi fiori, colori e profumi.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
allergie il giardiniere jardinsuisse ticino polline sintomi
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved