PIGOSSI L./STEFANI L.
0
BENCIC B./GOLUBIC V.
1
2 set
(5-7 : 3-5)
SIEGEMUND L./KRAWIETZ K.
0
STOJANOVIC N./DJOKOVIC N.
1
2 set
(1-6 : 1-0)
il-bosco-ticinese
Il Giardiniere | JardinSuisse Ticino
19.07.2021 - 08:000

Il bosco ticinese

Uno dei nostri patrimoni più importanti

Il bosco è il patrimonio naturale più esteso del nostro Cantone, ricoperto per la metà della sua superficie da alberi e arbusti di svariate essenze (142’000 ettari che corrispondono all’incirca al 50% dell’intera superficie cantonale).

La vasta fascia di territorio cantonale che si estende dai fondovalle fino a oltre i 2'000 metri di altitudine è coperta da una vegetazione arborea e arbustiva, che rappresenta l’elemento dominante del nostro paesaggio naturale.

L’uomo è stato, assieme alla natura, l’attore principale della creazione del bosco attuale la cui superficie è passata dai 48’636 ettari del 1858 agli oltre 148’500 di oggi che equivalgono a oltre il 52% del territorio.

L’11,6% della superficie boschiva svizzera è in Ticino, dove ognuno di noi dispone di quasi 5’000 metri quadri di bosco (quasi 3 volte di più rispetto alla media nazionale).

Il bosco ticinese appartiene in primo luogo a proprietari pubblici (79%), per la maggior parte Patriziati. Con circa 2’500 ettari di bosco demaniale, il Cantone è il più grande proprietario in Ticino. I boschi di proprietà privata (21%) sono generalmente ubicati nelle immediate vicinanze delle aree urbane del Ticino centro-meridionale.

Il libero accesso a ogni bosco è garantito dall’articolo 699 del Codice civile svizzero.

Il bosco ticinese, tanto vicino quanto lontano

Per tutti noi, indipendentemente in quale parte del Cantone risiediamo, il bosco rappresenta l’orizzonte naturale e in Ticino una persona su due vive a meno di dieci minuti di distanza da un bosco. Nonostante questo, la repentina urbanizzazione ma soprattutto gli stili di vita sempre più “digitali” spingono la popolazione ad allontanarsi da questa parte di territorio dimenticandosi che per secoli ha dato riparo, cibo, copertura e calore a tutti coloro che ci hanno preceduto.

Anche se spesso non ci si pensa, le esigenze della nostra società verso il bosco non sono poi così tanto cambiate: il bosco deve produrre legname, immagazzinare più diossido di carbonio (CO2) possibile, proteggere da valanghe e caduta di sassi, garantire acqua potabile, fungere da spazio vitale per piante e animali ed essere a disposizione della popolazione quale luogo (gratuito) di svago.

IL BOSCO TICINESE

Produce

I boschi rappresentano una risorsa economica insostituibile: producono in continuazione legname, una materia prima e fonte di energia rinnovabile. Dal bosco provengono inoltre vari generi alimentari come funghi, miele, selvaggina e castagne.

Protegge

I boschi di protezione riparano la popolazione, gli edifici e le vie di comunicazione da frane, valanghe o cadute di massi e prevengono l’erosione.
I boschi proteggono la falda freatica, quale importante risorsa d’acqua potabile, attraverso l’azione del suolo che trattiene le sostanze nocive lasciando filtrare in profondità l’acqua pulita. Crescendo, gli alberi assorbono CO2 dall’atmosfera e garantiscono una regolazione completamente naturale del clima.

Favorisce l’habitat naturale

La componente boschiva influenza in modo notevole la biodiversità complessiva del Cantone. Il bosco infatti ha un’importanza straordinaria per la biodiversità grazie al suo utilizzo che, a differenza di altri ambienti, rimane prossimo alla natura. Oggi circa la metà delle specie di animali e piante che si trovano in Ticino vive nel bosco.

È fonte di svago

Il bosco contribuisce in maniera significativa al benessere psicofisico della popolazione ticinese che è pienamente consapevole dei suoi valori paesaggistici, naturali e culturali.

Le persone si recano nel bosco soprattutto per passeggiare, fare sport o semplicemente per concedersi un momento di relax. Nel bosco cercano e trovano la vita nella natura e il movimento. Il bosco rappresenta inoltre un elemento importante nell’offerta turistica del Cantone.

È parte integrante del nostro patrimonio culturale

Il patrimonio culturale del Ticino è ricco e strettamente legato al bosco. Ne sono testimoni numerose tradizioni e forme d’espressione tramandate oralmente, arti dello spettacolo, tradizioni alimentari, rituali e feste, conoscenze e pratiche in rapporto con la natura e le conoscenze specialistiche relative alle tecniche artigianali tradizionali.

È una straordinaria aula scolastica

Il bosco è come una grande aula scolastica, dove gli allievi possono confrontarsi con uno spazio vitale importante per loro e per la società. Questo spazio vitale permette la sperimentazione diretta, poiché può essere esplorato e scoperto individualmente. Ciò permette di vivere esperienze intense, che favoriscono l’apprendimento.

Nel bosco il tempo si ferma... o quantomeno rallenta. Si entra in una dimensione diversa, più “nostra”, basata sul “sentire”. Anche i bambini percepiscono questo passaggio dalla frenesia del quotidiano alla rilassante tranquillità dell’ambiente boschivo.

È la migliore cura contro lo stress

Il benessere del corpo e della mente è alimentato da una vita sana. Abitare in aree ricche di prati e boschi vuol dire ottenere una qualità di vita che si traduce in benessere psicofisico. Chi vive in Canton Ticino non ha bisogno di trasferirsi per beneficiare dei tanti lati positivi della Natura.

www.boscoticino.ch

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved