il-giardino-in-estate
Il Giardiniere | JardinSuisse Ticino
15.07.2021 - 15:490
Aggiornamento : 19:01

Il giardino in estate

Trattamenti e potature a Luglio

redazionale curato da laRegione

Luglio è un mese molto caldo e asciutto; il caldo è tale che diviene difficile lavorare in giardino per la gran parte della giornata. Se noi sentiamo il caldo, ricordiamo che lo sentono anche le nostre piante, quindi sarebbe deleterio per il giardino praticare potature, semine, trapianti, trattamenti, nelle ore più calde del giorno. Seguiamo la regola che se è troppo caldo per noi lo è anche per le nostre piante.

TRATTAMENTI E POTATURE

Anche in luglio è necessario seguire le rose sfiorite, i fiori appassiti, i rampicanti eccessivamente vigorosi, le siepi disordinate; tutte queste piante vanno potate con regolarità, ricordiamo di farlo nelle ore più fresche del giorno. Anche i trattamenti andranno effettuati nelle ore serali, per evitare di disturbare o uccidere gli insetti utili, e anche per evitare di provocare scottature sul fogliame.

Questo mese è generalmente caratterizzato da una temperatura mediamente alta e da poche precipitazioni piovose. Diventano quindi fondamentali frequenti e regolari irrigazioni perché lasciare il giardino all’asciutto per troppo tempo potrebbe causare danni di notevole entità.

Le piante vanno innaffiate con cura, in particolar modo quelle che si trovano nei vasi; le ore adatte per l’irrigazione sono, com’è noto, quelle più fresche (al mattino presto oppure alla sera dopo il tramonto), anche se nelle zone particolarmente calde e assolate è preferibile la mattina, perché alla sera la temperatura del terreno potrebbe essere ancora troppo alta per essere irrorata da acqua fredda, in quanto lo sbalzo termico potrebbe danneggiare le colture. A luglio si possono effettuare le fertilizzazioni di quelle piante che non si trovano in riposo vegetativo estivo. Si devono poi effettuare le potature dei fiori appassiti, delle siepi e dei rampicanti; consigliati anche i trattamenti antiparassitari. Per tutte queste operazioni è consigliabile scegliere le ore serali.

Per le zanzare, oltre a evitare ristagni d’acqua la migliore forma di lotta biologica applicabile è l’utilizzo di prodotti contenenti Bacillus Thuringiensis (un batterio) in dosi da 25/50 g per 10 L di acqua.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved