la guerra in medio oriente

La Svizzera in una task force sui finanziamenti ad Hamas

Ne fanno parte anche Israele, Usa, Australia, Canada, Estonia, Francia, Germania, Liechtenstein, Lussemburgo, Paesi Bassi, Nuova Zelanda e Regno Unito

Bandiere di Hamas sventolano nel cielo di Istanbul
(Keystone)
29 novembre 2023
|

La Svizzera è membro di una task force internazionale che combatte il finanziamento di Hamas. La Counter Terrorist Financing Taskforce - Israel (Ctfti), a cui partecipa anche Israele, è stata istituita dopo l'attacco dell'organizzazione islamista del 7 ottobre.

La Svizzera è elencata come membro della task force in una nota diffusa lunedì dal Dipartimento del tesoro statunitense. L'adesione è avvenuta nel mese di novembre, ha precisato oggi, sollecitato da Keystone-Ats, l'Ufficio federale di polizia (fedpol), confermando l'informazione.

Ne fanno parte anche Israele, Stati Uniti, Australia, Canada, Estonia, Francia, Germania, Liechtenstein, Lussemburgo, Paesi Bassi, Nuova Zelanda e Regno Unito.

Uno degli obiettivi principali del Ctfti è quello di unire e rafforzare gli sforzi per combattere i flussi finanziari internazionali verso Hamas. Le autorità antiriciclaggio di ogni Paese membro sono attive nella task force.


Keystone
Raccolta fondi per Hamas in Pakistan

In Svizzera, questo compito è svolto dall'Ufficio di comunicazione in materia di riciclaggio di denaro (Mros), gestito da fedpol. Quest'ultimo sottolinea come le indagini e lo scambio di informazioni sul finanziamento del terrorismo non siano un compito nuovo per il Mros e nemmeno le collaborazioni con equivalenti stranieri all'interno di gruppi di lavoro.

Ad oggi, il Mros è membro di quattro di questi gruppi permanenti e, oltre alla Ctfti, partecipa alla task force sulle sanzioni finanziarie contro la Russia, anch'essa creata in risposta ai recenti eventi geopolitici.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE