23.08.2022 - 09:30
Aggiornamento: 15:11

Aumentano le bancarotte fraudolente in Svizzera

Secondo un rapporto della Suva, nel 2021 la lotta ai casi di frode assicurativa, quasi 700 nel 2021, ha permesso di risparmiare 21 miliardi di franchi

Ats, a cura di Red.Web
aumentano-le-bancarotte-fraudolente-in-svizzera

La Suva ha scoperto quasi 700 casi di frode nel 2021, il che ha permesso di risparmiare quasi 21 milioni di franchi in indennità giornaliere o prestazioni pensionistiche. In particolare, è aumentato il numero di casi di reati di bancarotta.

In totale, l’Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni (Suva) ha esaminato più di 2’800 casi sospetti, su un totale di 237’390 pratiche che hanno portato al pagamento di un’indennità giornaliera o di una pensione, secondo un comunicato stampa pubblicato martedì. I sospetti sono stati confermati in 686 casi, rispetto ai 478 dell’anno precedente.

Dei 20,9 milioni di franchi risparmiati (12,6 milioni di franchi nel 2020), 3,9 milioni di franchi provengono dalla lotta contro le frodi nelle aziende, ha dichiarato il maggiore assicuratore infortuni della Svizzera. È la prima volta che questo importo viene pubblicato separatamente.

Le frodi sono spesso legate al lavoro in nero, con schemi che coinvolgono i subappaltatori. La Suva avvierà iniziative contro questo fenomeno, in collaborazione con le associazioni professionali.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved