ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
5 ore

‘La penuria di farmaci è un problema internazionale’

Secondo Yvonne Gilli, presidente della Federazione dei medici svizzeri, urge una ‘soluzione globale ai massimi livelli’
Svizzera
5 ore

Maggioranza favorevole a riesportazione armi in Ucraina

Secondo un sondaggio il 55% della popolazione ritiene che Paesi terzi dovrebbero essere in grado di fornire all’Ucraina armi di produzione elvetica
Svizzera
5 ore

Tamedia fa ammenda su accuse di mobbing e sessismo

Un’ex redattrice del settimanale ‘Das Magazin’ accusa l’ex responsabile della pubblicazione rimproverando al gruppo un atteggiamento attendista
Svizzera
9 ore

Il Vallese sui casinò si ritiene svantaggiato rispetto al Ticino

Il Consiglio federale intende accordare la concessione per una sola casa da gioco: protesta il consigliere di Stato Darbellay
Svizzera
10 ore

Raccolte le firme per l’iniziativa sul mantenimento del contante

Già certificate oltre 111‘000 firme a favore del ‘Sì a una valuta svizzera libera e indipendente sotto forma di monete o banconote’
Svizzera
1 gior

Due morti a Disentis per una valanga

La slavina ha travolto un gruppo di tre sciatori fuori pista, una sola delle quali è rimasta illesa
Svizzera
1 gior

La meteo fa i capricci: in Ticino quasi 20°C, neve in montagna

Il favonio da nord ha alzato eccezionalmente la colonnina di mercurio nel sud della Svizzera: 19,5°C a Locarno. Rischio valanghe nei Grigi
Svizzera
1 gior

La Brévine festeggia il freddo, pronta una brioche da record

Nella ‘Siberia della Svizzera’ inizia il festival locale: fornai pronti a sfornare una brioche da 4,18 metri, in onore dei -41,8°C toccati nel 1987
Svizzera
1 gior

Il parto anonimo è sempre più possibile in Svizzera

Sempre più ospedali danno alle donne la possibilità di partorire in modo confidenziale, come alternativa alle “baby finestre”
Svizzera
1 gior

Secondo il Ceo, i prezzi dei prodotti Nestlé saliranno ancora

Secondo Mark Schneider, però, la multinazionale non è responsabile del rincaro essendo essa stessa vittima dell’aumento dei prezzi
09.06.2022 - 18:14
Aggiornamento: 18:51

Traffico in aumento, ma ancora frenato dalla pandemia

Lo indica il rapporto sulla viabilità dell’Ufficio federale delle strade: rispetto al 2021 la progressione è stata dell’8%

Ats, a cura de laRegione
traffico-in-aumento-ma-ancora-frenato-dalla-pandemia
Keystone
Un’immagine sempre più ricorrente

La pandemia ha avuto ripercussioni sull’utilizzo della rete delle strade nazionali anche lo scorso anno: il volume di traffico è tornato ad aumentare, ma è rimasto comunque inferiore rispetto agli anni precedenti.

È quanto si evince dal nuovo rapporto sulla viabilità pubblicato dall’Ufficio federale delle strade (Ustra), secondo cui, dopo il forte calo del traffico sulle strade nazionali nel 2020 dovuto all’emergenza sanitaria, lo scorso anno si è registrato un progressivo incremento dell’8%, seppure il dato globale si sia attestato ancora a livelli inferiori rispetto al periodo pre-Covid: complessivamente sono stati percorsi 27,4 miliardi di veicoli-chilometri.

Nel 2021 la circolazione si è intensificata soprattutto a partire dalle ferie estive: circa un terzo del chilometraggio si è concentrato sul tratto fra Ginevra e St. Margrethen; flusso veicolare importante anche nelle regioni di Zurigo/Argovia, Basilea, Berna, Lucerna e nella regione del Lemano nonché in Ticino fra Bellinzona e Chiasso.

In colonna soprattutto per il tempo libero

Di nuovo in aumento anche le ore di coda, per l’anno in esame statisticamente suddivise per la prima volta in andamento settimanale, giornaliero e secondo finalità di spostamento: l’analisi evidenzia come la maggior parte degli ingorghi si verifichi durante la settimana, la mattina principalmente a causa del traffico pendolare, a cui la sera si aggiunge quello per acquisti e tempo libero.

Per analizzare le finalità di spostamento degli anni passati occorre rifarsi ai dati pre-pandemia. A livello settimanale, nel 2019 è stata predominante la mobilità per tempo libero, responsabile del 35,7% delle ore di coda, seguita da quella per lavoro (28,9%) e per acquisti (14,2%).

Misure per fluidificare il traffico

L’Ufficio federale delle strade (Ustra) adotta diverse strategie per rendere più scorrevole la circolazione, tra cui una serie di accorgimenti di tipo tecnico-gestionale: limiti di velocità dinamici, dosaggi alle rampe di entrata e uscita autostradali nonché immissione a cerniera nei restringimenti di carreggiata; inoltre dal 2021 è consentito superare a destra in caso di incolonnamenti, per migliorare la fluidità su tutte le corsie, mentre in caso di incidente è obbligatorio formare un corridoio di emergenza.

Si interviene altresì a livello sistemico con un coordinamento trasversale, ottimizzato nei punti di raccordo con la rete viaria subordinata, agendo d’intesa con le sale operative regionali, come nelle aree di Zurigo, Ginevra e Losanna. È stato inoltre avviato uno studio sulla gestione intermodale della mobilità nei punti di snodo della rete dei trasporti.

A tali misure si aggiungono l’attivazione della corsia dinamica (Pun) su tratti e per periodi circoscritti, con progetti in corso a Berna e Winterthur, nonché interventi di potenziamento specifici nell’ambito del Programma di sviluppo strategico delle strade nazionali (Prostra), che nell’edizione attuale prevede di migliorare entro il 2030 la viabilità e la sostenibilità delle infrastrutture autostradali soprattutto negli agglomerati urbani. La consultazione in merito si è conclusa a fine aprile 2022, il varo del messaggio da parte del Consiglio federale è previsto entro l’anno.

Con la revisione della legge sulla circolazione stradale, attualmente in discussione in Parlamento, la Confederazione vorrebbe inoltre agevolare la guida autonoma; anche questo contribuirà al migliore utilizzo delle infrastrutture esistenti. Il documento è già stato esaminato da entrambe le Camere, permangono alcune ultime divergenze da appianare.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved