il-53-delle-intossicazioni-riguarda-i-bambini
Le medicine (38,8%) e i prodotti per la casa (23,8%) sono state le cause più frequenti d’intossicazione
10.01.2022 - 16:04
Aggiornamento : 16:28

Il 53% delle intossicazioni riguarda i bambini

È la percentuale fornita da Tox Info Suisse, relativa a quasi 40mila consultazioni telefoniche sul tema

Ats, a cura de laRegione

Tox Info Suisse ha fornito l’anno scorso quasi 40mila consultazioni telefoniche relative a intossicazioni. Il 53% dei casi riguardava bambini e giovani sotto i 16 anni. Le chiamate al numero telefonico 145 – che fornisce consulenze nelle tre principali lingue nazionali – hanno registrato una leggera flessione dello 0,8% rispetto al 2020, indica in una nota la fondazione con sede a Zurigo. Sul totale di 39’581 consultazioni, il 94% era legato all’esposizione a una sostanza tossica, mentre il 6% era di natura preventiva.

Nel 70% dei casi, a chiedere una consulenza erano persone direttamente toccate o loro parenti. Il resto ha interessato professionisti della salute, istituzioni e organizzazioni che cercavano dati specifici di valutazione del rischio o informazioni su cosa fare in caso di avvelenamento.

Il 53% delle consulenze ha interessato bambini, che nell’83% dei casi erano in età prescolare. Le medicine (38,8%) e i prodotti per la casa (23,8%) sono state le cause più frequenti d’intossicazione. Tra i più giovani, le intossicazioni sono “tipicamente accidentali”, ma Tox Info nota “un preoccupante aumento di oltre il 40% delle intossicazioni intenzionali” tra i giovani sotto i 16 anni. Dati più precisi saranno forniti nel rapporto annuale che sarà pubblicato in estate (il numero telefonico 145 è raggiungibile 24 ore su 24. Informazioni sono disponibili anche attraverso l’applicazione Tox Info App).

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bambini intossicazioni tox info
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved