gli-insegnanti-la-salute-sia-la-priorita-nelle-scuole
(Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
1 ora

Un lupo sbrana 28 animali in Vallese: ordinato l’abbattimento

Il predatore ha ucciso gli ovini in situazione protetta su superfici agricole utili: soddisfatti i requisiti per l’uccisione
Svizzera
3 ore

Entro il 2025 il 50% dei nuovi veicoli dovrà essere ricaricabile

Sottoscritta oggi dai rappresentanti dello Stato e dei settori automobilistico, elettrico e immobiliare la nuova fase della Roadmap mobilità elettrica
Svizzera
4 ore

Imbrattato il monumento a Suvorov nelle Gole della Schöllenen

Il memoriale al feldmaresciallo russo e ai soldati austro-russi caduti contro le truppe napoleoniche del 1799 è stato sporcato con vernice blu e gialla
Svizzera
5 ore

Adozioni illegali da Sri Lanka, Berna aiuta a ritrovare origini

La Confederazione e i Cantoni partecipano a un progetto pilota a sostegno delle persone adottate dello Sri Lanka nella ricerca delle loro origini
Svizzera
5 ore

Oro di origine ignota, Ong svizzera ricorre al TF

La Società per i popoli minacciati contro una decisione del Taf che permette a quattro raffinerie d’oro svizzere di non rivelare l’origine del metallo
Svizzera
6 ore

Berna, un 29enne muore schiacciato da una balla di fieno

L’incidente è avvenuto mentre l’uomo stava caricando il foraggio su un mezzo agricolo
gallery
Svizzera
7 ore

Proiettili inesplosi: 227 eliminati nel 2021

L’anno scorso sono state fatte 908 segnalazioni per vari oggetti tra cui anche munizioni. In alcuni casi è possibile ricevere una ricompensa
Svizzera
7 ore

‘Quest’anno ferie più care del 20%’

La causa sarebbe l’aumento dei costi di materie prime e catene d’approvvigionamento. Lo sostiene il responsabile della società di viaggi Globetrotter
Svizzera
7 ore

In Ticino un’ottima estate in vista per le case vacanze

Parahotellerie Svizzera ha diffuso i dati sulle prenotazioni per i prossimi mesi: molto bene i campeggi Tcs, bene appartamenti e ostelli, meno bene Reka
Svizzera
10 ore

Forti temporali e grandine hanno colpito il Nord delle Alpi

Il maltempo ha causato disagi alla circolazione ferroviaria. MeteoSvizzera ha registrato oltre 12mila fulmini e venti che hanno toccato i 95 km/h
Svizzera
11 ore

Il ‘sì’ a Frontex segna l’attaccamento a Schengen

Secondo la stampa elvetica il popolo temeva troppo di essere escluso dallo spazio europeo
09.08.2021 - 12:28
Aggiornamento : 19:03

Gli insegnanti: la salute sia la priorità nelle scuole

Le due organizzazioni mantello dei docenti svizzerotedeschi e romandi formulano alcune raccomandazioni alle autorità

Ats, a cura de laRegione

Le due organizzazioni mantello degli insegnanti svizzero tedeschi e romandi chiedono alle autorità di fare della protezione della salute di tutti coloro che lavorano nelle scuole una priorità per il prossimo anno scolastico. A questo scopo hanno presentato una serie di raccomandazioni.

Non basta aprire le finestre nelle aule, hanno detto lunedì il Syndicat des enseignants romands (SER) e quello di lingua tedesca Dachverband Lehrerinnen und Lehrer Schweiz (LCH). Tutte le aule devono essere dotate di dispositivi di misurazione di CO2 entro la fine dell'anno.

Inoltre, le autorità devono rispondere alla richiesta fatta dalle due organizzazioni già nel 2017 di formare dei responsabili della protezione della salute e di creare al più presto degli incarichi nelle scuole. Questi esperti devono essere formati per rimediare alle carenze nella qualità dell'aria e della luce, nell'isolamento acustico o nell'ergonomia con proposte costruttive.

Salute psichica degli insegnanti

La crisi del Covid-19 ha lasciato stress e stanchezza fra gli insegnanti. I sindacati ritengono che la protezione della salute significhi anche prestare attenzione alla loro salute mentale, contribuendo a rendere la professione più attraente. Una buona formazione, salari e orari di lavoro equi faranno il resto.

Per i sindacati, si tratta di una necessità urgente vista la carenza di personale: già la scorsa estate, un terzo dei direttori scolastici ha dovuto far fronte ai posti vacanti con persone solo parzialmente o per niente qualificate.

Priorità alla vaccinazione

"L'importanza sistemica della formazione dei giovani dovrebbe anche essere chiaramente presa in considerazione. Ecco perché la chiusura delle scuole e la quarantena degli insegnanti dovrebbero essere evitate il più possibile", ha detto Olivier Solioz, vicepresidente del SER. LCH e il SER mantengono quindi la loro richiesta di dare priorità alla vaccinazione degli insegnanti.

Campi e escursioni

L'ultimo anno scolastico non è stato ordinario neppure per gli alunni. Le attività extrascolastiche come escursioni, campi o visite ai musei sono state ampiamente ridotte. Eppure queste esperienze non sono solo essenziali per raggiungere alcuni degli obiettivi di formazione, ma anche per lo sviluppo dei bambini e dei giovani.

È quindi importante che le quattro iniziative parlamentari sul tema attualmente pendenti nelle Camere federali siano accettate, dicono i sindacati. Renderebbero più facile l'organizzazione di attività extrascolastiche e le aziende di trasporto pubblico sarebbero tenute a offrire tariffe giornaliere a basso costo alle classi.

Formazione professionale

Anche la scelta della formazione professionale è stata interrotta dalla pandemia. I giovani hanno avuto difficoltà a trovare stage o apprendistati. Inoltre, se le aziende vogliono assumere i candidati presumibilmente migliori in una fase sempre più precoce, questo riduce le pari opportunità. Sarebbe disastroso se i giovani decidessero la professione sbagliata perché sotto pressione, affermano le organizzazioni. Al contrario, hanno bisogno di tempo e sostegno per fare una scelta formativa corretta e le aziende devono rispettare il calendario concordato.

Trasformazione digitale

La crisi ha anche evidenziato la necessità di guidare la trasformazione digitale nelle scuole in modo da fornire pari opportunità. Questo richiede più di semplici dispositivi e connessioni funzionanti, sottolineano i sindacati.

Gli insegnanti di tutti i livelli devono essere preparati attraverso una formazione iniziale e continua alla gestione dell'apprendimento digitale e analogico. Le scuole hanno anche bisogno di materiale didattico aggiornato e di supporto specialistico.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
dachverband leherinnen lehrer insegnanti scuole syndicat enseignants romands
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved