Svizzera

A Ruedi Lüthy il premio svizzero per i diritti umani

Il riconoscimento va quest'anno al medico elvetico per il suo impegno di lunga data contro l'epidemia di Aids in Africa

Lüthy (a destra) con il consigliere federale Ignazio Cassis ad Harare, nello Zimbabwe, lo scorso gennaio
(Keystone)
25 ottobre 2019
|

Berna – Ruedi Lüthy, medico elvetico che lotta da decenni contro l'epidemia di Aids e fondatore della Newlands Clinic ad Harare, capitale dello Zimbabwe, riceverà il premio svizzero per i diritti umani 2019.

L'onorificenza sarà consegnata il 7 dicembre a Berna, ha comunicato oggi la sezione svizzera della Società internazionale per i diritti umani (IGFM-CH). Tra i precedenti premiati vi sono in particolare il Dalai Lama, Cornelio Sommaruga, la Catena della solidarietà, Adolf Ogi, un gruppo delle '1000 donne per la pace', Dick Marty e l'ambasciatrice svizzera Heidi Tagliavini.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE