Olympiakos Piraeus
1
Tottenham
2
1. tempo
(1-2)
Club Brugge
0
Galatasaray
0
1. tempo
(0-0)
Visp
0
Sierre
0
1. tempo
(0-0)
Olympiakos Piraeus
CHAMPIONS UEFA
1 - 2
1. tempo
1-2
Tottenham
1-2
GUILHERME DOS SANTOS
14'
 
 
 
 
26'
0-1 KANE HARRY
 
 
30'
0-2 MOURA LUCAS
1-2 PODENCE DANIEL
44'
 
 
14' GUILHERME DOS SANTOS
KANE HARRY 0-1 26'
MOURA LUCAS 0-2 30'
44' 1-2 PODENCE DANIEL
Venue: Georgios Karaiskakis Stadium.
Turf: Natural.
Capacity: 33,310.
Referee: Gianluca Rocchi (ITA).
Assistant referees: Filippo Meli (ITA), Ciro Carbone (ITA).
Fourth official: Daniele Doveri (ITA).
Video Assistant Referee: Paolo Valeri (ITA).
Assistant Video Assistant Referee: Maurizio Mariani (ITA).
Sidelined Players: TOTTENHAM - Lo Celso (Injured).
MATCH SUMMARY: Sides last met in 1972/73 UEFA Cup.
Spurs won 4-0 at home, lost 1-0 away.
Hosts winless in 8 GROUP games: D1 L7.
Ultimo aggiornamento: 18.09.2019 19:51
Club Brugge
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
1. tempo
0-0
Galatasaray
0-0
Ultimo aggiornamento: 18.09.2019 19:51
Visp
LNB
0 - 0
1. tempo
0-0
Sierre
0-0
Ultimo aggiornamento: 18.09.2019 19:51
Ti-Press
Svizzera
23.05.2019 - 12:330

Tre bambini morti per maltrattamenti nel 2018

In totale circa 1'500 sono finiti in ospedale a seguito di violenze di vario genere, la maggior parte avvenute in famiglia

Tre bambini sono morti nel 2018 in Svizzera per maltrattamenti fisici, mentre quelli finiti in ospedali o reparti pediatrici per maltrattamenti veri o presunti sono stati circa 1'500. Un terzo di queste vittime aveva meno di quattro anni. Il fatto che i bambini siano maltrattati in giovanissima età è dovuto allo scarso controllo esterno in questa fase della loro vita, ha comunicato oggi la società pediatrica "Swiss Society of Paedriatrics" (SSP) che stila tale statistica da dieci anni, prendendo i dati da 20 dei 31 ospedali o reparti pediatrici ufficiali.

Nel 2018 le cliniche hanno registrato complessivamente 1'502 casi di sospetti o confermati maltrattamenti che sono stati trattati in modo ambulatoriale o stazionario, il 13% in meno rispetto all'anno precedente. La diminuzione, secondo la SSP è da attribuire a una modifica nella procedura di notifica presso una grossa clinica. Quest'ultima precedentemente aveva segnalato anche consulenze per violenza domestica.

Tra i casi registrati la violenza fisica rappresenta la percentuale maggiore (29%). Il 23,6% dei bambini sono stati maltrattati a livello psicologico, il 27% è stato trascurato e il 19,8% è stato vittima di violenza sessuale. Inoltre ci sono stati 10 casi di sindrome di Münchhausen per procura, disturbo mentale dei genitori che li spinge ad arrecare deliberatamente un danno fisico al figlio per farlo credere malato e attirare l'attenzione su di sé. Non è tuttavia possibile fare sempre una netta distinzione tra le diverse forme di abuso - sottolinea la SSP - in quanto spesso si verifica una combinazione di queste.

La distinzione per sesso è rimasta costante: nel 56% delle diagnosi le vittime di maltrattamenti erano bambine e nel 44% bambini. In caso di abusi sessuali le femmine sono state quattro volte più colpite dei maschi. Un terzo di tutti i fanciulli maltrattai avevano meno di quattro anni: 244 casi (16,2%) riguardavano bimbi nel loro primo anno di vita.

Con 1167 casi (77,7%) i maltrattamenti in famiglia sono stati di gran lunga i più frequenti. Gli autori sono per la maggior parte i padri: gli uomini con il 39,5% rappresentano la quota maggiore di tutti i responsabili. Per le donne la percentuale è del 24,9%. Uomini e donne - per lo più genitori - hanno commesso l'abuso insieme nel 26,6% dei casi. Nel 9% degli episodi, gli autori erano sconosciuti o non erano disponibili informazioni. Entrambi i genitori sono di solito ritenuti responsabili di abusi psicologici e trascuratezza. Gli autori di abusi sessuali sono per il 76,4% uomini. Un quarto di loro ha meno di 18 anni. In un caso su tre i colpevoli fanno parte della cerchia famigliare.

Di tutte le diagnosi di maltrattamenti il 61,5% sono state considerate come sicure, il 20,6% come probabili e il resto come non chiare. In un buon quarto dei casi di bambini giunti in clinica, l'autorità di protezione dei minori e degli adulti (KESB nella Svizzera tedesca, ARP in Ticino) era già stata coinvolta. Inoltre nel 27,6% dei casi i "gruppi di protezione dell'infanzia" degli ospedali pediatrici hanno segnalato i fatti a KESB e ARP. Le autorità di perseguimento penale sono intervenute l'anno scorso in 273 casi. In altri 65 un gruppo di protezione dell'infanzia ha raccomandato di farlo.

Potrebbe interessarti anche
Tags
casi
maltrattamenti
bambini
anni
tre bambini
autori
protezione
tre bambini morti
violenza
bambini morti
© Regiopress, All rights reserved