Svizzera
23.10.2015 - 19:350
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:13

Condannati a Reggio Calabria due membri della 'ndrangheta attivi a Frauenfeld

Antonio Nesci e Raffaele Albanese sono stati condannati ieri in primo grado davanti al Tribunale di Reggio Calabria rispettivamente a 14 e 12 anni ritenuti colpevoli di associazione di stampo mafioso, questa l’accusa nei loro confronti. I due, che erano stati arrestati nel 2014, sono accusati di far parte di una una cosca attiva danni in Svizzera, più precisamente nella capitale del Canton Turgovia, Frauenfeld, cosca che si ritiene sia legata alla ‘ndrangheta. Nella stessa città continuano a risiedere altre sedici persone, pure sospettate di far parte della medesima cosca e che si trovano al centro di una inchiesta che ha consentito per ora alla giustizia di mettere le mani solo su due di loro. Da Frauenfeld il ‘clan’ conduceva i suoi affari tra la Svizzera e l’Italia, in particolare attraverso il laviaggio di denaro sporco. La vicenda è destinata ad avere ulteriori sviluppi probabilmente anche sul nostro territorio dopo la sentenza di Reggio Calabria resa nota dalla Rsi.

© Regiopress, All rights reserved