RUUD C. (NOR)
RUUSUVUORI E. (FIN)
11:00
 
JEANJEAN L. (FRA)
PLISKOVA KA. (CZE)
11:00
 
BADOSA P. (ESP)
JUVAN K. (SLO)
11:00
 
KICHENOK N./OLARU R.
GOLUBIC V./TEICHMANN J.
11:00
 
caso-peng-la-tennista-smentisce-denunce-di-violenza-sessuale
Keystone
TENNIS
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
CALCIO
16 ore

‘La Coppa Svizzera deve essere soltanto l’antipasto’

Joe Mansueto per la prima volta in Ticino: ‘Il nostro è un impegno a lungo termine, il trofeo è uno stimolo in più. Lugano e Chicago sullo stesso piano’
Motociclismo
19 ore

Ritardi al KymiRing, e salta il Gp della Finlandia

Il protrarsi di lavori e pratiche per l’omologazione fanno slittare al 2023 il ritorno finnico del Motomondiale
Tennis
20 ore

Jil Teichmann avanza sul rosso di Parigi

Battuta in due set la sera Danilovic, l’elvetica stacca il biglietto per i sedicesimi del Roland Garros. Dove sfiderà la bielorussa Azarenka
Hockey
22 ore

Per il Lugano di McSorley c’è Oliwer Kaski

Il 26enne difensore, iridato con la maglia della Finlandia, vestirà la maglia bianconera per le prossime due stagioni
Hockey
22 ore

Lars Weibel: ‘La via tracciata è quella giusta’

Il direttore delle squadre nazionali è soddisfatto di quanto mostrato finora dalla Svizzera in Finlandia. ‘Hischier? Classe mondiale’
Hockey
1 gior

Filip Pesan nuovo tecnico del Losanna?

Il 44enne ex selezionatore della Repubblica Ceca avrebbe raggiunto un accordo valido per le prossime due stagioni con la società vodese
Hockey
1 gior

Scherwey lascia la Nazionale. ‘Lo devo al mio corpo’

Il club gli avrebbe concesso di restare, ma l’attaccante del Berna decide di tornare a casa per operarsi. ‘A un certo punto non sentivo più il piede’
Calcio
1 gior

L’apostrofo rosa tra il Botta e la Nazionale

Nel giorno del suo 31esimo compleanno Mattia Bottani festeggia la convocazione di Yakin: ‘Non ci credevo più, proverò a dimostrare che non si sbaglia’
CALCIO
1 gior

Al Grasshopper non meno di nove partenze

Le cavallette cambiano pelle in vista della prossima stagione. Al momento, cinque mancati rinnovi e quattro rientri dal prestito
tiro
1 gior

Vittoria di Oxana Baetscher ai Campionati cantonali juniores

All’84esima edizione della Giornata cantonale del giovane tiratore a 300 m, successo della pregassonese davanti a Luca Veglio e Alex Patocchi
scherma
1 gior

Ancora un titolo svizzero a squadre del Club Lugano Scherma

Ai Nazionali di spada di Neuchâtel, festeggiano le ragazze U20, battendo in finale il Ginevra di un solo punto. Quarto posto per le U17
PODISMO
1 gior

Oehen e Stampanoni trionfano al Tamaro Trail

Elhousine Elazzaoui ha invece migliorato il trentennale record della Giubiasco-Carena. Domenica in programma la Staffetta Vigor
Hockey
1 gior

Smacco Danimarca: la Slovacchia le soffia il posto all’ultimo

Tatar e compagni infliggono una severa lezione agli scandinavi. Mentre nell’altro girone anche gli Stati Uniti chiudono la prima fase con un successo
20.12.2021 - 08:38
Aggiornamento : 16:37

Caso Peng, la tennista smentisce denunce di violenza sessuale

La tennista cinese ha affrontato la questione in un’intervista a un quotidiano in cinese di Singapore. La Wta rimane ‘preoccupata’

Peng Shuai ha negato di aver mai accusato qualcuno di averla aggredita sessualmente, assicurando di essere sempre stata nella sua casa di Pechino senza che i suoi movimenti fossero limitati. La tennista cinese ha affrontato per la prima volta la questione di persona da quando è scomparsa dalla vista del pubblico all’inizio di novembre, dopo che un post sul suo account Weibo verificato aveva accusato l’ex vicepremier Zhang Gaoli di abusi sessuali. Peng ha parlato in una breve intervista avuta ieri con il quotidiano di Singapore in lingua cinese Lianhe Zaobao, a un evento a Shanghai della Federazione internazionale di sci di fondo.

Peng ha anche aggiunto che l’e-mail inviata a Steve Simon, presidente della Women’s Tennis Association (Wta, l’associazione del circuito professionistico femminile), per rassicurarlo sul suo stato era stata fatta “interamente di mia spontanea volontà”. Alla domanda sulle accuse fatte su Weibo (il Twitter cinese), cancellate dai censori di Internet del Great Firewall in pochi minuti, la tennista ha replicato: “In primo luogo, vorrei sottolineare un punto molto importante: non ho mai detto né scritto nulla che accusasse qualcuno di avermi aggredito sessualmente. Mi piace sottolineare questo punto molto chiaramente”.

Peng, che nelle immagini indossa una maglietta rossa, pantaloni neri, scarpe da ginnastica bianche e un piumino scuro con la scritta “Cina”, ha negato di essere sotto sorveglianza. Alla domanda specifica, infatti, ha risposto dopo una breve esitazione: “Perché dovrebbe essere così? Sono sempre stata molto libera”. Ha aggiunto di aver scritto la versione cinese dell’e-mail alla Wta “interamente di mia spontanea volontà”, ma il network statale Cgtn ne aveva pubblicato una versione tradotta in inglese ritenendo di non avere una sufficiente padronanza della lingua. “Ciò che è stato diffuso dalla Cgtn non era diverso da quello che intendevo trasmettere al presidente Simon”, ha aggiunto.

Sulla videochiamata avuta con il capo del Comitato olimpico internazionale Thomas Bach, Peng ha confermato di averla tenuta “da casa mia a Pechino”, aggiungendo di essergli grata per aver mostrato preoccupazione. Bach, tuttavia, era finito nella bufera delle critiche internazionali per non aver chiesto garanzie sulla sorte e lo stato della tennista durante il colloquio.

Sempre ieri, prima che si diffondesse l’intervista del Lianhe Zaobao, una giornalista del Global Times, Chen Qingqing, aveva twittato un filmato (e una foto) non verificato ricevuto da un “amico” della durata di pochi secondi in cui Peng sembra parlare con l’icona del basket cinese Yao Ming, ex star dell’Nba. Nella foto, invece, l’ex numero uno del ranking mondiale di doppio è in posa con Yao, altre due figure sportive cinesi di primo piano, quali la campionessa olimpica di vela Xu Lijia e la star del ping-pong in pensione Wang Liqin.

Peng, 35 anni, campionessa di doppio di Wimbledon e Open di Francia, è finita al centro di una tempesta mediatica globale dopo che il suo lungo post di denuncia è stato pubblicato su Weibo, accusando di abusi l’ex vicepremier Zhang Gaoli, 75 anni. La sua successiva scomparsa dal pubblico ha suscitato una diffusa preoccupazione internazionale, mobilitando anche Onu e Casa Bianca.

Wta: ‘Le apparizioni non alleviano le preoccupazioni sul benessere di Peng’

La Women’s Tennis Association (Wta), l’associazione del circuito professionistico del tennis femminile, rinnova i suoi timori sulla vicenda. “Queste apparizioni non alleviano o affrontano le significative preoccupazioni della Wta sul suo benessere e sulla sua capacità di comunicare senza censura o coercizione”, ha detto l’organizzazione in una nota, ribadendo di volere ancora un’indagine “completa, equa e trasparente, e senza censura”.

“Rimaniamo fermi nella nostra richiesta di un’indagine completa, equa e trasparente, senza censura, sulla sua accusa di violenza sessuale, che è la questione che ha dato origine alla nostra preoccupazione iniziale”, ha affermato la Wta in una nota. “È stato bello vedere di nuovo Peng Shuai in un ambiente pubblico e speriamo certamente che stia bene”, ma “come abbiamo costantemente affermato, queste apparizioni non alleviano o affrontano le preoccupazioni significative della Wta sul suo benessere e sulla sua capacità di comunicare senza censura o coercizione”, ha aggiunto l’associazione. La Cina, che non ha commentato direttamente il post iniziale di denuncia di Peng, ha criticato la scelta della Wta di sospendere i tornei in Cina e a Hong Kong, opponendosi “alla politicizzazione dello sport”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cina peng shuai tennis wta

TENNIS: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved