HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
9924
2
LucHC Lions
9797
3
Sparta Becherovka
9519
4
thibault_gav
9399
5
TrigoAce1
9389
6
Team Belozoglu
9376
7
FHM2223
9361
8
HC Kaski Male
9280
9
Team7
9234
10
Poitu
9203
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
5 ore

Tre punti d’oro per un affarone: l’Ambrì espugna Langnau

I biancoblù colgono un importantissimo successo nell’Emmental e fanno 4 su 4 contro i Tigrotti in stagione. Decisivo l’apporto della prima linea
CALCIO
7 ore

Aliseda all’ultimo respiro, il Lugano strappa un punto al Gc

Partita senza grosse emozioni che si chiude con un pareggio tutto sommato giusto e accettabile da entrambe le squadre
Basket
9 ore

Domati i Leoni ginevrini, Sam all’ultimo atto

A Montreux il Massagno di Robbi Gubitosa non stecca e si qualifica per l’ultimo atto di Coppa della Lega
Sci
13 ore

Shiffrin ancora davanti a tutte: 85esima vittoria per lei

La statunitense vince anche fra i paletti stretti di Spindleruv Mlyn e ora tallona Stenmark. Terzo posto per Wendy Holdener.
Tennis
14 ore

È Aryna Sabalenka la regina d’Australia

La bielorussa fa suo il primo Slam dell’anno. Battuta in finale, in tre set, Elena Rybakina al termine di una sfida durata due ore e mezza
Sci
14 ore

Rientro riuscito: Odermatt fa suo il primo superG di Cortina

Il nidvaldese non lascia scampo alla concorrenza. Ad accompagnarlo sul podio il norvegese Kilde (secondo a 35 centesimi) e l’italiano Casse
Basket
17 ore

Quasi 4 milioni per una maglia di LeBron James

Cifre da capogiro per l’asta di New York. L’oggetto più ambito la casacca indossata nel 2013 dal cestista
Calcio
21 ore

‘Carmelo Bene, male tutti gli altri’

In un libro di recente pubblicazione vengono raccolti alcuni degli scritti a sfondo sportivo firmati da un maestro del teatro italiano del Novecento
IL DOPOPARTITA
1 gior

Il Lugano ci prende gusto. ‘Però cerchiamo di badare al sodo’

Quarto successo filato per i bianconeri di Gianinazzi, che si confermano anche contro l’Ajoie. Il coach. ‘A me, però, la prima mezz’ora è piaciuta meno”
hockey
09.12.2022 - 22:46

Ambrì generoso ma sconfitto dal Ginevra

In casa della capolista i biancoblù sono stati sconfitti 5-2.

Tio/Sport, a cura di Red.Sport
ambri-generoso-ma-sconfitto-dal-ginevra
Hartikainen protagonista con la sua tripletta

Niente da fare per l’Ambrì, battuto 5-2 dalle Aquile a Les Vernets. Gli uomini di Luca Cereda hanno tenuto bene il ghiaccio nel primo periodo – terminato sull’1-1 – ma alla lunga non hanno potuto che cedere alla superiorità del Servette.

Fra i leventinesi è tornato a vedersi Heim, ristabilito prima di quanto ci si aspettasse. Il numero 44 si è ripreso il suo posto al centro del primo blocco, fra McMillan e Bürgler. Novità pure in terza linea, dove Wüthrich è stato schierato in maniera insolita al centro, spalleggiato da Marchand e Trisconi. Ammalato invece Shore, ancora escluso.

È stato un immediato botta e risposta a dare inizio alle ostilità. Winnik ha dapprima firmato l’1-0 dopo 48", ma subito dopo – durante il primo powerplay di serata – l’Ambrì ha ristabilito la parità con Hofer, a seguito di un’ottima triangolazione con Virtanen e Zwerger (2’11"). Nel prosieguo del primo periodo frequenti ribaltamenti di fronte hanno reso dinamica la contesa, senza però portare a ghiotte occasioni da gol.

Occasioni che non sono mancate invece nella seconda frazione, quantomeno sulla sponda ginevrina. Durante il periodo centrale infatti le Aquile hanno preso il largo grazie a un assolo di Hartikainen, capace di mettere a segno una tripletta in poco più di tredici minuti. Il finlandese è andato in rete a 20’50" (in powerplay), 28’12" e 33’58". L’ultimo è stato il sigillo che più ha fatto male all’Ambrì, in quanto figlio di un contrattacco scattato dopo un palo colpito da Zwerger. Da un possibile 3-2 si è passati dunque nel giro di pochi secondi all’effettivo 4-1, che di fatto ha messo in cassaforte i tre punti per il Servette.

Luca Cereda ha scelto di far riposare Juvonen nell’ultima frazione, lasciando spazio a Conz. I venti minuti finali hanno comunque avuto ancora qualcosa da dire. Tre ferri colpiti – due leventinesi e uno ginevrino – un rigore sbagliato da Filppula e anche una rete per parte.

Il gol di Zwerger a 47’20" aveva riacceso una fioca fiammella di speranza sulla sponda biancoblù, poi spenta totalmente una decina di minuti più tardi, quando Filppula si è rifatto del penalty fallito e ha segnato a porta vuota (57’37"). Parecchio nervosismo a ridosso – causa di ben nove penalità – che però non ha cambiato il risultato finale: 5-2 Ginevra.

Sabato i biancoblù torneranno sul ghiaccio di casa per affrontare il Langnau, nel tentativo di riscattarsi dopo la sconfitta odierna.

GINEVRA - AMBRÌ 5-2 (1-1; 3-0; 1-1)

Reti: 00’48" Winnik (Völlmin) 1-0; 2’11" Hofer (Zwerger, Virtanen) 1-1; 20’50" Hartikainen (Filppula, Omark) 2-1; 28’12" Hartikainen (Pouliot) 3-1; 33’58" Hartikainen (Omark) 4-1; 47’20" Zwerger (Virtanen) 4-2; 57’37" Filppula 5-2.

AMBRÌ: Juvonen; Z. Dotti, Heed; Burren, Virtanen; Fischer, Fohrler; I. Dotti, Zündel; McMillan, Heim, Bürgler; Chlapik, Spacek, Hofer; Marchand, Wüthrich, Trisconi; Zwerger, Grassi, Pestoni.

Penalità: 9x2’ Ginevra; 6x2’ Ambrì.

Note: Les Vernets, 6’293 spettatori. Arbitri: Borga, Mollard; Altmann, Huguet.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved