TSITSIPAS S. (GRE)
0
DJOKOVIC N. (SRB)
1
2 set
(3-6 : 6-6)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
9924
2
LucHC Lions
9797
3
Sparta Becherovka
9519
4
thibault_gav
9399
5
TrigoAce1
9389
6
Team Belozoglu
9376
7
FHM2223
9361
8
HC Kaski Male
9280
9
Team7
9234
10
Poitu
9203
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
13 ore

Tre punti d’oro per un affarone: l’Ambrì espugna Langnau

I biancoblù colgono un importantissimo successo nell’Emmental e fanno 4 su 4 contro i Tigrotti in stagione. Decisivo l’apporto della prima linea
CALCIO
15 ore

Aliseda all’ultimo respiro, il Lugano strappa un punto al Gc

Partita senza grosse emozioni che si chiude con un pareggio tutto sommato giusto e accettabile da entrambe le squadre
Basket
17 ore

Domati i Leoni ginevrini, Sam all’ultimo atto

A Montreux il Massagno di Robbi Gubitosa non stecca e si qualifica per l’ultimo atto di Coppa della Lega
Sci
21 ore

Shiffrin ancora davanti a tutte: 85esima vittoria per lei

La statunitense vince anche fra i paletti stretti di Spindleruv Mlyn e ora tallona Stenmark. Terzo posto per Wendy Holdener.
Tennis
22 ore

È Aryna Sabalenka la regina d’Australia

La bielorussa fa suo il primo Slam dell’anno. Battuta in finale, in tre set, Elena Rybakina al termine di una sfida durata due ore e mezza
Sci
23 ore

Rientro riuscito: Odermatt fa suo il primo superG di Cortina

Il nidvaldese non lascia scampo alla concorrenza. Ad accompagnarlo sul podio il norvegese Kilde (secondo a 35 centesimi) e l’italiano Casse
Basket
1 gior

Quasi 4 milioni per una maglia di LeBron James

Cifre da capogiro per l’asta di New York. L’oggetto più ambito la casacca indossata nel 2013 dal cestista
Calcio
1 gior

‘Carmelo Bene, male tutti gli altri’

In un libro di recente pubblicazione vengono raccolti alcuni degli scritti a sfondo sportivo firmati da un maestro del teatro italiano del Novecento
IL DOPOPARTITA
1 gior

Il Lugano ci prende gusto. ‘Però cerchiamo di badare al sodo’

Quarto successo filato per i bianconeri di Gianinazzi, che si confermano anche contro l’Ajoie. Il coach. ‘A me, però, la prima mezz’ora è piaciuta meno”
Altri sport
1 gior

Pattinaggio artistico, bronzo europeo per Lukas Britschgi

Lo sciaffusano grazie al miglior programma libero della carriera sale sul podio di Helsinki, alle spalle del francese Siao Him Fa e dell’italiano Rizzo
Hockey
1 gior

Il Lugano non si ferma e liquida anche l’Ajoie

I bianconeri, ora a 55 punti, non hanno lasciato scampo ai giurassiani, piegati 5-2 alla Cornèr Arena.
ciclismo
1 gior

Peter Sagan si ritira dal ciclismo su strada

Lo slovacco, triplice campione del mondo, da fine stagione si dedicherà unicamente alla mountain bike
26.11.2022 - 22:35
Aggiornamento: 27.11.2022 - 08:57

Un buon Ambrì cede alla distanza contro gli Zsc Lions

I biancoblù disputano due tempi di buon livello ma sprecano un doppio vantaggio, mentre i padroni di casa si affidano alle fiammate e al powerplay

di Giuliano Balmelli
un-buon-ambri-cede-alla-distanza-contro-gli-zsc-lions

L’Ambrì si presenta in pista con una formazione che vede il ritorno di Conz a difesa della gabbia. Di conseguenza rientra in formazione Shore, inserito al centro di Pestoni e Zwerger. Kneubuehler gioca con Spacek e Chlapik. Burren è acciaccato e quindi non è della partita.

Nei primi minuti di gioco sono i leventinesi a tenere maggiormente il disco e a farsi vedere dalle parti di Hrubec, pur senza creare troppo scompiglio. La prima vera occasione capita dopo quattro minuti al tandem Grassi-Trisconi che però non si concretizza. L’Ambrì trova al 7’ il goal del vantaggio, punto che però viene annullato per ostruzione sul portiere dopo la revisione al video degli arbitri. La seconda volta è quella buona, ed è ancora Pestoni a trovare la rete in powerplay da posizione ravvicinata. Al 13’45’’ il casco giallo Spacek raddoppia, raccogliendo il disco ribattuto dopo una prima conclusione dell’altro ceco Chlapik al termine di un’ottima azione corale. Poco più di un minuto più tardi Willy Riedi dimezza lo scarto, facendo tutto da solo e fulminando Conz sotto la traversa. I Lions trovano poi il modo di impattare la sfida sfruttando il powerplay: a segno Hollenstein.

Subito in entrata di periodo centrale i padroni di casa sfruttano un’altra situazione speciale per trovare il primo vantaggio di serata con Azevedo mentre Conz non vede nulla per lo schermo di Lammikko. Poco dopo Pestoni dà spettacolo in solitaria ma al momento di concludere alza troppo la mira. L’Ambrì è comunque presente, ma i successivi tentativi di Chlapik e ancora di Pestoni non hanno buon esito. A 7’ dalla seconda pausa Bürgler riesce a sfuggire alle maglie della difesa locale assieme a Marchand, ma il tiro del numero 91 biancoblù non impensierisce Hrubec. Sul finale di secondo tempo Bürgler fa tutto benissimo, ma una traversa clamorosa gli nega la rete.

Entrata di periodo nuovamente fatale per i leventinesi che incassano la quarta rete: la conclusione di Lammikko è una bordata. A nulla serve il challenge chiamato dalla panchina dell’Ambrì, con i giudici di linea che confermano il punto. Per gli ospiti la rete è una mazzata sul morale, ma gli zurighesi pensano soprattutto ad amministrare. Al 50’ Conz deve superarsi per fermare un’incursione: molto bello il suo intervento con il guantone. A due minuti e mezzo dalla fine Cereda tenta l’assalto togliendo Conz ma il risultato non cambia. Per i leventinesi arriva un nuovo fine settimana a secco.

Zsc Lions - Ambrì Piotta (2-2 1-0 1-0) 4-2

Reti: 8’18’’ Pestoni (Bürgler/esp. Lammikko) 0-1. 12’15’’ Spacek (Isacco Dotti) 0-2. 13’24’’ Riedi (Wallmark, Geering) 1-2. 16’53’’ Hollenstein (Andrighetto, Kukan/esp. Fohrler) 2-2. 21’04’’ Azevedo (Kukan, Andrighetto/esp. Heed) 3-2. 41’55’’ Lammikko 4-2.

Zsc Lions: Hrubec; Weber, Lehtonen; Kukan, Geering; Phil Baltisberger, Marti; Guebey; Riedi, Wallmark, Texier; Azevedo, Lammikko, Andrighetto; Hollenstein, Diem, Bodenmann; Chris Baltisberger, Sigrist, Bachofner; Sopa.

Ambrì Piotta: Conz; Heed, Zaccheo Dotti; Virtanen, Fischer; Fohrler, Isacco Dotti; Zündel; Grassi, Kostner, Trisconi; Bürgler, McMillan, Marchand; Chlapik, Spacek, Kneubuehler; Pestoni, Shore, Zwerger; Hofer.

Arbitri: Stricker, Mollard; Altmann, Gurtner.

Note: 12’000 spettatori. Penalità 5 x 2’ contro gli Zsc Lions; 6 x 2’ contro l’Ambrì Piotta. Tiri: 28-33 (9-10, 9-17, 10-6). Zurigo privo di Schäppi (infortunato), Roe (in sovrannumero), Waeber e Trutmann (ammalati). Ambrì senza Heim, Pezzullo, Stefan Müller, Burren (infortunati) e Juvonen (straniero in sovrannumero). Al 20’50’’ asta di Hollenstein. Al 39’45’’ traversa di Bürgler. Ambrì senza il portiere dal 57’33’’ al 58’16’’ e dal 58’27’’ a fine partita. Al 59’’49’’ timeout chiamato dall’Ambrì. Premiati a fine partita quali migliori giocatori dell’incontro Sven Andrighetto e Dario Bürgler.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved