HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
10543
2
LucHC Lions
10326
3
Sparta Becherovka
10067
4
TrigoAce1
9963
5
FHM2223
9960
6
Team Belozoglu
9935
7
thibault_gav
9863
8
HC Kaski Male
9846
9
Team7
9741
10
Chop
9713
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
4 min

Addio a ‘Ciro’ Blazevic

A lungo protagonista nel calcio svizzero come giocatore e allenatore, guidò la Croazia allo strepitoso 3° posto mondiale nel ’98
Calcio
12 ore

Flamengo nel pallone, Al Hilal in finale

La formazione saudita batte 3-2 i brasiliani e approda all’atto decisivo del Mondiale per club, dove sfiderà il Real o gli egiziani dell’Al Ahly
HOCKEY
14 ore

Gdt Bellinzona, è ancora tempo di emozioni

Dopo la semifinale di Coppa persa contro il Martigny, che quel trofeo l’ha poi vinto, da giovedì spazio alla magia playoff. ‘C’è il livello per salire’
Salto con gli sci
17 ore

Mondiali, Simon Ammann ci sarà

Il ‘Folletto del Toggenburgo’ farà parte del contingente rossocrociato per le gare iridate di Planica, previste dal 21 febbraio al 5 marzo
Atletica
17 ore

Moggi e Petrucciani da record a Macolin

I due ticinesi dell’Lcz tra i grandi protagonisti nel weekend, ma da segnalare ci sono anche i due primati di categoria stabiliti da Laura Torino Imberti
COSE DELL'ALTRO MONDO
17 ore

Una squadra in Europa? No, meglio quattro

La Nfl sta pensando di sbarcare sul Continente con un’intera division. Un’idea che non andrà in porto prima di un decennio, viste le molte incognite
Sci
18 ore

Lara a difesa del suo titolo iridato

In programma mercoledì a Méribel il superG femminile, con la ticinese – campionessa in carica – ovviamente fra le favoritissime
NATIONAL LEAGUE
19 ore

Il Berna mette le mani su Josh Teves

Il ventisettenne difensore canadese rinforzerà gli Orsi fino al termine della stagione: arriva dai finlandesi dell’Jyväskylä
Formula 1
19 ore

Nuovo look per l’Alfa Sauber

Livrea rosso-nera per la vettura del team con sede a Hinwil, che conferma i piloti Bottas e Zhou nel Mondiale che scatta il 5 marzo in Bahrain
Parigi 2024
19 ore

‘Niente russi finché c’è la guerra’

Anne Hidalgo, sindaca della capitale francese, cambia idea: ora è contraria alla presenza di Mosca alle Olimpiadi di Parigi del 2024
hockey
05.11.2022 - 21:53
Aggiornamento: 22:30

Riecco il volto bello del Lugano

Alla Cornèr Arena il Bienne è sconfitto per 5-3 grazie a una grande prova di volontà dei bianconeri

riecco-il-volto-bello-del-lugano
Arcobello e Josephs, entrambi in gol

I bianconeri sconfiggono il Bienne anche nel secondo scontro diretto per 5-3 e conclude così questa prima parte travagliata di stagione con un sorriso.

Con in porta Schlegel rientra in formazione Kaski, in linea con Guerra, Connolly viene promosso in prima linea, mentre Zanetti gioca al fianco di Thürkauf e Bennett. La partita non inizia nel migliore dei modi per il Lugano con una superiorità non sfruttata (e anzi un pericolo corso sull’iniziativa di Haas) e il Bienne che invece sfrutta la sua prima superiorità, grazie a un tiro di Yakovenko che passa sotto il gambale di Schlegel. Il Lugano però cresce e si crea un’occasione con Granlund, che tuttavia non riesce ad angolare a sufficienza il tiro. Il pareggio arriva comunque al 13’ grazie a Fazzini che infila Säteri nell’angolino alto in girata. I bianconeri continuano a spingere e vengono ricompensati in superiorità numerica al 17’ dal vantaggio di Arcobello lesto a ribadire in rete il disco ribattuto dalla traversa sul tiro di Connolly. Mirco Müller ha poi un’occasione per la terza rete, ma la sua conclusione finisce fuori, mentre quella di Yakovenko in powerplay è preda del guantone di Schlegel.

Il periodo centrale si apre con una ghiotta occasione non sfruttata da Granlund a cui fa seguito il pareggio di Brunner, involatosi solo contro Schlegel. Il Lugano però continua per la sua strada e si riporta in vantaggio con Kaski (al primo gol in bianconero) con l’involontaria deviazione di Rajala. Il Lugano potrebbe pagare il 1’47" di doppia superiorità numerica e il contropiede di Olofsson (ottimamente fermato da Schlegel), ma ciò non accade e al 38’, nel giro di 29", dà un’ulteriore sferzata alla partita, con le reti di Marco Müller (contropiede concluso con un tiro basso) e Josephs, grazie a un altro disco recuperato in zona neutra.

Il Lugano amministra bene il vantaggio nel periodo conclusivo e va pure vicino alla sesta rete, con Arcobello, che al 49’ colpisce il palo esterno. Il superamento, agevole, di una penalità contro Thürkauf a metà periodo rappresenta l’ultimo scollinamento verso un finale privo di insidie. Puramente aneddotico il gol di Lööv al 59’39".

Lugano - Bienne (2-1 3-1 0-1) 5-3
Reti: 5’20" Yakovenko (Hischier/esp. Marco Müller) 0-1, 12’54" Fazzini (Marco Müller) 1-1, 16’22" Arcobello (Connolly, Granlund) 2-1, 22’40" Brunner (Cunti) 2-2, 25’17" Kaski (Connolly) 3-2, 37’25" Marco Müller (Herburger) 4-2, 37’54" Josephs (Morini) 5-2, 59’39" Lööv (Künzle/esp. Mirco Müller e Tanner) 5-3.
Lugano: Schlegel; Alatalo, Mirco Müller; Andersson, Riva; Kaski, Guerra; Wolf; Connolly, Arcobello, Granlund; Fazzini, Herburger, Marco Müller; Zanetti, Thürkauf, Bennett; Gerber, Morini, Josephs; Vedova.
Bienne: Säteri; Rathgeb, Lööv; Yakovenko, Grossmann; Schneeberger, Forster; Delémont; Hischier, Sallinen, Rajala; Hofer, Haas, Olofsson; Brunner, Cunti, Künzle; Kessler, Schläpfer, Tanner; Maillard.
Arbitri: Stricker, Hungerbühler; Obwegeser, Duc.
Note: 4695 spettatori. Penalità: 6 x 2’ contro il Lugano, 6 x 2’ contro il Bienne. Tiri in porta: 29-26 (15-13, 8-7, 6-6). Lugano privo di Carr, Patry, Walker (infortunati), Stoffel (in soprannumero), Koskinen (straniero in soprannumero); Bienne senza Froidevaux, Stämpfli (in soprannumero). Al 16’21" traversa di Connolly, al 48’10" palo di Arcobello. Premiati a fine partita quali migliori giocatori in pista Marco Müller e Damien Brunner

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved