HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
EHC Rofels
5315
2
HC TUT-TUT
5251
3
HC Aspi Capitals
5248
4
HC Kaski Male
5199
5
LucHC Lions
5044
6
ASIA TEAM
5031
7
HC Klo10Flies
5031
8
AmStars
5027
9
SV Rokaner
5020
10
SR17
5006
ULTIME NOTIZIE Sport
SCI ALPINO
4 ore

Lara Gut-Behrami inizia con il botto

La ticinese si è imposta nel gigante di Killington, davanti all’italiana Bassino e alla svedese Hector
QATAR 2022
5 ore

Un buon Ambrì cede alla distanza contro gli Zsc Lions

I biancoblù disputano due tempi di buon livello ma sprecano un doppio vantaggio, mentre i padroni di casa si affidano alle fiammate e al powerplay
QATAR 2022
5 ore

Il genio di Messi tiene in vita l’Argentina

Al 69’ una rete da fuori area della Pulce stende il Messico (nel finale il raddoppio di Fernandez). Ma l’Albiceleste ancora non convince
QATAR 2022
8 ore

Doppietta di Mbappé, la Francia è agli ottavi

Battuta una Danimarca che ha saputo rispondere alla strapotenza transalpina, ma che dovrà giocarsi la qualificazione contro l’Australia
QATAR 2022
11 ore

La Polonia vince, l’Arabia Saudita si mangia le mani

La compagine europea in rete con Zielinski e Lewandowski, quella asiatica domina ma sbaglia un rigore con Al Dawsari. Szczesny migliore in campo
QATAR 2022
14 ore

All’Australia basta un gol di Duke

Grazie a una strenua difesa la Nazionale dell’Oceania resiste al tentativo di rimonta di una Tunisia che è quasi fuori dal Mondiale
CURLING
15 ore

Finali stregate, due medaglie d’argento per la Svizzera

Agli Europei di Östersund, Silvana Tirinzoni e compagne battute dalla Danimarca, il team di Yannick Schwaller superato dalla Scozia
Video
Qatar 2022
17 ore

Spogliatoio lasciato come... nuovo: il Giappone incanta

Dai tifosi ai giocatori nipponici il grande senso civico dimostrato nel ripulire spalti e cabine prima e dopo la vittoria contro la Germania
i mondiali dal divano
22 ore

Ipercinetico Armando: fenomenologia di un telecronista

Fra metafore, immagini, neologismi e modi di dire, Ceroni tramanda ai posteri un modo di fare giornalismo sportivo singolare e (forse) sottovalutato
HCAP
23.09.2022 - 22:36

L’Ambrì sbanca Porrentruy

I biancoblù infilano la quarta vittoria consecutiva, vincendo in terra giurassiana dopo il supplementare per 5-4

Tio/Sport, a cura di Red.Sport
l-ambri-sbanca-porrentruy
Il momento decisivo

Quella fra Ajoie e Ambrì era una partita d‘alta classifica fra due squadre che hanno iniziato bene il campionato, oltre le più rosee aspettative. Ad allungare la striscia positiva sono stati i leventinesi, impostisi in terra giurassiana 5-4 dopo l’overtime e capaci di inanellare la quarta vittoria in altrettanti incontri (tre delle quali dopo i 60’).

Andati velocemente sul 3-0 in 15’, i biancoblù sono comunque riusciti a portare a casa altri due punti rimanendo pertanto imbattuti in questo ancor giovanissimo campionato. Quella di Porrentruy, dopo l’accelerata iniziale dell’HCAP, è stata una partita decisamente pazza con continui rovesciamenti di fronte.

A livello di formazione Luca Cereda ha puntato su Benjamin Conz in porta e su Brandon McMillan in attacco, entrambi al rientro dopo la sfida giocata venerdì scorso a Friborgo. In sovrannumero Trisconi.

Gli ospiti hanno impiegato appena 44’’ per passare: Bürgler ha spedito in mezzo un disco che Kneubuheler ha infilato alle spalle dell’ex Ciaccio. Nemmeno 4’ più tardi i leventinesi hanno realizzato anche il 2-0 con Heim, andato a deviare una conclusione dalla blu di Burren. Una staffilata partita dal bastone di Tim Heed al 14’03’’ ha addirittura portato la formazione ticinese sul 3-0. Tutto (quasi) finito? Macché

In occasione della prima superiorità numerica, dopo tanto soffrire, l’Ajoie ha scagliato diverse conclusioni su Conz Quella vincente l’ha trovata al 18’ Martin Bakos (anche se in realtà si è trattata di una sfortunata autorete di Isacco Dotti), andata ad accorciare le distanze.

A iniziare bene il periodo questa volta sono stati i giurassiani i quali - con una bel tiro dalla blu dell’ex Alain Birbaum - hanno accorciato ulteriormente le distanze, accendendo l’entusiasmo della Raiffeisen Arena.

Dopo un’inferiorità di totale sofferenza è però stato l’Ambrì a colpire: assist al bacio di McMillan per Spacek e gol del 4-2. Gol al quale ha risposto nuovamente l’Ajoie con Asselin, che al 35’42’’ ha portato i suoi di nuovo a -1.

Scesi in pista con il desiderio di ricucire lo strappo, gli uomini di Filip Pesan al 41‘25’’ hanno impattato la sfida con una deviazione molto bella di Schmutz davanti a Conz. Da segnalare prima del 60’ un’asta colpita da Burren e una grande occasione di Hofer al 58’.

Nell’overtime è infine giunta la zampata vincente dell’Ambrì, a firma Virtanen.

AJOIE-AMBRÌ 4-5 d.s. (1-3, 2-1, 1-0 0-1)
Reti: 00’44’’ Kneubuheler (Bürgler, Burren) 0-1; 4’42’’ Heim (Burren) 0-2; 14’03’’ Heed (I.Dotti, Heim) 0-3; 17’47’’ Bakos (Asselin. 5c4) 1-3; 23’09’’ Birbaum (Devos, Brennan) 2-3; 28’17’’ Spacek (McMillan, I.Dotti) 2-4; 35’42’’ Asselin 3-4; 41’25’’ Schmutz (Devos, Fey) 4-4; 61’44’’ Virtanen (Spacek) 4-5.
Ambrì: Conz; I.Dotti, Heed; Burren, Virtanen; Z.Dotti, Fohrler; Fischer, Zündel; Chlapik, Spacek, Hofer; Kneubuheler, Heim, Bürgler; Zwerger, Shore, Pestoni; McMillan, Kostner, Grassi.
Penalità: 4x2’ contro entrambe le squadre
Note: Raiffeisen Arena, 4’386 spettatori. Arbitri: Wiegand, Ströbel; Steenstra, Burgy.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved