26.08.2022 - 12:16
Aggiornamento: 17:34

Licenza senza ‘se’ e senza ‘ma’ per i Ticino Rockets

Nessun vincolo finanziario né infrastrutturale per il club rivierasco, che il 16 settembre sarà sul ghiaccio per il primo impegno stagionale

licenza-senza-se-e-senza-ma-per-i-ticino-rockets
Ti-Press
Landry sembra già guardare alla stagione entrante

A poche settimane dall’ingaggio d’apertura del campionato di Swiss Leage, i Ticino Rockets hanno ottenuto dalla competente commissione la licenza per la stagione 2022/23, senza riserve finanziarie o infrastrutturali legate alla Raiffeisen BiascArena.

La licenza, fa sapere il club, ottenuta anche quest’anno con la dicitura ‘verde’, senza dunque alcun tipo di condizione supplementare, "è motivo d’orgoglio per tutta la società, che può ora guardare con ottimismo alla prossima stagione di Swiss League. Un’attestazione della solidità sportiva, organizzativa e finanziaria di un progetto che, per la sua stessa natura, vive un nuovo inizio ogni anno, ma che conferma sempre la propria validità e importanza".

"La situazione creatasi con l’indipendenza della Swiss League e il mancato apporto finanziario derivante dai diritti televisivi è motivo di preoccupazione anche per i Ticino Rocktes, che da sempre hanno ritenuto un passo avventato ed eccessivamente ambizioso quanto voluto con la costituzione Swiss League Ag a cui di fatto si è stati costretti ad aderire – osserva ancora la società rivierasca –. Si ritiene che il ruolo della Swiss League debba essere complementare alla National League, soprattutto con l’obiettivo di essere una lega di formazione e di sviluppo di giovani giocatori, a cui i Rockets, per loro stessa natura, ritengono di aderire a pieno titolo".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved