ZVEREV A. (GER)
3
BAEZ S. (ARG)
2
fine
(2-6 : 4-6 : 6-1 : 6-2 : 7-5)
RAMOS-VINOLAS A. (ESP)
2
ALCARAZ C. (ESP)
1
4 set
(1-6 : 7-6 : 7-5 : 5-4)
DJOKOVIC N. (SRB)
3
MOLCAN A. (SVK)
0
fine
(6-2 : 6-3 : 7-6)
BENCIC B. (SUI)
0
ANDREESCU B. (CAN)
0
1 set
(4-2)
STRICKER D. (SUI)
0
BERGS Z. (BEL)
1
2 set
(1-6 : 3-3)
la-sfida-vista-da-ambri-saranno-i-duelli-la-chiave
Ti-Press
Non è ancora tempo di tirare il fiato
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
CALCIO
35 min

‘La Coppa Svizzera deve essere soltanto l’antipasto’

Joe Mansueto per la prima volta in Ticino: ‘Il nostro è un impegno a lungo termine, il trofeo è uno stimolo in più. Lugano e Chicago sullo stesso piano’
Motociclismo
3 ore

Ritardi al KymiRing, e salta il Gp della Finlandia

Il protrarsi di lavori e pratiche per l’omologazione fanno slittare al 2023 il ritorno finnico del Motomondiale
Tennis
5 ore

Jil Teichmann avanza sul rosso di Parigi

Battuta in due set la sera Danilovic, l’elvetica stacca il biglietto per i sedicesimi del Roland Garros. Dove sfiderà la bielorussa Azarenka
Hockey
6 ore

Per il Lugano di McSorley c’è Oliwer Kaski

Il 26enne difensore, iridato con la maglia della Finlandia, vestirà la maglia bianconera per le prossime due stagioni
Hockey
7 ore

Lars Weibel: ‘La via tracciata è quella giusta’

Il direttore delle squadre nazionali è soddisfatto di quanto mostrato finora dalla Svizzera in Finlandia. ‘Hischier? Classe mondiale’
Hockey
21 ore

Filip Pesan nuovo tecnico del Losanna?

Il 44enne ex selezionatore della Repubblica Ceca avrebbe raggiunto un accordo valido per le prossime due stagioni con la società vodese
Hockey
22 ore

Scherwey lascia la Nazionale. ‘Lo devo al mio corpo’

Il club gli avrebbe concesso di restare, ma l’attaccante del Berna decide di tornare a casa per operarsi. ‘A un certo punto non sentivo più il piede’
Calcio
23 ore

L’apostrofo rosa tra il Botta e la Nazionale

Nel giorno del suo 31esimo compleanno Mattia Bottani festeggia la convocazione di Yakin: ‘Non ci credevo più, proverò a dimostrare che non si sbaglia’
CALCIO
1 gior

Al Grasshopper non meno di nove partenze

Le cavallette cambiano pelle in vista della prossima stagione. Al momento, cinque mancati rinnovi e quattro rientri dal prestito
tiro
1 gior

Vittoria di Oxana Baetscher ai Campionati cantonali juniores

All’84esima edizione della Giornata cantonale del giovane tiratore a 300 m, successo della pregassonese davanti a Luca Veglio e Alex Patocchi
scherma
1 gior

Ancora un titolo svizzero a squadre del Club Lugano Scherma

Ai Nazionali di spada di Neuchâtel, festeggiano le ragazze U20, battendo in finale il Ginevra di un solo punto. Quarto posto per le U17
PODISMO
1 gior

Oehen e Stampanoni trionfano al Tamaro Trail

Elhousine Elazzaoui ha invece migliorato il trentennale record della Giubiasco-Carena. Domenica in programma la Staffetta Vigor
Hockey
1 gior

Smacco Danimarca: la Slovacchia le soffia il posto all’ultimo

Tatar e compagni infliggono una severa lezione agli scandinavi. Mentre nell’altro girone anche gli Stati Uniti chiudono la prima fase con un successo
Altri sport
1 gior

‘Dopo Merckx e Cancellara, riecco il ciclismo nel Mendrisiotto’

Presentata la 5ª tappa del Tour de Suisse in agenda il 16 giugno sulle strade che hanno già vissuto epiche battaglie. ‘Favorito Marc Hirschi’
CICLISMO
1 gior

Tappa a Hirt, Hindley rosicchia 4” alla maglia rosa Carapaz

Nella giornata del Mortirolo, al Giro d’Italia si impone il ceco, davanti al giovane olandese Arensman. Domani altra frazione di montagna
CALCIO
1 gior

Pascal Besnard lascia la presidenza del Servette

Didier Fischer, patron della Fondazione 1890, diventa amministratore del club e rileva ad interim la carica dell’ex giocatore granata
26.01.2022 - 21:01

La sfida vista da Ambrì. ‘Saranno i duelli, la chiave’

Cereda lancia la sesta sfida con il Lugano, ultimo sforzo prima della pausa. ‘Sarà benefica: le scorie post contagio non si sono del tutto dissipate”

L’ultimo sforzo prima della pausa. Di quasi un mese. Domani alla Cornèr Arena, i biancoblù scenderanno in pista per il derby numero 245 della storia, il sesto (e ultimo) della stagione regolare 2021/22, nonché per il loro quarto impegno negli ultimi sei giorni. «Questa sarà una pausa lunga, la cui gestione giocherà un ruolo fondamentale per l’ultima parte della stagione regolare, quella decisiva per la volata a playoff e pre-playoff – premette il coach dell’Ambrì Piotta Luca Cereda –. Sarà, non da ultimo, una pausa benefica, visto che le scorie derivanti dall’ultima ondata di contagi che ha investito il nostro spogliatoio non si sono del tutto dissipate. E non fatico a credere che per parecchi altri club sia lo stesso. Per cui non è nemmeno un male che arrivi questo nuovo break, utile in particolare per recuperare la condizione psicofisica ideale».

‘Non c’è Schlegel? Per noi non fa molta differenza’

Prima di pensare a tirare il fiato, c’è però appunto un altro impegno di quelli che richiedono parecchie energie: il derby... «Già, e per questo, dopo la partita dell’Hallenstadion alla fine abbiamo optato per concedere una giornata di libero ai giocatori, cancellando l’allenamento della vigilia. Quattro partite in sei giorni rappresentano un carico non indifferente, ragion per cui le energie vanno dosate per evitare di arrivare in fondo alla volata col fiato corto. Ed è appunto per evitare di trovarci in questa situazione proprio nel derby che abbiamo deciso di lasciare a riposo la squadra». Anche perché, oltre al prestigio, la sesta ‘stracantonale’ della stagione in palio metterà tre punti pesantissimi per entrambe le squadre. «Viste le premesse, questo derby sarà un’autentica battaglia, fino alla terza sirena, se non oltre... Chi la vincerà? Sicuramente avranno un peso, probabilmente decisivo, i duelli: chi ne vincerà di più avrà buone chance di mettere le mani sulla posta in palio».

L’infortunio occorso a Schlegel a Zugo e la conseguente quasi scontata titolarizzazione di Irving sul fronte Lugano (che dunque sarà giocoforza completato da soli tre stranieri di movimento) cambia qualcosa per voi? «No, per noi non fa molta differenza. Ciò che conta è il tipo di gioco praticato dall’avversario che hai di fronte, e relativamente chi sono gli interpreti. E sotto questo aspetto il Lugano, avendolo già affrontato cinque volte in stagione, lo conosciamo abbastanza bene. I precedenti sono stati tutti parecchio combattuti, e niente mi fa credere che il sesto capitolo possa essere diverso».

Al derby numero 245 della storia l’Ambrì Piotta si presenta in scia al passo falso di Zurigo: dopo averci dormito su una notte, come valutare la prestazione dell’Hallenstadion? «Malgrado il nostro inizio di confronto non sia stato degli ottimali, siamo stati capaci di rimanere ampiamente in partita fino a una decina scarsa minuti dal termine, e questo è sicuramente un punto positivo da cui ripartire. All’Hallenstadion la nostra prestazione è stata un graduale crescendo; peccato però che non siamo riusciti a sfruttare a sufficienza il nostro miglior momento: l’avessimo fatto, l’esito finale avrebbe anche potuto essere diverso. Allo stesso tempo, abbiamo anche fatto troppe concessioni a un avversario molto bravo a sfruttare a suo favore questo genere di opportunità». Tolto il punteggio, al tecnico di Sementina non sono comunque mancate le indicazioni positive nella partita di martedì: «Sì, soprattutto per lo spirito combattivo che hanno mostrato i miei ragazzi, in grado di giocare alla pari dell’avversario fino a poco prima della terza sirena. Sono stati bravi a non perdersi dopo i primi trenta minuti, continuando anzi a lottare e a crederci, a credere nelle loro possibilità. Hanno continuato a lavorare, con pazienza, e sono stati ripagati, anche se purtroppo non a sufficienza».

‘Moses? Finora ha portato tanta energia al gruppo’

L’ultimo impegno prima della pausa olimpica sarà all’insegna della continuità in casa biancoblù o sono da prevedere cambiamenti nello schieramento tattico? «Tutti i giocatori che ho schierato martedì hanno chiuso regolarmente la partita, ragion per cui, salvo sorprese, dovrebbero essere regolarmente a disposizione. Qualche ritocco potrebbe esserci, ma niente di rivoluzionario». L’unica defezione certa è dunque quella del solito Hächler. Salvo ripensamenti, quello di domani potrebbe dunque essere il ‘battesimo’ del derby per l’ultimo arrivato, Steve Moses: che tipo di giocatore è? «Finora ha mostrato buone cose. Non era semplice arrivare in un gruppo completamente nuovo a metà stagione, e per giunta reduce da un lunghissimo stop per infortunio, ma Steve ha saputo inserirsi in maniera egregia, dando inoltre un grande apporto alla squadra. Gli avevamo chiesto di portare energia al gruppo, e in queste prime partite l’ha fatto molto bene: siamo estremamente contenti di averlo con noi in questo periodo».

Come gestirete la pausa olimpica? «Per qualche giorno staccheremo la spina: dopo il derby, i ragazzi avranno una settimana di vacanza. Dopodiché ci rimetteremo al lavoro con lo scopo di farci trovare pronti per la ripresa, fissata per il 22 febbraio a Losanna». Ci saranno anche amichevoli durante questa tregua dal campionato? «Sarebbe ideale programmare un paio di test al fine di mantenere il ritmo della competizione nelle gambe: stiamo lavorando in questo senso».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
derby hc ambrì piotta hockey national league

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved