niente-poker-per-l-ambri-piotta-battuto-dallo-zugo
+1
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
HOCKEY
9 ore

Dario Simion e il formato Nhl. ‘Ma adesso la mia testa è qui’

Il ticinese si gode il momento in un finale di stagione travolgente, oltre alla stima di Patrick Fischer. ‘A Zugo Dan Tangnes non mi dava pace’.
Tennis
9 ore

La maledizione di Thiem: ancora fuori al primo turno

Di ritorno dopo 9 mesi di stop, l’austriaco ex numero 3 al mondo non riesce più a vincere: a Ginevra è stato battuto in due set dall’italiano Cecchinato
Calcio
10 ore

Fc Lugano, ora spetta al club la giocata vincente

Dopo il capolavoro di staff e giocatori capaci di conquistare la Coppa, tocca ai nuovi dirigenti trovare il mondo giusto per cavalcare l’entusiasmo.
TENNIS
12 ore

Golubic avanza finalmente anche sulla terra rossa

La zurighese ha facilmente avuto la meglio sulla tedesca Morderger (Wta 379). Prossima avversaria la vincente di Ferro-Gabueva
PODISMO
12 ore

Boggini e Solari vincono la seconda Comano Run

Sono stati 538 nelle varie categorie ad affrontare il percorso di 9 km. Bernasconi e Mideo (uomini), Barloggio e Bragagnolo (donne) completano il podio
Hockey
12 ore

L’ultima volta di René Matte. ‘Dopo questa lascio’

Vice di Bozon sulla panchina della Francia ai Mondiali e assistente di Cereda in campionato su quella dell‘Ambrì. ‘Luca è il mio capo, ma anche un amico’
NUOTO
12 ore

Celine Weil e Mattia Mauri campioni nazionali nei 5 km

La prova si è svolta nella piscina del bagno pubblico di Bellinzona. Appassionante la gara maschile, con appena 4” a decretare la vittoria del ticinese
PALLANUOTO
12 ore

Amara sconfitta per gli Sharks a Hogen

Ticinesi poco lucidi e troppo imprecisi, battuti per la seconda volta in stagione dalla compagine zurighese
RUGBY
12 ore

Vittoria di spessore (non solo numerico) per il Lugano

La compagine ticinese ha superato 79-0 il La Chaux-de-Fonds con quattro delle dodici mete complessive firmate dal giovane ticinese Kleiner
17.09.2021 - 22:11
Aggiornamento : 23:19

Niente poker per l’Ambrì Piotta, battuto dallo Zugo

Prima sconfitta stagionale per i biancoblù, che passano per primi (con McMillan), ma si fanno rimontare e superare dai campioni in carica

Sono venti minuti giocati su un buon ritmo quelli che propongono allo Stadio Multifunzionale Ambrì Piotta ae Zugo. Con i campioni svizzeri che vanno per primi a saggiare i riflessi di Damiano Ciaccio, tornato titolare a difesa della gabbia biancoblù (mentre sull’altro fronte Tangnes manda in pista Hollenstein al posto di Genoni). Ma i primi a trovare il gol sono gli uomini di Cereda, e lo fanno con McMillian, che dopo essere stato sganciato da Pestoni, resiste al tentativo di cinturamento da parte di Kreis e poi va a fintare Hollenstein prima di despositare il disco in rete. L’occasione del raddoppio arriva quando Simion si fa spedire sulla panchina dei penalizzati. Il gol però arriva sull’altro fronte: un maldestro tentativo di passaggio di Zwerger per Pestoni fa partire in break Djoos, che non lascia scampo a Ciaccio: 1-1. I primi venti minuti si chiudono poi con i padroni di casa in avanti.

Il tempo di mezzo si apre con i leventinesi in avanti grazie a una superiorità ereditata dal primo periodo. I biancoblù sono pericolosi, ma non passano. Poco prima di metà partita Ciaccio compie una sorta di miracolo su Suri (che vanamente reclama il gol). La rete però è nell’aria, e si materializza nemmeno mezzo minuti più tardi, a firma di Senteler in powerplay. E a meno di mezzo minuto dalla seconda pausa, in coda a un paio di minuti di forcing dei padroni di casa, Hansson porta il punteggio sull’1-3.

L’Ambrì non ci sta ad arrendersi così, e inizia il terzo tempo spingendo per tornare in partita. Per i primi cinque minuti abbondanti dell’ultima frazione, i biancoblù si istallano dalle parti di Hollenstein, che però non deve fare gli straordinari: spesso i tiri dei leventinesi finiscono o fuori misura o deviati nella selva di gambe e bastoni davanti alla porta. Ma al 48’52" lo Zugo fa poker, con Herzog, e a quel punto il match è praticamente pronto da essere consegnato agli archivi. I leventinesi spingono ancora, ma a quel punto per i campioni svizzeri è un gioco controllare il resto della partita e portare a casa il loro quinto successo (in cinque partite) di questa stagione.

Ambrì Piotta - Zugo (1-1 0-2 0-1) 1-4

Reti: 4’41" McMillan (Pestoni) 1-0. 14’05" Djoos (Suri/esp. Simion!) 1-1. 30’17" Senteler (Simion, Suri/esp. Fohrler) 1-2. 39’35" Hansson (Herzog) 1-3. 48’52" Herzog (Martschini) 1-4.

Ambrì Piotta: Ciaccio; Fohrler, Zaccheo Dotti; Fora, Isacco Dotti; Hietanen, Burren; Hächler; Trisconi, Kostner, Bianchi; Kozun, Regin, Kneubuehler; Bürgler, Heim, Zwerger; Dal Pian.

Zugo: Hollenstein; Hansson, Stadler; Cadonu, Djoos; Schlumpf, Gross; Kreis; Hofer, Leuenberger, Bachofner; Simion, Kovar, Suri; Klingberg, Senteler, Allenspach; Martschini, Müller, Herzog.

Arbitri: Tscherrig, Hebeisen; Burgy, Duarte.

Note: 6’214 spettatori. Penalità: 5 x 2’ contro l’Ambrì Piotta; 8 x 2’ contro lo Zugo. Tiri in porta 37-30 (10-11, 14-14, 13-5). Ambrì Piotta senza D’Agostini (infortunato) e Fischer (motivi familiari); Zugo privo di Zehnder e Lander (soprannumero). Premiati quali migliori in pista Brandon McMillan e Luca Hollenstein.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ambrì hc ambrì piotta hockey national league

HOCKEY: Risultati e classifiche

Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved