buona-la-prima-per-il-lugano-steso-il-rapperswil
Chi ben comincia è a metà dell'opera (Ti-Press/Crinari)
+5
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 FANTASY HOCKEY
1
OjeOje
26516
2
Minoly
25871
3
HC Petronilla
22546
4
O la va O la spacca
20540
5
Highline Giazz
19440
6
Capseicina Peppers
19371
7
Suomi22
19028
8
clotkamikazzze
17539
9
clotazzzzz
16939
10
Fazz17
16011
ULTIME NOTIZIE Sport
CALCIO
7 ore

Con questo Lugano fa festa anche il Vaduz

Bianconeri messi sotto dalla penultima in classifica, nonostante un perdominio territoriale tanto ampio, quanto sterile
Calcio
8 ore

Un punto per il Bellinzona

Termina 1-1 la sfida del Comunale tra i granata e l'Yf Juventus. I ticinesi non riescono ad allungare sul Köniz
Hockey
1 gior

Lo Zugo completa l'opera: Hofmann regala il secondo titolo

Una doppietta del numero 15 trascina gli uomini di Tangnes al terzo e decisivo successo nella finale con un Servette che ci crede fino a 11 minuti dalla fine
Calcio
1 gior

Chiasso batte Winterthur. E sono tre punti che pesano

Grazie a due gol di Hadzi e Manicone nella ripresa, i rossoblù continuano a credere nella salvezza. 'Tre partite in pochi giorni, e chi non regge è fuori'
HOCKEY
1 gior

L'Ambrì a forza quattro: ‘Sì, ammetto che lo stadio ci aiuta’

Dopo il danese Regin ecco Heim, Burren, Bürgler e Pestoni. ‘C'è chi apprezza la sicurezza a cifre più contenute’, spiega il direttore sportivo Paolo Duca
Hockey
1 gior

A Riga la Svizzera ci andrà anche con Meier e Hischier

Niente Mondiali per contro per Pius Suter, mentre al gruppo potrebbe ancora unirsi l'ex bianconero Kurashev
Tennis
1 gior

A Madrid Nadal si ferma ai quarti di finale

Il maiorchino subisce la legge di Zverev: il tedesco liquida la pendenza con un doppio 6-4 e sfiderà Thiem in finale
Calcio
1 gior

Maurizio Jacobacci e gli attributi (da ritrovare) del Lugano

Dopo la brutta prestazione di Zurigo (3-0 e quarta sconfitta nelle ultime 5 partite) il tecnico bianconero si aspetta una reazione domani contro il Vaduz
Automobilismo
1 gior

Mercedes e Red Bull alla resa dei conti in Spagna

Il duello si ripete. Scuderie in cerca di risposte dopo i risultati del Gran Premio del Portogallo a Portimao
CALCIO
1 gior

La Ftc ribadisce: i campionati non possono riprendere

Presa di posizione della federazione ticinese, la quale renderà partecipe l'Asf della decisione maturata
Hockey
1 gior

Un francese positivo: la Svizzera non gioca più

Dopo la partita di stasera salta anche quella di sabato: ritiro interrotto in anticipo, giocatori liberi fino a martedì. Ma ci saranno due nuovi test a Riga
ATLETICA LEGGERA
1 gior

Il Lido ospita i Csi giovanili a squadre

Sabato in gara 23 compagini in rappresentanza di sette società ticinesi. Giornata riservata alle categorie U14, U16 e U18
Hockey
13.04.2021 - 22:100
Aggiornamento : 23:17

Buona la prima per il Lugano: steso il Rapperswil

I bianconeri iniziano con il piede giusto la serie dei quarti di finale con i sangallesi, superati alla Cornèr Arena per 6-2

È un Lugano a trazione anteriore quello che si presenta in pista per il primo tempo di gara 1 dei quarti di finale con il Rapperswil. Gli uomini di Pelletier iniziano pigiando sa subito sull'acceleratore e partorendo subito in entrata un paio di buone occasioni. I sangallesi, diretti dall'assistente Niklas Gällstedt vista l'assenza di Tomlinson, si salvano anche alla bell'e meglio. Ma finiscono ben presto col capitolare: al 3'54" Suri in backhand infila il disco fra i gambali di Nyffeler inaugurando le danze alla Cornèr Arena. Subito dopo, in rapida successione, i bianconeri si procurano diverse altre occasioni per il possibile raddoppio, prima con Fazzini, poi con Bertaggia e infine con Arcobello, che dopo aver soffiato il disco a centro pista a Wetter punta dritto sul portiere avversario, che però vince il duello personale. Ma quando Fazzini si fa espellere, il Rapperswil non perdona: il pareggio arriva a firma di Schweri, che insacca un rebound concesso da Schlegel su tiro di Lehmann. In chiusura della prima frazione Bürgler trova nello slot Arcobello, ma il topscorer del Lugano è forse troppo sotto porta per convergere a rete. Il primo tempo si chiude così in perfetta parità: 1-1.

Cervenka costretto a gettare la spugna

Il secondo tempo si apre con un colpo di scena: il Rapperswil si ripresenta infatti sul ghiaccio orfano del suo casco giallo Cervenka, tolto di scena da una discata di Welliner nel finale del primo periodo. E con il loro fuoriclasse k.o., i sangallesi faticano a ritrovare una manovra sufficientemente efficace per contrastare la manovra del Lugano. Che, però, non spinge come aveva fatto nei venti minuti iniziali. Ma quanto basta per ritrovare il vantaggio grazie a un'astuzia di Lajunen, che al 22'59", col Lugano in superiorità numerica (espulso Scheidegger) sorprende Nyffeler da posizione angolata. Poi il ritmo della partita cala sensibilmente, e le due squadre non producono più grandi cose, con i padroni di casa che sembrano più intenti a controllare che colpire, e gli ospiti ridimensionati dall'improvvisa defezione di Cervenka.

Loeffel in entrata di terzo tempo porta a due le lunghezze di vantaggio per il Lugano con un tiro al volo preciso su passaggio di Fazzini, ma appena nove secondi dopo Profico riporta sotto i suoi. Ma il pirotecnico avvio di terzo tempo regala subito dopo un'altro gol: lo segna Bürgler, che riporta il Lugano avanti di due reti: 4-2. A quel punto gli uomini di Serge Pelletier cercano anche la quinta segnatura, quella che con tutta probabilità metterebbe la parola fine all'incontro, mettendo sotto assedio la porta presidiata da Nyffeler. Tanta insistenza porta però a un eccessivo sbilanciamento dell'assetto della squadra, con il Rapperswil che a sua volta sfiora la rete. Il punteggio però non cambia, né su un fronte né sull'altro. Fino al 52'25" quando Fazzini, con un rapido polsino mette alle spalle del portiere dei sangallesi il quinto disco della serata. Quello della sicurezza per i bianconeri, che blindano così gara 1. Nel finale c'è gloria anche per Zangger, che al 55'25" sigla la rete del definitivo 6-2.

Lugano - Rapperswil (1-1 1-0 4-1) 6-2

Reti: 3'54" Suri (Walker) 1-0. 10'29" Schweri (Lehmann, Eggenberger/esp. Fazzini) 1-1. 22'59" Lajunen (Arcobello, Bürgler/esp. Scheidegger) 2-1. 41'54" Loeffel (Lammer, Fazzini) 3-1. 42'03" Profico 3-2. 42'43" Bürgler (Arcobello, Chiesa) 4-2. 52'25" Fazzini (Bertaggia, Sannitz) 5-2. 55'40" Zangger (Sannitz, Morini) 6-2.

Lugano: Niklas Schlegel; Heed, Wellinger; Loeffel, Chiesa; Nodari, Wolf; Riva; Walker, Lajunen, Suri; Bürgler, Arcobello, Boedker; Fazzini, Herburger, Lammer; Morini, Sannitz, Bertaggia; Zangger.

Rapperswil: Nyffeler; Egli, Randegger; Vukovic, Jelovac; Staric, Maier; Scheidegger, Dufner; Clark, Cervenka, Moses; Lehmann, Rowe, Eggenberger; Schweri, Profico, Wick; Forrer, Wetter, Loosli.

Arbitri: Wiegand, Tscherrig; Dominik Schlegel, Burgy.

Note: partita a porte chiuse. Penalità: 6 x 2’ contro il Lugano; 4 x 2' contro il Rapperswil. Tiri in porta: 40-26 (17-7, 8-10, 15-9). Lugano senza Traber (infortunato), Antonietti, Brennan, Haussener, Josephs, Romanenghi e Vedova (soprannumero); Rapperswil privo di Dünner, Lhotk, Payr (infortunati), Ness e Rehak (soprannumero). Dal secondo tempo Rapperswil senza Cervenka. Premiati quali migliori in pista Jani Lajunen e Andrew Rowe.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Guarda tutte le 9 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved