l-ambri-strappa-tre-punti-al-davos-dei-giovani
Giacomo Dal Pian cerca di liberarsi dal controllo del giovane Francesco Gärtner (Ti-Press/Gianinazzi)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
Iselis Punktebuebe
3381
2
HCB 2416
3165
3
SPARTAK JACK
3154
4
TrigoAce1
3152
5
Metallurg Bangitonov
3133
6
HC Aspi Capitals
3120
7
Chochyeta Berson
3104
8
Cam-s
3074
9
DamianOMacho
3016
10
Maxim la biere
2990
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
12 ore

Libor, una doccia e via: ‘Ero stanchissimo’

Lo slovacco al debutto firma una doppietta che ha permesso al Lugano di espugnare la pista di Rapperswil e tornare alla vittoria dopo 3 sconfitte
Hockey
12 ore

Un martedì firmato Inti. ‘Quello è tra i miei gol più belli’

Sotto 2-0 dopo venticinque minuti, l’Ambrì torna in superficie e affossa il Losanna. In una serata in cui c’è curiosità per Frolik, ma la star è Pestoni
Calcio
13 ore

Il Milan perde a Porto e gli ottavi di Champions si allontanano

La squadra di Pioli superata 1-0, nello stesso gruppo il Liverpool s’impone 3-2 in casa dell’Atletico. Vittoria importante per l’Inter contro lo Sheriff.
Hockey
14 ore

Ambrì, ritorno al successo con l’Inti Pestoni show

Sotto di due reti dopo venticinque minuti, i biancoblù tornano a galla e sconfiggono il Losanna grazie a un gol di Burren e alla doppietta del topscorer
Hockey
14 ore

Hudacek, e per il Lugano è subito festa

Una doppietta dello slovacco all’esordio permette ai bianconeri di espugnare 3-1 in rimonta la pista del Rapperswil e tornare al successo dopo 3 ko
Tennis
17 ore

Laaksonen avanti ad Anversa, Golubic e Vögele out a Tenerife

Il 29enne sciaffusano ha raggiunto gli ottavi di finale superando in due set il francese Paire; sconfitte senza appello per la zurighese e l’argoviese
Ginnastica artistica
19 ore

Giulia Steingruber nello staff della Nazionale femminile

La Federazione svizzera di ginnastica ha trovato una soluzione ad interim: fino al 2022 l’allenatore capo sarà il 55enne americano Anthony Retrosi
Hockey
03.04.2021 - 21:530
Aggiornamento : 22:24

L'Ambrì strappa tre punti al Davos dei giovani

Nella sua penultima uscita sul ghiaccio della Valascia, la squadra di Luca Cereda manda al tappeto i grigionesi grazie alle reti di Zwerger e Müller

Il ritorno in pista frutta tre punti all'Ambrì di Luca Cereda. Che nella sera della loro penultima apparizione alla Valascia, festeggiano il rientro nel lineup di Tommaso Goi in un attacco un po' modificato, con Trisconi che nell'occasione è in soprannumero come Rohrbach, Cajka, Joël Neuenschwander e Östlund. Con il Davos che, invece, alla sua ultima uscita della regular-season (siccome la partita di lunedì contro il Berna è già sin d'ora cancellata dall'ennesima quarantena in cui sono finiti gli Orsi), non dà l'impressione di dannarsi l'anima, anche pensando che gli uomini di Wohlwend alla Valascia sono addirittura alla loro quinta partita in sette giorni. Così il tecnico grigionese decide di giocare con due soli stranieri (Sund dietro e Palushaj davanti) e concedere dello spazio alle seconde scelte, come quel Makai Holdener in arrivo da Visp, oppure ai suoi tanti giovani. Tra cui c'è anche un leventinese d'origine, quel Mathieu Croce, nipote del già portiere biancoblù Lorenzo, diciottenne nato e cresciuto a Ginevra che due anni fa aveva deciso di trasferirsi nei Grigioni, e che al trentesimo minuto festeggia il suo debutto nel massimo campionato prendendo il posto di Robert Mayer tra i pali.

Rispetto al suo più illustre collega, Croce ha parecchio più da fare, anche perché nella seconda parte del periodo centrale la squadra di Cereda comincia a spingere con maggior decisione. Finché, al 35esimo minuto spaccato, su servizio dall'angolo di Brian Flynn un Dominik Zwerger dimenticato da tutti davanti al portierino cresciuto nel Servette riesce infine a concretizzare la maggior mole di lavoro biancoblù, realizzando il suo nono gol da inizio stagione. Quel gol resiste però soltanto fino al 48', quando nel bel mezzo della sua quinta penalità di serata (al giovane Julian Parrée, per uno sgambetto a centro pista ai danni di Pezzullo) Fabrice Herzog coglie i biancoblù alla sprovvista su assist di Chris Egli e si presenta solo soletto davanti a Damiano Ciaccio, infilato al 47'11'' con un tocco dal basso verso l'alto. 

A quel punto gli ospiti cominciano a insistere con maggior decisione. Invece, a passare sono i biancoblù, che nel 'money time' resistuiscono lo sgarbo ai grigionesi, scattando in contropiede quando sulla panchina dei puniti c'è Elia Mazzolini per una carica alle assi di fondo pista: l'intelligente servizio davanti alla porta di Grassi per Müller spalanca la porta all'attaccante solettese, il quale firma il gol-partita al 57'09''. Prima di un inutile forcing finale degli ospiti a 6 contro 4, senza portiere durante un'ultimissima penalità inflitta a Ngoy per un disco in tribuna.

 

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved