HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
10265
2
LucHC Lions
10118
3
Sparta Becherovka
9862
4
FHM2223
9769
5
TrigoAce1
9727
6
Team Belozoglu
9686
7
thibault_gav
9678
8
HC Kaski Male
9654
9
Team7
9603
10
Chop
9481
ULTIME NOTIZIE Sport
OLIMPIADI
20 min

La posizione di Washington: ‘Sì ai russi, ma senza bandiera’

Anche gli americani dicono la loro sulla presenza degli atleti di Russia e Bielorussia a Parigi. ‘Dev’essere chiaro che non rappresentano il loro Paese’
Formula 1
1 ora

È morto Jean-Pierre Jabouille. Aveva ottant’anni

Si è spento l’uomo che segnò l’inizio di un’epoca, portando per la prima volta al successo una vettura turbo sul tracciato di Digione, nel luglio del 1979
CALCIO
4 ore

Preparazione fisica, il tallone d’Achille della Nazionale

Pier Tami ha presentato le conclusioni dell’analisi svolta dall’Asf dopo i Mondiali. ‘Negli ottavi ci stiamo benissimo, per i quarti serve l’exploit’
Calcio
8 ore

Joaquin Ardaiz in prestito al Winterthur

Il 24enne uruguaiano lascia il Lucerna dopo mezzo campionato e un solo gol
nuoto pinnato
9 ore

Nuoto pinnato, Flippers Team in evidenza a Ravenna

Al Trofeo Bizantino Hrechko si impone nei 100 e 200 m monopinna, Smishchenko nei 50 apnea e monopinna e nei 100 monopinna e Del Ponte nei 50 apnea e mono
pallanuoto
9 ore

I Lugano Sharks a Basilea per i quarti di Coppa svizzera

Venerdì all’Eglisee gli uomini di Jonathan Del Galdo vogliono dar seguito al successo sullo Sciaffusa e qualificarsi per il final four
Calcio
9 ore

Varane non vestirà più la maglia ‘Bleu’

Il difensore centrale della Francia ha deciso di lasciare la Nazionale dopo 93 presenze e un titolo mondiale
TENNIS
9 ore

Marc-Andrea Hüsler aprirà le danze in Coppa Davis

Sarà lo zurighese a disputare la prima partita della sfida tra Germania e Svizzera. Nella seconda scenderà in campo Stan Wawrinka
SCI ALPINO
9 ore

Lucas Braathen operato di appendicite, addio Mondiali

Il 22enne norvegese ben difficilmente sarà ristabilito per il gigante (17 febbraio) e lo slalom (19 febbraio) della rassegna al via lunedì a Courchevel
CALCIO
1 gior

Frei e il Basilea respirano grazie alla vittoria in Coppa

Al Letzigrund battuto il Grasshopper grazie soprattutto a una doppietta di Zeki Amdouni. Dopo le magre in Super League, i renani rialzano la testa
24.03.2021 - 22:06
Aggiornamento: 22:22

All'Hallenstadion il Lugano suona la sesta sinfonia

I bianconeri espugnano Zurigo grazie a tre splendide reti firmate da Suri, Arcobello e dal rientrante Morini, scavalcando gli stessi Leoni in classifica

all-hallenstadion-il-lugano-suona-la-sesta-sinfonia
Fazzini e Boedker provano a francobollare Andrighetto (Keystone)

Sul ghiaccio dell'Hallenstadion il Lugano di Serge Pelletier trova la sua sesta, meritata vittoria filata. Mettendo sotto lo Zurigo al termine di una serata in cui il coach bianconero decide di schierare Schlegel in porta, mentre si rivede finalmente Morini, reduce da un lungo infortunio agli adduttori. Torna in formazione anche Romanenghi, mentre sono invece assenti Traber e Bertaggia, infortunati. Sul fronte avversario, invece, senza il portiere Flüeler, Pettersson e Pedretti, tra gli altri, regolarmente in pista c'è Garrett Roe, mentre ritorna in formazione Diem.  

La contesa si apre con una lunga fase di studio, nella prima parte i portieri sono praticamente inoperosi e le due difese gestiscono bene la situazione. Lo Zurigo prova a fare male con qualche spunto isolato di Andrighetto, dall’altra parte è Morini a impegnare Waeber. Dopo un primo powerplay non sfruttato, i bianconeri approfittano del secondo e firmano la rete di apertura grazie a Suri al 18’33’’. Splendido nel frangente l’assist di Lammer, preceduto da uno spunto di un Bürgler in grande forma. Lo svittese è decisamente il più intraprendente nelle file bianconere.  

Nella seconda frazione i padroni di casa spremono gli elementi migliori, il Lugano si difende con ordine e non disdegna di rendersi minaccioso. Al 26’ un magnifico backhand di Arcobello buca Waeber per il 2-0. Sullo slancio sono i bianconeri a farsi preferire, lo Zsc è in difficoltà contro il dispositivo bianconero. Un po’ dal nulla al 37’ arriva il punto di Schäppi che dimezza lo score. Ironia della sorte è il quarto blocco, impiegato con il contagocce a segnare. I ticinesi dimostrano tutta la loro personalità e reagiscono dopo nemmeno 2’: Herburger recupera un puck lasciando di stucco capitan Geering, non proprio l’ultimo arrivato, e serve un ottimo disco che Morini capitalizza. Il vantaggio di 3-1 dopo 40’ è meritatissimo. Da citare pure il grandissimo lavoro di Sannitz in boxplay.  

L’ultimo periodo vede il Lugano gestire la situazione con ordine e maturità. Nemmeno la seconda rete, giunta in powerplay al 53’ e ottenuta da Andrighetto, mette il panico tra le file dei ticinesi. Anzi, l’assalto finale dello Zurigo non porta quasi mai brividi, se non per l'errore di Suri non sfruttato da Noreau. E così il Lugano festeggia una vittoria meritatissima e importante per la classifica: la sesta di fila.  

Zsc Lions - Lugano (0-1 1-2 1-0) 2-3

Reti: 18'33'' Suri (Lammer, Fazzini) 0-1. 25'34'' Arcobello (Bürgler) 0-2. 36'43'' Schäppi (Riedi, Rautiainen) 1-2. 38'34'' Morini (Herburger) 1-3. 52'32'' Andrighetto (Roe, Noreau) 2-3.

Zsc Lions: Waeber; Noreau, Marti; Phil Baltisberger, Geering; Trutmann, Tim Berni; Meier; Hollenstein, Roe, Andrighetto; Lasch, Krüger, Bodenmann; WIck, Sigrist, Prassl; Riedi, Schäppi, Rautiainen; Diem.

Lugano: Schlegel; Heed, Wellinger; Loeffel, Chiesa; Nodari, Wolf; Antonietti; Bürgler, Arcobello, Boedker; Fazzini, Lajunen, Suri; Lammer, Herburger, Morini; Zangger, Sannitz, Haussener; Romanenghi

Arbitri: Stricker, Mollard; Schlegel, Wolf.

Note: partita a porte chiuse. Penalità: 4 x 2’ contro gli Zsc Lions; 3 x 2’ contro il Lugano. Tiri: 31-27 (6-13, 15-8, 10-6). Zurigo senza Chris Baltisberger, Blindenbacher, Flüeler, Suter, Pettersson, Morant, Pedretti (tutti infortunati) e Capaul (in soprannumero); Lugano privo di Bertaggia, Traber, Walker (infortunati) e Riva (convalescenti). Al 57'51'' timeout chiesto dallo Zurigo, che gioca senza portiere dal 57'55'' e fino al termine.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved