jani-lajunen-mette-la-firma-sul-derby-numero-237
Zwerger e Trisconi cercano di eludere la guardia di Wellinger davanti a Schlegel (Ti-Press/Gianinazzi)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
Maxim la biere
9054
2
TrigoAce1
9027
3
25 Francs trop cher
8512
4
Iselis Punktebuebe
8483
5
Wild Hogs
8314
6
BalaBala
8287
7
TrigoAce2
8258
8
Team Gobbi
8224
9
ADTC
8187
10
BLACKHAWKS-MAF_miguelpiccand
8158
ULTIME NOTIZIE Sport
CALCIO
40 min

Marchesano tra i candidati della Swiss Football Night

Il ticinese dello Zurigo tra i finalisti per il titolo di miglior giocatore della Super League. Il 27 gennaio la cerimonia di premiazione
SKICROSS
56 min

Lesione al ginocchio per Fanny Smith

La vodese si è infortunata in Canada nell’ultima tappa di Coppa del mondo. Conta di ristabilirsi prima dell’inizio dei Giochi di Pechino
Hockey
2 ore

Se ne va una bandiera: Vauclair lascia l’Hcl e torna all’Ajoie

È il direttore sportivo del club giurassiano, con cui ha firmato un contratto di cinque anni. ‘Mi sentirò sempre parte della famiglia bianconera’.
Calcio
2 ore

Monzialo e Lungoyi lasciano il Football Club Lugano

L’attaccante francese in prestito fino a giugno alla squadra austriaca Skn St. Pölten; il nazionale U21 girato al San Gallo
Tennis
5 ore

Con Bencic si chiude il sogno svizzero agli Australian Open

È la prima volta dal 1995 che la Svizzera non è rappresentata nel terzo turno del tableau maschile o femminile a Melbourne
Tennis
5 ore

Jil Teichmann si inchina a Victoria Azarenka

La svizzera ha perso 6–1 6–2 contro la ex numero uno al mondo
Hockey
16 ore

Non è un martedì facile, ma il Lugano torna a sorridere

Traber e Bertaggia spianano la strada, ma poi i bianconeri debbono fare i conti con il ritorno dell’Ajoie, prima di centrare la prima vittoria del 2022
Podismo
20 ore

Lukas Oehen e Giulia Salvadé vincono il cross di Bellinzona

Gab protagonista con cinque vittorie nella quinta prova di Coppa Ticino Ftal Aet che ha lanciato l’annata 2022. In evidenza anche Rcb e Sab.
Bob
21 ore

Follador chiude la stagione tra i migliori d’Europa

Grazie anche alle prestazioni del pilota del Bcsi (con il frenatore Nicola Mariani), la Svizzera ritorna tra le prime quattro nazioni al mondo
L’angolo delle bocce
21 ore

Si riprende a giocare da Cavergno con una gara a coppie

Stagione 2022 al via domenica con una sfida regionale proposta dalle bocciofile Stella di Locarno e Verzaschesi di Gordola
NUOTO
22 ore

Dominio azzurro nel Meeting del Ceresio

Solo 12 delle 78 medaglie in palio sono andate ai ticinesi. Tra gli atleti di casa, in evidenza Tamas Terner ed Emanuele Brivio
Unihockey
22 ore

Weekend da 6 punti, playoff più vicini per il Ticino

La squadra di Tomatis ha battuto Grünenmatt (9-7 in trasferta) e Sarganserland (8-3 all’Arti&Mestieri) ed è quarta in classifica
Hockey
22 ore

Alatalo, Loeffel, Müller, Fora e Simion voleranno a Pechino

Resi noti i 25 ‘eletti’ che Patrick Fischer porterà alle Olimpiadi. Obiettivo dichiarato della Svizzera: le semifinali
Sci nordico
23 ore

Ai Campionati nazionali l’oro va a Fähndrich e Steiner

Nello sprint vittorie di Van der Graaf e Riebli. Progressi per il ticinese Alessandro Vanzetti, dodicesimo e diciannovesimo
07.03.2021 - 22:040

Jani Lajunen mette la firma sul derby numero 237

Due gol del finlandese del Lugano, che offre pure l'assist a Fazzini, segnano la quarta sfida alla Valascia. All'Ambrì non basta il primo gol di Cajka

Il Lugano batte ancora l'Ambrì, per la quarta volta da inizio stagione. Al termine di una serata in cui rispetto alla partita di giovedì con il Bienne Luca Cereda schiera tra i pali Benjamin Conz e, in attacco, utilizza Patrick Incir in seconda linea con Cajka e Zwerger, mentre sul fronte del Lugano Serge Pelletier, sfruttando il rientro di Herburger, piazzato in quarta tra Zangger e Haussener, decide di rimettere Walker all'ala della terza linea.

In un primo tempo in cui in avvio è il Lugano a far girare il disco, la prima occasione è sul fronte ospite, con Bertaggia che al 5'10'' chiama Conz a un intervento decisivo. Il portiere giurassiano dell'Ambrì, invece, nulla può sul successivo tentativo, di Lajunen al 6'33'', dopo un aggancio fischiato a Perlini su Walker: sugli sviluppi dell'ingaggio sulla destra del portiere biancoblù, il susseguente appoggio di Heed dalla blu finisce proprio addosso al lungo attaccante finlandese, che con Conz ormai fuori causa ha gioco facile nell'aprire le marcature, soli quattro secondi dopo l'inizio della penalità inflitta all'anglo-canadese numero 96.

Al 12'46'', invece, è l'Ambrì a trovarsi in situazione di superiorità numerica, per un'ostruzione di Arcobello su Kostner: i biancoblù si producono in un paio di pericolose conclusioni, ma Schlegel e compagni superano il momento difficile indenni. Una nuova penalità inflitta a Walker (trattenuta ai danni di Grassi) permette ai biancoblù di giocare fino alla prima pausa in powerplay, ma il risultato non cambia.

Il periodo centrale si apre con una nuova superiorità numerica, stavolta in favore del Lugano, dopo un aggancio di Fora sul danese Boedker: l'Ambrì, però, resiste senza scomporsi. Ma al 24'45'' i biancoblù sono costretti a capitolare per la seconda volta: Lajunen, ancora lui, scippa un disco a Incir nel settore offensivo dei padroni di casa, Pezzullo prova a chiudere ma quando il puck arriva  Fazzini, l'attaccante momò riesce a sorprendere Conz, il cui intervento approssimativo riesce soltanto a frenare il disco, che termina la sua corsa rotolando in porta. Al 27'00'' i biancoblù hanno comunque subito l'occasione per riaprire la partita, ma non riescono a sfruttare i due minuti inflitti a Romain Loeffel per crosscheck. E venti secondi dopo il rientro del difensore numero 58, tocca all'attaccante numero 9 del Lugano Reto Suri accomodarsu in panchina, per aggancio: tuttavia, per la quarta volta in sera il powerplay dell'Ambrì non cava un ragno dal buco. Lo stesso, però, farà quello del Lugano in occasione dell'infrazione successiva, sul conto di un Brandon Perlini che al 35'21'' frana addosso a Schlegel. Anzi, poco dopo la fine di quella penalità, lo stesso Perlini (il più pericoloso tra gli attaccanti biancoblù) si crea un'occasionissima davanti al portiere avversario, che però ci mette il guantone per uno spettacolare 'bigsave'.

Gli ultimi venti minuti si aprono con l'Ambrì che prova subito a mettere pressione, ma il Lugano non si fa schiacciare. E al quarto minuto avrebbe la grossa occasione per chiudere, ma il tiro a botta sicura di Suri si spegne a lato. Finché, al 50'37'', ecco il gol che tutto sembra riaprire: Arcobello scivola nel proprio terzo e il giovane Petr Cajka ha tutto il tempo per armare il tiro e segnare il suo primo gol in maglia biancoblù, non lasciando alcuno scampo a Schlegel. Poi, nemmeno trenta secondi dopo, un aggancio fischiato a Fazzini potrebbe permettere ai padroni di casa immediatamente di pareggiare. Invece, un disco controllato male dai biancoblù si trasforma nel più comodo degli assist per Thomas Wellinger, che lancia il solito Lajunen per un altro duello con Conz, da cui l'attaccante finlandese esce nuovamente vincitore. E il derby numero 237 della storia, il 117esimo alla Valascia, praticamente si chiude lì.

Ambrì Piotta - Lugano (0-1 0-1 1-1) 1-3

Reti: 6'33" Lajunen (Heed, Arcobello/esp. Perlini) 0-1. 27'45" Fazzini (Lajunen) 0-2. 50'37" Cajka (Incir) 1-2. 51'06" Lajunen (Wellinger/esp. Fazzini!) 1-3.

Ambrì Piotta: Conz; Hächler, Fischer; Fora, Zaccheo Dotti; Fohrler, Pezzullo; Ngoy; Grassi, Novotny, Müller; Trisconi, Kostner, Mazzolini; Kneubuehler, Flynn, Perlini; Zwerger, Cajka, Incir.

Lugano: Schlegel; Heed, Wellinger; Loeffel, Chiesa; Nodari, Wolf; Antonietti; Fazzini, Lajunen, Suri; Bürgler, Arcobello, Boedker; Walker, Sannitz, Bertaggia; Zangger, Herburger, Haussener; Traber.

Arbitri: Wiegand, Nikolic (A); Progin, Steenstra (Can).

Note: partita a porte chiuse. Penalità: 5 x 2’ contro l'Ambrì Piotta; 6 x 2' contro il Lugano. Tiri in porta: 50-29 (19-10, 18-12, 13-7). Ambrì Piotta privo di Bianchi; D'Agoszini, Isacco Dotti, Goi, Nättinen (infortunati), Dal Pian (soprannumero), Rohrbach e Pinana (Ticino Rockets); Lugano senza Fadani, Lammer, Morini e Romanenghi (infortunati). Al 59'51" palo di Walker. Al 58'26" timeout Ambrì Piotta, poi senza portiere fino al 58'59" e dal 59'19" fino al termine. Premiati quali migliori in pista Petr Cajka e Jani Lajunen.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved