ambri-c-e-la-prestazione-non-il-risultato
Biancoblù generosi, ma non basta (Keystone)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
TrigoAce1
3948
2
Iselis Punktebuebe
3927
3
Maxim la biere
3798
4
SPARTAK JACK
3791
5
BLACKHAWKS-MAF_miguelpiccand
3730
6
Pastelitos de Guayaba
3703
7
Metallurg Bangitonov
3702
8
HC Aspi Capitals
3694
9
praratoud 2
3684
10
TrigoAce2
3679
ULTIME NOTIZIE Sport
Automobilismo
1 ora

Podio e campionato ancora aperto per Marciello-Buhk

Il vertice della classifica dell’Adac Gt Masters dista ora 26 punti, con ancora due gare da disputare
Pallanuoto
2 ore

Carmine Argentiero nuovo allenatore degli Sharks

Sostituisce il dimissionario Salvati: è stato responsabile tecnico del settore giovanile del Lugano e allenatore della seconda squadra e dei giovani U17
Calcio
2 ore

Yann Sommer e la voglia di restare al Gladbach

Il 32enne portiere della Nazionale rossocrociata è legato al Borussia fino al 2023: ‘Mi piacerebbe andare oltre quella scadenza’
Formula 1
14 ore

È Max Verstappen a brindare nel Gp a stelle e strisce

In testa alla prima curva grazie alla partenza migliore, Hamilton prova a rincorrere l’olandese che lo ripassa grazie alle soste ai box, ma deve desistere
VOLLEY
16 ore

Le ragazze del Lugano battute sul campo del Nuc

Galvanizzate dal successo venerdì sul Toggenburgo, le ticinesi rendono la vita difficile alle campionesse svizzere, ma sono costrette alla resa
calcio
18 ore

Troppi errori a Basilea, ma per il ‘Crus’ anche dell’arbitro

Generoso ma sfortunato e impreciso sia in fase difensiva, sia offensiva. Così il Lugano è caduto 2-0 nella tana della capolista della Super League
CALCIO
20 ore

Con Rossini e Cortelezzi l’Acb non si ferma

Doppietta del ticinese e gol dell’uruguaiano per la vittoria del Bellinzona a Basilea contro il Black Stars. Aeby: ‘Ci aspettano altre partite complicate’
SCI ALPINO
22 ore

Marco Odermatt apre la stagione con un trionfo

Il nidvaldese si aggiudica il gigante di Sölden con una splendida seconda manche. Precede l’austriaco Leitner e lo sloveno Kranjec. Quarto Gino Caviezel
Calcio
22 ore

Per l’arbitro Piccolo un turno di Coppa e uno in Challenge

Ma non è una punizione né una retrocessione, afferma il capo degli arbitri Daniel Wermelinger
Motociclismo
23 ore

Tom Lüthi quattordicesimo a Misano, titolo MotoGp a Quartararo

Nella Moto2 il successo ha arriso al britannico Sam Lowes (Kalex). Nella categoria regina vittoria di Marc Marquez (quarto il francese campione del mondo)
GINNASTICA ARTISTICA
23 ore

Delusione per Baumann nella finale alle parallele

Ai Mondiali di Kitakyushu, l’argoviese vittima di una caduta che lo relega all’ottavo posto. Titolo iridato per il cinese Xuwei Hu
CALCIO
23 ore

Un successo strappato con l’orgoglio

Il Chiasso ritorna alla vittoria contro l’Yf Juventus, dopo una settimana travagliata. Il tecnico Vitali: ‘Questa vittoria ci darà una spinta’
Hockey
17.01.2021 - 18:050
Aggiornamento : 18:29

Ambrì: c'è la prestazione, non il risultato

Prova generosa e coraggiosa dei leventinesi, sconfitti 2-0 sul ghiaccio dello Zugo. In una domenica macchiata dall'infortunio di Nättinen

Una rete di Shore al 23’ decide la contesa tra Zugo e Ambrì, con i ticinesi a cui manca il 'killer instinct': 45 tiri senza successo. In una domenica in cui i biancoblù perdono Julius Nättinen, messo kappaò da una brutta carica di Cadonau al 52’. 
L’Ambrì a Zugo si presenta in pista con Östlund in porta, mentre Flynn gioca a fianco di Kostner che è il centro, mentre torna in formazione Horansky che completa quel blocco. Manca invece Kneubuehler, infortunato. Nella capolista Zugo, invece, che va a punti da ben 17 gare consecutive (l’ultima sconfitta piena risale al 13 novembre), in porta c'è Luca Hollenstein. 

I leventinesi iniziano bene il pomeriggio, superando brillantemente 2’ di boxplay e riescono a portare il primo pericolo della serata al 5’ con Kostner. Il primo intervento di Östlund è al 7’, il portiere è bravo a rispondere al tentativo di Shore. I locali provano ad alzare il ritmo e si fanno nuovamente pericolosi con Leuenberger. L’Ambrì non sta però a guardare, attorno a metà periodo Flynn per ben 3 volte impensierisce Hollenstein. In powerplay è il turno di Hofmann a rendersi minaccioso, ma Östlund è attento. Gli ospiti agiscono senza complessi e pattinano molto, Goi toglie un disco a Kovar, ma non riesce a superare Hollenstein. Il finire di tempo è tutto sopracenerino, ma il complesso di Cereda non punge, contro uno Zugo un po’ superficiale e lezioso. In totale sono ben 18 i tiri ticinesi contro i 9 dei locali. 

La frazione centrale si apre con la rete di Shore (al primo gol con la maglia dell’Evz) al 23’. L’Ambrì prova a reagire in superiorità numerica, ma Kostner e Nättinen falliscono due buone chance. Dall’altra parte è invece Thorell a tu per tu con Östlund a sfiorare il raddoppio. I padroni di casa continuano a commettere delle leggerezze in fase difensiva, Flynn e Nättinen però non concretizzano. La migliore opportunità capita a Trisconi al 33’, ma una volta in più non se ne fa nulla. Gli ultimi minuti del periodo non regalano particolari emozioni.  

Gli ultimi 20’ vedono l’Ambrì sempre generoso alla ricerca del sospirato gol. Trisconi e Goi al 44’ mettono per l’ennesima volta alla prova il giovane Hollenstein. Un’altra ottima opportunità si presenta a Müller poco dopo, ma la sua conclusione è troppo centrale. La musica non cambia nemmento al 49’, il tiro di Horansky pecca di precisione. Lo Zugo dal canto suo si accontenta di fare il minimo sindacale. Solamente al 51’ i Tori tornano dalle parti di Östlund, ma Hofmann non fa centro. Al 52’ un duro e brutto check di Cadonau alla balaustra mette fuori causa Nättinen, uscito sulle proprie gambe ma dolorante alla testa. Il difensore dello Zugo riceve una penalità di partita, ma i susseguenti 5’ di powerplay non vengono sfruttati. Cereda toglie il portiere e a porta vuota Simion trova il definitivo 2 a 0. 

Zugo - Ambrì Piotta (0-0 1-0 1-0) 2-0

Reti: 22’31’’Shore (Bachofner, Schlumpf) 1-0. 58’43’’ Simion (Hofmann, Kovar/porta vuota) 2-0. 

Zugo: Hollenstein; Cadonau, Alatalo; Diaz, Geisser; Schlumpf, Stadler; Gross; Klingberg, Albrecht, Zehnder; Simion, Kovar, Hofmann; Martschini, Shore, Bachofner; Leuenberger, Senteler, Thorell; Langenegger.

Ambrì Piotta: Östlund;  Fohrler, Fischer; Fora, Ngoy; Hächler, Zaccheo Dotti; Pezzullo; Trisconi, Goi, Grassi; Flynn, Kostner, Horansky; Nättinen, Müller, Zwerger; Dal Pian, Novotny, Neuenschwander; Rohrbach.

Arbitri: Tscherrig, Stolc (A); Cattaneo, Wolf.

Note: partita a porte chiuse. Penalità: Zugo 4 x 2’ + 1 x 5’ 3 penalità disciplinare (Cadonau, al 51'43''); Ambrì 4 x 2' + 1 x 10’ (Novotny). Tiri: 29-45 (9-18, 12-14, 8-13). Zugo senza Wüthrich e Thürkauf (infortunati). Ambrì privo di Conz, D’Agostini, Bianchi, Isacco Dotti, Incir, Mazzzolini e Kneubuehler (infortunati). Ambrì dal 51’43’’ senza Nättinen (infortunato). Al 55’47’’ timeout Ambrì. Ambrì dal 57’48’’ al 58’43’’ senza portiere. Premiati come migliori in pista Hollenstein e Östlund. 

HOCKEY: Risultati e classifiche

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved