ambri-inizio-d-anno-con-il-botto
TiPress
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
TrigoAce1
6581
2
HC Aspi Capitals
6184
3
LHC Bombers
6083
4
Metallurg Bangitonov
6064
5
Maxim la biere
6032
6
25 Francs trop cher
5981
7
Iselis Punktebuebe
5961
8
praratoud 2
5956
9
SPARTAK JACK
5923
10
Wild Hogs
5902
ULTIME NOTIZIE Sport
Tennis
38 min

In Davis Djokovic non basta: la Serbia è fuori

Mektic e Pavic dettano legge, e la Croazia è in finale. Se la vedrà con la vincitrice dell’altra sfida tra Germania e Russia, in programma domani
Formula 1
1 ora

A proposito di Arabia e Hinwil

Picci e Vasseur, convivenza turbolenta in casa Sauber. Nelle libere le Mercedes di Hamilton e Bottas precedono GAsly e Verstappen
Sci
2 ore

Sofia Goggia ha i razzi ai piedi, Lara invece è attardata

Nella libera di Lake Louise l’italiana lascia solo le briciole alle avversarie: quasi un secondo e mezzo alla seconda classificata, l’americana Johnson
Sci
3 ore

Odermatt è ancora da podio. Ma alle spalle di Kilde

A Beaver Creek è il norvegese a trionfare nel secondo superG in 24 ore sulle nevi del Colorado, dove il talento nidvaldese è battuto per soli 3 centesimi
Hockey
5 ore

La pandemia posticipa la festa dell’Ambrì Piotta

Slitta a data da definirsi la festa (prevista sabato 18 dicembre) per l’inaugurazione del nuovo stadio biancoblù
Hockey
6 ore

‘Spiace che la notizia sia già uscita, ma va bene pure così’

Ultima stagione di Fora con l’Ambrì. Che poi, per quattro anni, giocherà a Davos. ‘Il ricordo più bello? Speriamo debba ancora arrivare’
Gallery
Basket
7 ore

Per Sam e Tigers conta vincere, seppur per motivi diversi

Domenica Massagno ospita l’Olympic, domani il Lugano di scena all’Elvetico contro la cenerentola Monthey
Gallery
Calcio
7 ore

Croci-Torti: ‘Con pazienza possiamo venire a capo del Sion’

Domenica contro i vallesani dell’ex mister bianconero Tramezzani mancheranno Celar e il portiere Saipi. Il tecnico del Lugano: ‘Baumann è pronto’
Hockey
7 ore

Il Ginevra mette le mani su Bertaggia. ‘È una nuova sfida’

Il Servette ufficializza un contratto quinquennale alle Vernets per il 28enne attaccante bianconero. Il ds Marc Gautschi: ‘Porterà emozioni alle Vernets’
Tennis
9 ore

Australian Open, perdite per 70 milioni di franchi

Per organizzare l’edizione 2022 in gennaio la federazione attinge alle riserve (56 milioni) e ricorre a un credito di 30 milioni
Calcio
9 ore

Incidenti prima della finale di Wembley ‘uno smacco collettivo’

Centinaia di tifosi inglesi sprovvisti di biglietto avevano fatto irruzione nello stadio. ‘Avrebbero potuto esserci dei morti’, rivela un rapporto
Gallery
Calcio
10 ore

Promotion League, obiettivo tre punti per chiudere in bellezza

Domenica l’ultimo turno del 2021: il Bellinzona sarà di scena a Bienne; al Riva IV il Chiasso ospiterà lo Young Boys II
Freestyle
18 ore

I moschiettieri rossoblù delle gobbe

Marco Tadé e Nicole Gasparini, ma anche i giovani Martino Conedera ed Enea Buzzi: saranno ben quattro i ticinesi al via domani a Ruka in Coppa del mondo!
Sci
1 gior

In Colorado il padrone di casa è sempre Marco Odermatt

Il ventiquattrenne nidvaldese domina il primo superG della stagione, sulle nevi su cui aveva già trionfato due anni fa. Sul podio con lui Mayer e Thompson
Hockey
02.01.2021 - 22:010
Aggiornamento : 03.01.2021 - 08:24

Ambrì, inizio d'anno con il botto

I leventinesi piegano alla Valascia il Friborgo con un rotondo 5 a 0. René Matte: "È una partita da prendere come esempio"

Dall'8 dicembre il destino di Ambrì e Friborgo era stato opposto. Cinque sconfitte consecutive per i ticinesi, cinque vittorie filate per i ragazzi di Dubé. Sabato sera alla Valascia i due filotti si sono conclusi, grazie alla grandissima prestazione dei padroni di casa capaci di battere nettamente la seconda forza del campionato. Rete di pregevole fattura di Zwerger, in grande spolvero. Primo shutout per Damiano Ciaccio e primo gol di Cedric Hächler in biancoblù.

L’Ambri inizia il suo 2021 senza lo squalificato Fischer. Torna invece in retrovia Fohrler, sempre assenze Pezzullo, reduce dai Mondiali U20.  In attacco, parecchi i cambiamenti, Müller è schierato all’ala, Dal Pian e Horansky sono in soprannumero.

Il Friborgo deve fare a meno di Stalberg, ammalato. 

I locali partono meglio e sono più propositivi rispetto al Gottéron. La prima vera occasione è al 5’ quando Berra respinge il tiro di Rohrbach. La partita si svolge perlopiù nel terzo difensivo burgundo, ma il portiere ospite non deve mai fare interventi particolarmente difficili. Dopo 15’ Zwerger tenta l’azione personale, lo spunto è pregevole, ma l’austriaco non riesce a concretizzare. Al 18’ arriva infine il meritato vantaggio biancoblù, Rohrbach con un diagonale supera Berra. Nel finale di periodo in powerplay Kostner va vicino al raddoppio.

Nella seconda frazione il Friborgo entra con maggior piglio e si guadagna un powerplay. Malgrado l’inferiorità numerica è Kostner nuovamente a minacciare la gabbia avversaria.  Ritrovati i ranghi completi è in seguito Müller a crearsi una buona opportunità, ma Berra risponde presente. Al 26’ l’Ambrì raddoppia: Flynn con una bella deviazione su assist di Nättinen può esultare. Il Friborgo prova a reagire, Marchon si presenta al 28’ solo davanti a Ciaccio, ma pecca di precisione. Poco più tardi sono Mottet e Brodin a rendersi pericolosi, ma la difesa sopracenerina regge egregiamente. Dall’altra parte al 34’ è Flynn a colpire il palo. L’Ambrì preme alla ricerca della terza rete, Müller e Rohrbach, molto attivo, falliscono due chances. Sul finire di periodo i ticinesi respingono poi un nuovo powerplay di Sprunger e compagni e al 39’ arriva il 3 a 0 ottenuto da Kneubuehler abile a deviare un tiro di Zaccheo Dotti.

Anche in entrata di terzo periodo la musica non cambia. L’Ambrì si fa preferire, è disciplinato, maggiormente attivo e non lascia spiragli al Friborgo. Il primo pericolo per Ciaccio è solamente al 46’, quando Sprunger con un diagonale lo costringe all’intervento. Al 48’, malgrado un inferiorità numerica, giunge il 4 a 0 di Zwerger, una vera perla quella del nativo di Dornbirn. È il gol che in sostanza mette la parola fine alla contesa, ed è uno di quei momenti in cui ci s’immagina come sarebbe esplosa la pista se ci fosse stato il pubblico. Già, perché è una serata di gala, impreziosita al 54’ dal gol del 5 a 0 di Hächler (prima rete per lui in biancoblù) al termine di una magnifica azione corale. È l’ultimo sigillo di una serata trionfale, dove manca solo "La Montanara". 

Ovviamente felice a fine gara l'assistente allenatore dell'Ambrì René Matte: "È una partita da prendere come esempio. Dopo cinque sconfitte consecutive ci voleva questo successo, è una sorte di liberazione”, afferma il 48enne. “Si è vista la nostra identità di lavoratori contro un’ottima squadra. Siamo riusciti a restare costanti per 60’ senza avere cali, applicando il nostro sistema di gioco, mostrando maturità e pazienza”.

Ambrì- Friborgo 5-0

(1-0 2-0 2-0)

Reti: 17’23’’Rohrbach (Novotny, Fohrler) 1-0. 25’41’’Flynn (Nättinen, Zwerger) 2-0. 38’57’’ Kneubuehler (Dotti, Zwerger) 3-0. 47'06’’ Zwerger (Kostner/esp. Fora!) 4-0. 53’16’’ Hächler (Müller, Novotny) 5-0.

Ambrì: Ciaccio; Fora, Isacco Dotti; Fohrler, Ngoy; Hächler, Zaccheo Dotti; Pinana; Trisconi, Kostner, Grassi; Rohrbach, Novotny, Müller; Nättinen, Flynn, Zwerger; Neuenschwander, Goi, Mazzolini; Kneubuehler

Friborgo: Berra; Kamerzin, Gunderson; Sutter, Jecker; Aebischer, Abplanalp; Bochud; Brodin, Desharnais, Mottet; Rossi, Walser, Jörg; DiDomenico, Schmid, Herren; Sprunger, Marchon, Bykov; Bougro

Arbitri: Stricker, Hürlimann; Cattaneo, Kehrli

Note: 0 spettatori. Penalità: Ambrì 4 x 2’. Friborgo 2 x 2’’. Tiri: 43-29 (17-7, 13-12, 13-10). Ambrì senza Conz, D’Agostini, Bianchi, Incir (infortunati), Fischer (sospeso), Pezzullo (Mondaili U20), Dal Pian e Horansky (in soprannumero). Friborgo privo di Chavaillaz, Furrer (infortunati), Jobin (Mondiali U20) e Stalberg (malato). Al 33’21’’ palo di Flynn. Premiati come migliori in pista Zwerger e Brodin.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved