laRegione
ciaccio-speriamo-sia-l-inizio-di-un-nuovo-cammino
Keystone
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 FANTASY HOCKEY
1
Luganesina
3141
2
OjeOje
3095
3
HCLM
3032
4
Fazz17
2973
5
Wee
2498
6
Minoly
2318
7
Capseicina Peppers
2200
8
Highliner Giazz
2175
9
O la va O la spacca
2141
10
clotkamikazzze
1944
ULTIME NOTIZIE Sport
Orientamento
10 min

Alice Maddalena e Manuele Ren campioni dello sprint

I due orientisti hanno trionfato nella gara valida quale campionato ticinese organizzata dall’O-92 Piano di Magadino a Gordola
Atletica
1 ora

Il Galà dei Castelli è il nono meeting al mondo

Dopo un’ottima decima edizione potremo ammirare l'atletica mondiale a Bellinzona il 1. luglio 2021
l'intervista
1 ora

Il mondo effervescente di Chiara Ammirati, nata per il volley

Determinazione, simpatia ed esuberanza: incontro con la diciottenne che ha ‘una punta di piede in nazionale’, al suo esordio in Lna con il Lugano
Automobilismo
16 ore

Hamilton fa 92 sul divertente circuito di Portimão

Il britannico è il primo pilota della storia a salire tanto in alto. E quota 100 gli sembra destinata
Calcio
18 ore

Coronavirus, in quarantena anche il Vaduz

La compagine del Principato è la terza del massimo campionato costretta allo stop forzato. Rinviata la partita col Losanna
Hockey
18 ore

Ambrì, stavolta l’appendice supplementare è amica 

I biancoblù centrano la qualificazione ai quarti di Coppa grazie a un gol di Grassi. 'Una bella prova di carattere'.  Lugano sul velluto con l'Oberthurgau
Basket
18 ore

Per la vetta bisogna fare i conti anche con questa Sam

La squadra di Gubitosa, dominante in ogni settore, ha messo sotto il forte Neuchâtel. Il coach: ‘Prestazione superlativa per 32 minuti’
Tennis
20 ore

Un successo tira l'altro per Marc-Andrea Hüsler

Dopo il successo sulla terra battuta rumena, lo zirighese fa suo anche il Challenger di Ismaning: 16 vittorie nelle ultime 18 partite per lui
Ciclismo
20 ore

Tao Geoghegan Hart fa suo il Giro d'Italia 2020

Nella cronometro decisiva il britannico vince il duello con laustraliano Hindley. Di Ganna l'ultimo successo di giornata
Formula 1
21 ore

Hamilton fa novantadue: è lui il più vincente in assoluto

Il britannico doma anche il circuito di Portimão. Con lui sul podio salgono Bottas e Verstappen. Alfa Romeo a bocca asciutta
Roller hockey
21 ore

Il coronavirus ferma anche il roller

Tutti i campionati sospesi fino al 30 novembre. Il Biasca aveva anticipato i tempi sospendendo gli allenamenti del settore giovanile già giovedì
Motociclismo
21 ore

Il Gp di Teruel non porta fortuna a Lüthi, subito fuori

Un contatto alla prima virata costringe il bernese ad alzare bandiera bianca. Nella MotoGp vince Lowes, che balza pure al comando della generale
Calcio
22 ore

Il coronavirus intacca le casse dell'Hertha Berlino

Profondo rosso per il club che milita in Bundesliga, che presenta un consuntivo in perdita per 59 milioni di euro
Hockey
23 ore

Swiss League, anche l'Olten in quarantena

Solettesi in isolamento per dieci giorni. Delle 19 partite previste settimana prossima nel campionato cadetto se ne giocheranno al massimo 9
Bocce
1 gior

L'ultima è di Eichenberger, Aramis e Loris Gianinazzi

Con la conclusione della Terna della busecca, cala (giocoforza) il sipario sul 2020 agonistico
Salto con gli sci
1 gior

Stagione finita per Killian Peier

Grave infortunio per il 25enne vodese, che si procura uno strappo al crociato del ginocchio destro
Calcio
1 gior

‘Forse siamo una piccola squadra, ma con un grande cuore’

Il portiere Noam Baumann e l'allenatore Maurizio Jacobacci celebrano la vittoria del Lugano sulla capolista San Gallo: 'Bravi, ma dobbiamo rimanere umili'
Calcio
1 gior

Il Lugano piega la capolista e vola al secondo posto

Grazie a un gran primo tempo a una ripresa in trincea i bianconeri superano 1-0 (in gol Lavanchy) il San Gallo firmando il 14esimo risultato utile consecutivo
Hockey
10.10.2020 - 22:170
Aggiornamento : 23:58

Ciaccio: "Speriamo sia l'inizio di un nuovo cammino"

I biancoblù di Luca Cereda vincono a Ginevra per tre reti a due. È la prima vittoria stagionale

Finalmente! Il quarto tentativo è quello buono per l'Ambrì, che al termine di una sfida combattuta conquista con merito la prima vittoria stagionale, malgrado la presenza di soli due stranieri. I biancoblù si presentano a Ginevra senza l’infortunato Novotny (a quanto pare nulla di grave per lui) e Rohrbach (in soprannumero). A difesa della gabbia torna Ciaccio e c’è spazio anche per Dal Pian e Mazzolini. Il coach di Sementina schiera D’Agostini con Zwerger e Müller. Nelle fila ginevrine in porta c’è invece l’ex di turno, Daniel Manzato. 

L’inizio è tutto ginevrino: già nei primi minuti Richard e compagni sfiorano il vantaggio in particolar modo con Moy e Rod. Dopo appena 5’ termina già la gara di Fischer. Il difensore leventinese carica Moy alla balaustra e riceve una penalità di partita. Paradossalmente è pero l’Ambrì in boxplay ad avere la miglior occasione, Matt D’Agostini a tu per tu con Manzato non riesce a pungere. Dopo la sfuriata iniziale dei padroni di casa la sfida diventa più equilibrata. Fora al 10’ impegna con un tiro al volo Manzato. All 11’ primo powerplay ospite, Müller non riesce a superare l’estremo difensore avversario. Qualche minuto più tardi sono ancora i ticinesi ad avere l’uomo in più sul ghiaccio, questa volta Müller non perdona e al 18’ porta in vantaggio l’Ambrì per la prima volta in stagione, con un tiro molto pregevole. I locali provano a reagire, ma capitan Rod da buona posizione spara a lato e così dopo 20’ l’Ambrì è avanti 1-0. Da notare che durante la prima frazione il portiere Conz, stasera riserva, viene colpito da un disco al viso e rientra sanguinante negli spogliatoi. Per lui qualche punto di sutura.

Ben 4 reti nella seconda frazione

Il periodo centrale si apre con una nuova superiorità numerica per i sopracenerini che si dimostrano scaltri. Horansky dalla corta distanza raddoppia. Sullo slancio i biancoblù spingono e colpiscono il palo con lo stesso giocatore. Al 28’ una bella incursione di Kneubuehler non viene premiata. Grande rammarico poco dopo, con Flynn che non sfrutta uno svarione della difesa romanda. Proprio nel miglior momento leventinese, oltretutto con il vantaggio numerico in pista, arriva la prima rete casalinga firmata da Richard con un classico break rifinito in modo carambolesco. Nel frangente sfortunato Ciaccio. Il Ginevra riprende linfa e sfiora il pareggio con Winnik. Le Aquile sono assai fallose, Ambrì nuovamente in powerplay e vincente: Matt D’Agostini al 35’ trafigge Manzato con un un bel tiro. Moy e soci non ci stanno e ancora prima della seconda pausa si rifanno sotto. Uno splendido assist di Tömmernes viene capitalizzato da Rod.

Un’ottima gestione leventinese

Gli ultimi 20’ partono con i ginevrini in powerplay, l’Ambrì si difende egregiamente. Il primo vero brivido Ciaccio lo corre al 44’ su un tentativo di Rod. Sull’altro fronte è invece Kneubuehler a rendersi minaccioso. Complessivamente i ticinesi gestiscono bene il risultato in una frazione non spettacolare. Al 52’ Tömmernes (come sempre utilizzato tantissimo) si fa penalizzare, ma stavolta la difesa granata regge. A 6’ dal 60’ Goi servito da Bianchi non riesce a superare Manzato e manca il possibile colpo del KO definitivo. Al 57’13’’ Horansky va sulla panchina dei penalizzati. Ciaccio è bravissimo a fermare una conclusione di Winnik dalla corta distanza. Il Ginevra tenta il tutto per tutto e toglie Manzato. A 6 contro 4 Fora e compagni resistono e Ciaccio controlla bene le mischie davanti a sé e così l’Ambrì può festeggiare i primi tre punti.

Ciaccio è soddisfatto: "Fa piacere"

Damiano Ciaccio ha dunque conquistato la sua prima vittoria con la maglia leventinese: "Fa piacere, è molto bello, sia per me personalmente, ma soprattutto per la squadra". Dopo tre uscite a mani vuote, è il giusto premio. "Esatto, e poi pure in powerplay stasera siamo andati bene segnando tre reti. I ragazzi hanno lavorato ottimamente. Io mi sono trovato bene, il Ginevra è una squadra che mette tanta pressione davanti alla porta, i compagni mi hanno aiutato egregiamente". Decisiva la parata a pochi minuti dalla fine contro Winnik. "Omark ha fornito un bel passaggio a Winnik, mi sono spostato velocemente per coprire l'angolo, ho fatto del mio meglio ed è andata bene". Un po' di sfortuna invece sulla prima rete incassata. Il disco sarebbe uscito, ma il movimento di Ciaccio lo ha riportato davanti alla gabbia servendolo in pratica a Richard. "È un riflesso, quando il disco arriva così hai paura che finisce nel sacco, davvero un peccato, ma la squadra ha reagito benissimo. Direi che è stata la vittoria del collettivo. Penso che nel complesso dopo queste 4 prime uscite stagionali manca qualche punto, speriamo che questa vittoria sia l'inizio di un nuovo cammino", conclude l'estremo difensore. 

Ginevra – Ambrì Piotta (0-1 2-2 0-0) 2-3 

Reti: 17’07’’ Müller (Fora, Zwerger/esp, Mercier) 0-1. 22’18’’ Horansky (Fohrler, Zwerger/esp. Maurer) 0-2. 29’54’’ Richard (Jacquemet/esp. Karrer!) 1-2. 34’18’’ D’Agostini (Flynn, Kneubuehler/esp. Rod)1-3. 39’06’’ Rod (Tömmernes, Moy) 2-3.

Ginevra: Manzato; Jacquemet, Tömmernes; Karrer, Maurer; Mercier, Le Coultre, Smons; Damien Riat, Vermin, Omark; Patry, Fehr, Winnik; Moy, Richard, Rod; Vouillamoz, Arnaud Riat, Berthon; Smirnovs

Ambrì Piotta: Ciaccio; Fora, Ngoy; Hächler, Fischer; Fohrler, Pezzullo; Zaccheo Dotti; Trisconi, Goi, Bianchi; D’Agostini, Müller, Zwerger; Kneubuehler, Flynn, Horansky; Dal Pian, Kostner, Grassi; Mazzolini

Arbitri: Müller, Salonen; Kehrli, Duarte

Note: 3'922 spettatori. Penalità: Ginevra 8 x 2’ + 1 x 10' (Fehr). Ambrì 5 x 2’ + 1 x 5’ + penalità di partita (Fischer). Tiri: 32-29  (9-9, 11-10, 12-10). Ginevra senza Miranda, Völlmin (infortunati), Kast e Fritsche (in soprannumero). Ambrì privo di Novotny, Nättinen, Isacco Dotti, Pinana, Incir (infortunati) e Rohrbach (in soprannumero). Al 24’ palo di Horansky. Al 58’28’’ timeout Ginevra. Ginevra dal 58’28’’ al 59’07’’ e dal 59’41’’ al 60’ senza portiere.

HOCKEY: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved