Wawrinka S. (SUI)
0
MURRAY A. (GBR)
1
2 set
(6-7 : 3-3)
ambri-alla-valascia-e-un-sabato-da-tre-punti
Ti-Press/Samuel Golay
+1
25.01.2020 - 22:06
Aggiornamento: 26.01.2020 - 08:58

Ambrì, alla Valascia è un sabato da tre punti

I biancoblù di Luca Cereda iniziano male la sfida casalinga con il Langnau, ma poi girano il match con autorità e conquistano una preziosa vittoria

Nella serata in cui Rocco Pezzullo fa il suo esordio nel massimo campionato, l’Ambrì Piotta torna al successo. Ed è una vittoria che pesa, visto che a farne le spese è il Langnau, battuto 4-2.
L’entrata in materia è parecchio laboriosa per i ticinesi, che per l’occasione ritrovano Flynn (relegando Sabolic in tribuna). Nei primi minuti sono infatti i bernesi a dettare il ritmo della contesa. Senza crearsi grosse occasioni, ma comunque quasi sempre in possesso del puck. La manovra dei biancoblù è parecchio pasticciata in uscita dal terzo, e davanti priva di mordente. Poi, alla prima occasione di giostrare con l’uomo in più (espulso Hinterkircher), gli ospiti vanno in gol con Elo. Nemmeno sotto di una rete i pardoni di casa sembrano riuscire a cambiare marcia: ci vuole allora un’altra penalità, stavolta sul conto dei Tigrotti (sul conto di Berger) per rimettere in parità il punteggio. L’1-1 lo sigla Trisconi, che batte Punnenovs con un rasoghiaccio.

D’Agostini manda l’Ambrì in fuga

È tutto un altro Ambrì Piotta quello che si presenta in pista dopo la prima pausa. Più presente sui contrasti e con decisamente un altro atteggiamento in fase di forechecking. E i frutti non tardano ad arrivare: con il Langnau per la seconda volta con l’uomo in meno, arriva anche la rete del sorpasso, a firma del topscorer Matt D’Agostini, E ancora lui, un paio di minuti più tardi, trova anche il 3-1, e ancora una volta in situazione di superiorità numerica (per una media che sale così a tre powerplay sfruttati su altrettanti beneficiati!). E quando i biancoblù nel finale di secondo tempo si ritrovano addirittura a 5 contro 3 per quasi un minuto e mezzo, tutti si attendono anche la quarta segnatura. Ma, stavolta, non arriva. Alla seconda pausa si va quindi con gli uomini di Cereda avanti di due reti.

Müller mette il punto finale a meno di 1’ dal termine

Il 3-1 non è un risultato che accontenta i biancoblù, che in avvio di terzo tempo provano in tutti i modi a trovare la rete del 4-1, quella che con tutta probabilità metterebbe il punto finale alla contesa. I leventinesi ci provano anche con l’uomo in meno, in particolare con due limpide occasioni (la prima di Flynn e la seconda di Trisconi), ma Punnenovs mantiene in corsa gli ospiti. Il tempo però continua a scorrere, a tutto vantaggio dei padroni di casa. Ma il Langnau riesce comunque a dimezzare lo scarto con Pesonen, che trasfroma un rigore dopo essere stato agganciato da Dotti a due passi da Conz. Ci pensa però Müller, a porte vuota, a mettere al sicuro i tre punti a meno di un minuto dalla sirena conclusiva.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved