DJOKOVIC N. (SRB)
1
CARRENO BUSTA P. (ESP)
2
fine
(4-6 : 7-6 : 3-6)
STOJANOVIC N./DJOKOVIC N.
BARTY A./PEERS J.
12:00
 
DJOKOVIC N. (SRB)
1
CARRENO BUSTA P. (ESP)
2
fine
(4-6 : 7-6 : 3-6)
STOJANOVIC N./DJOKOVIC N.
BARTY A./PEERS J.
12:00
 
il-bienne-resta-la-bestia-nera
TiPress
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Tokyo 2020
19 min

Meloni: ‘‘Siamo nell'Olimpo, è questa la realtà’

L'allenatore di Noè Ponti: ‘Dopo la semifinale gli ho detto che se avesse ripetuto il tempo anche in finale, avrebbe vinto la medaglia’
Gallery
Tokyo 2020
1 ora

Il Ticino del nuoto connesso di buon mattina

Stefano Maggioni presidente della Nuoto Sport Locarno l'artefice della simpatica iniziativa ‘zoom’: ‘Noè unisce. Fieri di quanto fatto con la Nsl nella quale è cresciuto’
Tokyo 2020
1 ora

Carabina 50 metri, è oro per Nina Christen

Si tratta dell'undicesima medaglia svizzera ai Giochi di Tokyo, la seconda del metallo più pregiato
Tokyo 2020
2 ore

La gioia di Noè: ‘Dopo la semifinale ci ho creduto’

Il ticinese commenta lo straordinario bronzo conquistato nei 100 delfino: ‘Non ci sono parole per descrivere le sensazioni che una medaglia alle Olimpiadi dà’
Gallery
Tokyo 2020
7 ore

Noè Ponti, pazzesca medaglia di bronzo nei 100 delfino

Ticino nell'Olimpo grazie al terzo posto del ticinese in una finale nuotata in 50''74, record svizzero e crono straordinario. Titolo a Dressel, argento a Milak
Gallery
Calcio
15 ore

Lugano, c'è grande voglia di riscatto

I bianconeri domenica in trasferta a Ginevra contro il Servette. Mister Braga preannuncia qualche cambio nell'undici titolare rispetto al match d'esordio
Gallery
Formula 1
15 ore

F1, Verstappen e Hamilton, scintille e accuse

Finalmente gli appassionati hanno un Mondiale combattuto, con due contendenti veri, che se le danno di santa ragione in pista e fuori
Hockey
23.02.2019 - 22:040

Il Bienne resta la bestia nera

Nulla da fare per l'Ambrì. Pure la quarta partita della stagione viene vinta dai bernesi con il risultato di 3-1

0 punti in 4 partite. Questo il triste bilancio leventinese contro la truppa di Törmänen nel campionato in corso. Il Bienne dimostra maggior scaltrezza e porta a casa i 3 punti anche nell’ultima sfida di regular season tra le due contendenti.

L’Ambrì si presenta con Manzato in porta al posto di Conz. Mazzolini prende il posto di Incir.

Il Bienne ripropone Earl, Kärki finisce in tribuna.  

Sono i locali a premere di più in entrata di match, ma la prima vera chance capita a Rajala al 3’. Il topscorer finlandese spara però a lato. Parecchie le imprecisioni da ambo le parti. Un po’ dal nulla, al 16’ arriva la rete d’apertura firmata da Pedretti. Curiosità, l’ex di turno segna con il primo tiro sferrato verso la porta di Manzato. Malgrado un powerplay, nuovo brivido per i biancoblù. Un errore di Fora permette a Künzle d’involarsi solo verso Manzato, ma il portiere vince il duello. Nel complesso i biancoblù tirano molto, ma Hiller non deve mai fare grandi miracoli.

Il secondo tempo si apre con una grande opportunità per Zwerger, ma l’austriaco a tu per tu con Hiller pecca di precisione. Al 25’ è Goi a fallire il pareggio, il suo tiro è troppo centrale. Pochi minuti più tardi è D’Agostini con un’azione personale a impensierire il portiere bernese. Molto più scaltro invece il Bienne che raddoppia al 30’ grazie a Salmela. È appena il sesto tiro scagliato dagli ospiti. Per i padroni di casa è un vero choc. Fora e soci non riescono a reagire e in sostanza Hiller trascorre i restanti minuti della frazione centrale senza brividi.

I leventinesi entrano sul ghiaccio nel terzo periodo con piglio deciso. Al 42’ Kubalik in powerplay dimezza lo scarto con una sassata delle sue. Al 45’ Bianchi serve splendidamente Kostner, ma la conclusione dell’italiano viene bloccata da Hiller. In superiorità numerica è in seguito nuovamente Kubalik a sfiorare il pareggio. Poco dopo è Müller dalla corta distanza a impegnare Jonas Hiller. Il Bienne torna a farsi pericoloso al 50’, ma il tiro di Riat viene intercettato da Manzato prima che il disco entri in porta (gli arbitri consultano le immagini). Gli ospiti creano un nuovo pericolo al 53’, ma Manzato respinge il tentativo di Künzle. I bernesi, nonostante il vantaggio, attaccano, mentre l’Ambrì sembra un po’ in debito di ossigeno. Al 58’ arriva così logicamente la terza rete segnata da Künzle che spegne definitivamente le speranze locali.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved