Hockey
20.06.2018 - 15:110
Aggiornamento 15:54

La nuova vita di Ryan Gardner

Il quarantenne svizzerocanadese, già attaccante di Lugano e Ambrì, entra a far parte del Player safety officer. Nella postseason d'ora in poi si comincerà alle 20

Alle spalle ha più di mille partite in Lega nazionale. Un'esperienza preziosa, che i delegati dei club – riuniti in assemblea a Glattfelden – hanno deciso di non sprecare, eleggendo l'ex attaccante di Ambrì Piotta e Lugano nel Player safety officer. In pratica, il 40enne svizzerocanadese (che l'anno scorso aveva deciso di appendere definitivamente i pattini al chiodo diventerà l'assistente di Stéphane Auger, l'ex arbitro Nhl che fin qui si incaricava da solo di analizzare le immagini di cio che accade ogni sera sulle piste svizzere. 

L'elezione di Gardner, però, non è l'unica novità decisa dalle società. Tra le diverse proposte approvate, infatti, c'è quella che elimina la penalità di partita in occasione dei... siparietti pugilistici sul ghiaccio. D'ora in poi, il giocatore che decide di difendersi da un attacco avversario, se la caverà con una penalità di 5' e non più di una disciplinare di partita, che verrà invece inflitta a colui che ha avviato la bagarre. Se, invece, entrambi i giocatori dimostrano di volersi battere, la penalità di partita sarà per entrambi.

L'altra novità riguarda l'orario d'inizio degli incontri nella postseason in Lega nazionale A (quindi playoff, playout, girone di piazzamento e spareggio promozione relegazione): invece delle 20.15 (orario imposto quest'anno dal produttore televisivo), gli incontri saranno anticipati di quindici minuti, alle 20 in punto.

Tags
gardner
penalità
partita
© Regiopress, All rights reserved