Wawrinka S. (SUI)
0
MOUTET C. (FRA)
0
THOMPSON J. (AUS)
NADAL R. (ESP)
15:30
 
PARRY D. (FRA)
1
KREJCIKOVA B. (CZE)
1
3 set
(1-6 : 6-2 : 0-0)
KONTAVEIT A. (EST)
TOMLJANOVIC A. (AUS)
15:00
 
Kazakistan
Italia
15:20
 
Stati Uniti
Repubblica Ceca
15:20
 
la-danimarca-e-parte-di-qualcosa-di-piu-grande
+3
EURO 2020
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
3 ore

Per il Lugano due amichevoli a Straubing

I bianconeri invitati alla Gäubodenvolksfest-Cup in Germania dal 19 al 21 agosto
Formula 1
16 ore

Verstappen e una serenità figlia (anche) della cura dei dettagli

Con la doppietta in Spagna le Red Bull hanno ripreso il comando del Mondiale ai danni di una Ferrari che ha tradito Leclerc sul più bello
Hockey
16 ore

La Svizzera e la rimonta della domenica: fanno sei su sei

Primo tempo pessimo, poi gli elvetici escono alla distanza e vincono 5-2. Ma perdono per strada Scherwey: per l’attaccante del Berna il Mondiale è finito
Calcio
17 ore

Acb, un bel successo per festeggiare la promozione

I granata, ormai certi della salita in Challenge League, battono 3-2 l’Étoile Carouge con un gol di Souza nel recupero.
Calcio
18 ore

Il Milan non trema ed è campione d’Italia!

La squadra di Pioli nell’ultima giornata di Serie A si è imposta 3-0 in casa del Sassuolo e ha chiuso il campionato con 2 punti di vantaggio sull’Inter
Calcio
19 ore

Il Manchester City è campione d’Inghilterra per l’ottava volta

Al termine di un’ultima giornata emozionante gli uomini di Guardiola si sono imposti 3-2 in rimonta sull’Aston Villa precedendo il Liverpool di un punto
CALCIO
19 ore

La stagione del Lugano si chiude con una sconfitta a Basilea

Bianconeri battuti di misura al St. Jakob al termine di una buona prestazione con una formazione largamente rimaneggiata
Hockey
20 ore

La Germania vince ancora e lancia la sfida agli elvetici

Gli uomini di Söderholm battono anche i kazaki, centrando il quinto successo di fila e mettendo pressione ai rossocrociati prima del test con la Francia
Ciclismo
20 ore

Giulio Ciccone firma il terzo successo italiano a questo Giro

Il 27enne si è imposto in solitaria nell’arrivo in quota a Cogne. Immutata la classifica generale con Carapaz che precede Hindley e Almeida.
FORMULA 1
21 ore

Verstappen vince in Spagna e scavalca Leclerc

L’olandese si è imposto al termine di un Gran premio che ha visto il monegasco abbandonare prima di metà gara per problemi al motore della sua Ferrari
TENNIS
22 ore

A Parigi buona la prima per Teichmann e Bencic

Al Roland-Garros la biennese supera nel primo turno la statunitense Bernarda Pera, mentre la sangallese non lascia scampo all’ungherese Reka Jani
22.06.2021 - 16:03
Aggiornamento : 17:03

‘La Danimarca è parte di qualcosa di più grande’

L'effetto Eriksen ha caricato una squadra spinta alle spalle dalla passione di un intero paese strettosi attorno alla propria Nazionale

di Jonas Schneeberger (Ats)

La corsa folle della Danimarca sull'otto volante delle emozioni ha vissuto un ulteriore picco, lunedì sera, giorno della qualificazione agli ottavi di finale sancita dal 4-1 rifilato alla Russia. Una notte magica, una perla incastonata in una settimana aperta in modo tragico, con il dramma sfiorato per l'arresto cardiaco che ha colpito Christian Eriksen. Un paese inizialmente tenuto in ansia sfoga tutta la propria gioia per un traguardo sportivo che ha un sapore davvero speciale, anche perché è giunto dopo due sconfitte filate che parevano compromettenti. Migliaia di persone sono scese per strada a Copenhagen per festeggiare una squadra nella quale, dopo il caso Eriksen (il quale si è congratulato con i compagni non più dall'ospedale, bensì da casa, a Odense, dove ha fatto ritorno qualche giorno fa) si identifica un'intera nazione, una piccola nazione di sei milioni di abitanti. «Siamo stato sballottati su e giù sull'otto volante delle emozioni - ammette il portiere del Leicester Kasper Schmeichel - ma questo dimostra ciò di cui il calcio è capace. Ciò che il calcio e un'intera nazione riescono a fare.

"Parte di qualcosa di più grande" è lo slogan coniato dalla federazione danese di calcio, con il quale mai come in questo momento la Nazionale e tutti gli appassionati sono in sintonia. «Non avrei pensato di fare parte di qualcosa di così enorme», ha commentato il 20enne Mikkel Damsgaard, il sostituto di Eriksen nell'undici titolare, autore del gol dell'1-0 che ha lanciato la Danimarca al successo contro la Russia. La spinta del popolo danese e le notizie rassicuranti circa la salute del loro giocatore più rappresentativo hanno dato alla Danimarca uno slancio e un'energia incredibili. «Le gente ci he messo le ali, ci ha trasmesso tanto di quell'amore. Senza la nostra gente niente di tutto questo sarebbe stato possibile», ha spiegato l'allenatore Kasper Hjulmand. «Il coraggio, la solidarietà l'amicizia dei ragazzi. Tanti di cappello. Questi giocatori hanno fatto breccia nei cuori dei danesi».

«È la prima volta che vivo da vicino quanto potente possa essere il sostegno dato a una squadra. Bastava che un loro giocatore azzeccasse un passaggio che lo stadio intero si alzava in piedi», ha riferito il portiere della Russia Matvej Safonov.

 

Nils Nielsen, l'allenatore danese della Nazionale rossocrociata femminile, segue gli Europei con grande attenzione. Stando lui, quanto riuscito alla Danimarca ha davvero dell'incredibile, proprio alla luce dell'assenza «di Christian Eriksen, non un giocatore qualunque, bensì l'elemento chiave, in grado di decidere le partite ma anche di dare equilibrio». Già tecnico della selezione nazionale U18 nonché collaboratore della sua federazione, Nielsen conosce bene gran parte della rosa e dei membri dello staff tecnico. Quanto è accaduto lo ha colpito profondamente. «È stata dura, molto dura. Che la partita sia proseguita, proprio non lo capisco. Lo trovo disumano. I giocatori non erano nelle condizioni di potersi esprimere, circa un'eventuale ripresa del gioco».

Entro pochi giorni, ai danesi è riuscito l'impensabile: si sono risintonizzati sul calcio. «Senza Eriksen, però, il quadro tattico è mutato. È come se la Svizzera giocasse senza Shaqiri. Il quesito che era lecito attendersi riguarda la capacità di realizzare delle reti. Ebbene, se continua così... Il Galles è battibile. Ripensandoci bene, non si può certo dire che è un brutto abbinamento».

«sSenza Eriksen - conclude Nielsen - la squadra ha dovuto trovare delle soluzioni alternative, ci è risuscita. È ancora più compatta e più solidale. Damsgaard, Maehle e Christensen sono giocatori che normalmente non figurano alla voce marcatori. C'è grande energia, c'è grande fiducia».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
danimarca euro2020

EURO 2020: Risultati e classifiche

Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved