svizzera-avvisata-questa-italia-fa-paura
+5
EURO 2020
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
18 ore

L’Asf solleva Vogel dalla panchina della U17

Alla base della decisione una differente visione sull’implementazione della nuova filosofia di gioco
Atletica
19 ore

Caroline Agnou non ce la fa: niente Eugene per lei

Reduce da un infortunio ai Campionati svizzeri, l’eptatleta elvetica deve gettare la spugna per i Mondiali statunitensi
basket
1 gior

Rinnovo faraonico per Nikola Jokic

Per il 27enne serbo, pivot dei Denver Nuggets pronto un contratto da 264 milioni su cinque anni
hockey
1 gior

Hockey, Mondiali U18 a Basilea e Porrentruy l’anno prossimo

L’anno seguente la competizione femminile si terrà invece in Ticino
tennis
1 gior

Djokovic avanza facilmente a Wimbledon

Il serbo atteso ora all’esame Van Rijthoven, avanti anche Alcaraz, Norrie e Sinner. Tra le donne bene Jabeur, male Sakkari. Bencic avanti in doppio
Calcio
1 gior

Mohamed Salah rimane al Liverpool

L’attaccante egiziano ha firmato con i Reds un prolungamento di contratto valido fino al 2025
CICLISMO
1 gior

Prologo bagnato, Yves Lampaert crea la sorpresa

Il belga della Quick-Step prima maglia gialla del Tour de France. A Copenaghen ha preceduto Van Aert e Pogacar. Male gli svizzeri Küng e Bissegger
L’ANGOLO DELLE BOCCE
1 gior

Bucchieri campione svizzero di categoria B

Il portacolori del Boccia club Uster ha vinto a Rancate, superando in modo chiaro Claudio Vanossi dell’Ideal. Fuori in semifinale Sandra Bettinelli
FORMULA 1
1 gior

Hamilton in grande spolvero nelle libere di Silverstone

Si arriva al weekend di gara con i soliti gossip di circostanza e, soprattutto, con il brutto affare delle dichiarazioni di Nelson Piquet
calcio
1 gior

Lugano e Inter di fronte nella ‘Lugano Super Cup’

Il 12 luglio a Cornaredo si affrontano i vincitori della Coppa Svizzera e della Coppa Italia
11.06.2021 - 22:51

Svizzera avvisata, questa Italia fa paura

Nel match d'apertura di Euro 2020 a Roma la squadra di Roberto Mancini schiaccia 3-0 la Turchia e manda un chiaro segnale agli elvetici (e non solo)

La Svizzera è avvisata, l’Italia di Roberto Mancini fa sul serio. Nel match d’esordio di Euro 2020 gli Azzurri, inseriti nel girone A assieme appunto ai rossocrociati e al Galles che si sfideranno domani pomeriggio a Baku, ha fatto un sol boccone della Turchia, sconfitta 3-0 all’Olimpico di Roma senza mai realmente riuscire a impensierire i padroni di casa, tanto nel punteggio quanto nella gestione dell’incontro. Chiellini e compagni hanno infatti messo in campo solidità, personalità, intelligenza tattica, maturità e freschezza allo stesso tempo e grazie all’autorete di Demiral e alle marcature di Immobile e Insigne (tutte nel secondo tempo), hanno centrato il 28esimo (sì 28) risultato utile consecutivo, senza subire gol per l’ottava partita di fila e partendo quindi con il piede giusto in un torneo che a maggior ragione ora li attende tra grandi protagonisti.

Primo tempo, l'Italia domina, la Turchia restiste

Le scelte dei due allenatori non hanno riservato particolari sorprese, con Roberto Mancini che ha disegnato il suo undici titolare attorno al geometra Jorginho, con i senatori Bonucci e Chiellini in mezzo alla difesa e il tridente formato da Insigne, Berardi e Immobile davanti. Senol Günes ha dal canto suo confermato Yilmaz quale unica punta e il resto dei giocatori, compreso il numero dieci Calhanoglu, spesso chiusi dietro la linea della palla.

Ne è scaturito un inizio di partita giocato in maniera piuttosto contratta da entrambe le formazioni, con i padroni di casa che hanno provato a muovere il pallone ma senza riuscire a costruire più di una mezza occasione con Immobile, che all’11 ha messo a lato dopo spunto di Berardi. Al 18’ è stato il terzo componente del tridente d’attacco azzurro a trovarsi sui piedi il pallone buono per sbloccare la situazione, ma Insigne non è riuscito a calibrare al meglio il destro a giro dalla sua “mattonella”.

Un episodio che ha dato coraggio all’Italia, da quel momento decisamente padrona del campo e vicinissima al vantaggio, evitato al 22’ solo dal gran volo di Cakir sull’incornata di Chiellini. Un pizzico di precisione è invece mancato a Immobile una decina di minuti più tardi (sempre di testa). Il primo pallone toccato da Donnarumma? Al 35’ su una delle rare sortite offensive (in questo caso innocua) dei turchi in un primo tempo chiusosi con un’Italia dominante e il tentativo centrale di Immobile. 

Secondo tempo, l'autorete di Demiral fa crollare il muro ospite e i padroni di casa si scatenano

La ripresa si è aperta con due sostituzioni (una per parte, Under per Yazici e Di Lorenzo per Florenzi) che non hanno sostanzialmente cambiato il copione, con l’Italia a costruire e la Turchia a difendersi. Troppo forse, perché al 53’ proprio nel tentativo estremo d'intercettare il pallone messo al centro da Barella, il difensore della Juventus Demiral lo ha goffamente (di petto) messo alle spalle del suo portiere. L’esplosione dell’Olimpico ha caricato ulteriormente i padroni di casa, che non hanno smesso di premere e si sono resi pericolosi ancora con Insigne, Locatelli e Berardi. Inevitabile e meritatissimo è così arrivato anche il 2-0, con Immobile che al 66’ si è fatto trovare al posto giusto (in mezzo all’area) dopo la respinta corta di Cakir sul bel destro di Spinazzola. La ciliegina sulla torta l’ha poi messa Insigne, il quale a una decina di minuti dal termine e al quarto tentativo (almeno) di destro a giro della serata ha infine fatto centro, facendo definitivamente partire la festa.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
euro2020 italia turchia uefa
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved