CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Formula 1
24 min

È morto Jean-Pierre Jabouille. Aveva ottant’anni

Si è spento l’uomo che segnò l’inizio di un’epoca, portando per la prima volta al successo una vettura turbo sul tracciato di Digione, nel luglio del 1979
CALCIO
3 ore

Preparazione fisica, il tallone d’Achille della Nazionale

Pier Tami ha presentato le conclusioni dell’analisi svolta dall’Asf dopo i Mondiali. ‘Negli ottavi ci stiamo benissimo, per i quarti serve l’exploit’
Calcio
7 ore

Joaquin Ardaiz in prestito al Winterthur

Il 24enne uruguaiano lascia il Lucerna dopo mezzo campionato e un solo gol
nuoto pinnato
8 ore

Nuoto pinnato, Flippers Team in evidenza a Ravenna

Al Trofeo Bizantino Hrechko si impone nei 100 e 200 m monopinna, Smishchenko nei 50 apnea e monopinna e nei 100 monopinna e Del Ponte nei 50 apnea e mono
pallanuoto
8 ore

I Lugano Sharks a Basilea per i quarti di Coppa svizzera

Venerdì all’Eglisee gli uomini di Jonathan Del Galdo vogliono dar seguito al successo sullo Sciaffusa e qualificarsi per il final four
Calcio
8 ore

Varane non vestirà più la maglia ‘Bleu’

Il difensore centrale della Francia ha deciso di lasciare la Nazionale dopo 93 presenze e un titolo mondiale
TENNIS
8 ore

Marc-Andrea Hüsler aprirà le danze in Coppa Davis

Sarà lo zurighese a disputare la prima partita della sfida tra Germania e Svizzera. Nella seconda scenderà in campo Stan Wawrinka
SCI ALPINO
9 ore

Lucas Braathen operato di appendicite, addio Mondiali

Il 22enne norvegese ben difficilmente sarà ristabilito per il gigante (17 febbraio) e lo slalom (19 febbraio) della rassegna al via lunedì a Courchevel
CALCIO
23 ore

Frei e il Basilea respirano grazie alla vittoria in Coppa

Al Letzigrund battuto il Grasshopper grazie soprattutto a una doppietta di Zeki Amdouni. Dopo le magre in Super League, i renani rialzano la testa
BASKET
1 gior

La Sam domina il Neuchâtel, i Tigers resistono un tempo al Vevey

Una vittoria e una sconfitta nel turno infrasettimanale. Decisivi due parziali: la Spinelli piazza un 32-0, il Lugano incassa un 10-29
hockey
1 gior

‘Sono sorpreso, contento e orgoglioso’

Grande onore per il linesman Eric Cattaneo, scelto per la finale di Champions: ‘Rispetto al campionato non c’è la stessa conoscenza con i giocatori’
Rugby
1 gior

Sergio Parisse lascia il rugby: è nel XV ideale di ogni tempo

L’ex capitano della nazionale italiana si ritirerà a giugno. Con lui, nel team migliore di sempre secondo ‘PlanetRugby’, anche il compagno Castrogiovanni
CALCIO
13.11.2022 - 21:52

Bellinzona, un punto conquistato con i denti

Losanna padrone del campo, ma incapace di concretizzare. I granata salvano l’1-1 grazie a una rete firmata da Cortelezzi

di Matteo Giottonini
bellinzona-un-punto-conquistato-con-i-denti

Un punto a testa, ma i rimpianti maggiori sono in casa losannese: dopo il vantaggio del bomber Cortelezzi, i vodesi trovano il pareggio a inizio ripresa con il solito Labeau ma poi non riescono a chiuderla. Il Bellinzona (riattivatosi solo sul finale in virtù dell’espulsione di Dabanli) avrebbe anche potuto chiuderla a proprio favore, ma forse è più giusto così. I granata tornano nella capitale olimpica per la seconda volta in una settimana, dopo la sconfitta di settimana scorsa contro lo Stade Losanna.

Oggi ci tornano però con ben quattro squalificati di peso: tra di loro anche capitan Mihajlovic, perno della manovra granata. La sua assenza si è fatta sentire molto, con notevoli ripercussioni sul sistema di gioco dei granata, mostratisi smarriti per lunghi tratti. Il Losanna, maggiormente sul pezzo, si applica soprattutto sul fianco sinistro cercando spesso e volentieri Spielmann, ma si mostra inconcludente al momento di andare al sodo. In buona sostanza, le due compagini si annullano vicendevolmente per buona parte del primo tempo, con errori marchiani e imprecisioni assortite su entrambe i fronti. Attorno alla mezz’ora l’ambiente comincia a scaldarsi: non tanto dal profilo del gioco quanto da quello fisico. Il clima si fa manesco e simile a quello di una rissa da bar (poco ci manca che Suzuki e Andrea Padula si mettano davvero le mani in faccia) e così i cartellini gialli piovono copiosi sulla Tuilière. Per sbloccare una partita che pare ancorata a un livello medio-basso serve un colpo di genio: a fare la magia è il solito Chacón, abilissimo a ricevere palla sulla sinistra, accentrarsi e tagliare completamente la difesa losannese lanciando in profondità Pollero. A mettere la ciliegina sulla torta uruguagia non poteva essere che il loro connazionale Cortelezzi, colpevolmente lasciato solo in area e liberissimo di trafiggere Spiegel per la sua quinta rete stagionale.

Magnin, titolare della panca losannese, inserisce forze fresche e i vodesi si stabiliscono armi e bagagli nella metacampo bellinzonese, trovando quasi subito la rete con Labeau: il martinicano è abile a incornare dopo un calcio d’angolo perfettamente battuto dall’ex bianconero Custodio. I granata subiscono il colpo e vanno in bambola, mentre i quali i giocatori di casa paiono come telecomandati. Ad essere annotati sul taccuino sono i già citati Labeau e Custodio, vicini a quello che sarebbe il meritatissimo gol del vantaggio. Il Losanna è padrone del campo e le occasioni da rete si moltiplicano ma – per buona fortuna dei granata – la mira fa difetto all’attacco vodese, con oltre tre migliaia di tifosi a mettersi le mani nei capelli. Il Bellinzona – dal 67’ senza Souza, purtroppo infortunatosi – è arroccato a difesa della porta di Kiassumbua e subisce il fortissimo pressing avversario, non riuscendo a tenere palla per più di pochi secondi. A 5’ dalla fine il vento gira nuovamente grazie all’espulsione di Dabanli, autore di un brutto gesto su Pollero: il Bellinzona prova a portare a casa la posta piena, ma forse sarebbe stata troppa grazia: Chacón (giunto solo in area ma chiuso all’ultimo) e Cortelezzi (incapace di trovare un pertugio in una selva di gambe losannesi) non riescono a trovare la via della rete, per la disperazione di un infervorato Raineri, che si becca pure un giallo. Dopo questo mezzo passo falso sarà d’obbligo un risultato positivo contro il Thun, nell’ultima in casa prima della pausa. Fortunatamente, con un Mihajlovic in più.

Losanna - Bellinzona (0-1) 1-1

Reti: 41’ Cortelezzi 0-1, 55’ Labeau 1-1

Losanna: Spiegel, Sow (80’ Nanizayamo), Dabanli, Husic, Custodio (C), Giger, Sanches, Gaudino (46’ Okuka), Suzuki (80’ Schwizer), Spielmann (46’ Coyle), Labeau

Bellinzona: Kiassumbua, Berardi, Izmirlioglu, A. Padula (75’ Tia), G. Padula, Romero, Monti, Souza (71’ Morgado), Cortelezzi (C), Chacón, Pollero

Arbitro: von Mandach

Note: 3’872 spettatori. Ammoniti: 12’ Gaudino, 18’ A. Padula, 21’Sow, 33’ Berardi, 34’ Romero, 37’ Spielmann, 37’ Chacòn, 89’ Monti, 92’ Raineri (all. Belllinzona). All’85’ espulso Dabanli. Losanna privo di Castella, Grippo, Kukuruzovic (infortunati), Brown (squalificato); Bellinzona privo di Klein (infortunato), Centinaro, Manis, Mihajlovic, Tosetti (squalificati)

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved