CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SCI ALPINO
3 ore

Lara Gut-Behrami inizia con il botto

La ticinese si è imposta nel gigante di Killington, davanti all’italiana Bassino e alla svedese Hector
QATAR 2022
3 ore

Un buon Ambrì cede alla distanza contro gli Zsc Lions

I biancoblù disputano due tempi di buon livello ma sprecano un doppio vantaggio, mentre i padroni di casa si affidano alle fiammate e al powerplay
QATAR 2022
3 ore

Il genio di Messi tiene in vita l’Argentina

Al 69’ una rete da fuori area della Pulce stende il Messico (nel finale il raddoppio di Fernandez). Ma l’Albiceleste ancora non convince
QATAR 2022
6 ore

Doppietta di Mbappé, la Francia è agli ottavi

Battuta una Danimarca che ha saputo rispondere alla strapotenza transalpina, ma che dovrà giocarsi la qualificazione contro l’Australia
QATAR 2022
9 ore

La Polonia vince, l’Arabia Saudita si mangia le mani

La compagine europea in rete con Zielinski e Lewandowski, quella asiatica domina ma sbaglia un rigore con Al Dawsari. Szczesny migliore in campo
QATAR 2022
12 ore

All’Australia basta un gol di Duke

Grazie a una strenua difesa la Nazionale dell’Oceania resiste al tentativo di rimonta di una Tunisia che è quasi fuori dal Mondiale
CURLING
13 ore

Finali stregate, due medaglie d’argento per la Svizzera

Agli Europei di Östersund, Silvana Tirinzoni e compagne battute dalla Danimarca, il team di Yannick Schwaller superato dalla Scozia
Video
Qatar 2022
16 ore

Spogliatoio lasciato come... nuovo: il Giappone incanta

Dai tifosi ai giocatori nipponici il grande senso civico dimostrato nel ripulire spalti e cabine prima e dopo la vittoria contro la Germania
i mondiali dal divano
20 ore

Ipercinetico Armando: fenomenologia di un telecronista

Fra metafore, immagini, neologismi e modi di dire, Ceroni tramanda ai posteri un modo di fare giornalismo sportivo singolare e (forse) sottovalutato
25.09.2022 - 12:11
Aggiornamento: 14:36

La vittoria contro il Basilea lancia definitivamente il Chiasso

Contro l’U21 renana decide il gol di Manicone al decimo della ripresa e settimana prossima c’è la capolista Stade Nyonnais

di Emiliano Rossi
la-vittoria-contro-il-basilea-lancia-definitivamente-il-chiasso
Carlo Manicone, l’uomo partita

Il valore del Chiasso è quello di una squadra di alta classifica, che aveva solo bisogno di trovare gli automatismi dopo la partenza ritardata e gli enormi cambiamenti intervenuti sia a livello dirigenziale che di staff e di organico. Non ha dubbi, Matteo Anelli, commentando la vittoria di grinta ottenuta contro il Basilea II: «Sta uscendo il grande lavoro che stiamo facendo. Questo è un gruppo vincente, sia per quanto riguarda la società che lo staff tecnico e anche i calciatori. Da un mese a questa parte si vedono i frutti dei nostri sacrifici». I rossoblù ora sono nella parte alta della graduatoria e settimana prossima avranno la possibilità di dare fastidio alla capolista Stade Nyonnais, una squadra sicuramente attrezzata per il salto di categoria.

La vittoria contro i giovani del Basilea lancia le ambizioni del team di Tirapelle e Cau. Non è stata una bella partita dal punto di vista tecnico quella vista al Riva IV, sotto la pioggia. Quel che si può certamente dire è che il Chiasso ha approcciato nel modo migliore la sfida, mostrando una crescita notevole dal punto di vista mentale. In un primo tempo con poche azioni e tanto gioco nella zona mediana che non portava a occasioni da rete, le chance sono state di fatto una per parte. Per il Chiasso Ortolani ha calciato a lato, mentre per il Basilea II la grande palla è arrivata sui piedi di Moulin, bravo Mitrovic a chiudergli la porta. La ripresa ha visto un Chiasso più determinato che ha preso in mano il pallino del gioco, pur senza regalare calcio spettacolo. Ma contava di vincere e la rete decisiva è stata siglata da un Carlo Manicone in un buon periodo di forma: al 55’ la sua girata è stata vincente. Da lì in poi, chi si aspettava la reazione degli ospiti è rimasto deluso, anche perché i ticinesi hanno saputo controllare senza eccessivi patemi, portando a casa la posta piena.

Ma a cosa punta, questo Chiasso? Anelli parla ripetutamente di elementi vincenti, a partire dalla dirigenza. «Non siamo certo venuti a fare la comparsa. Siamo partiti, è vero, in ritardo, quello che possiamo dire è che lavoreremo sempre e più avanti potremo parlare di obiettivi, con pazienza. Non siamo i favoriti, lo sappiamo. Dal canto mio ho già lavorato con questa dirigenza e questo staff tecnico: hanno vinto ovunque sono andati». Il sottinteso è chiaro: l’obiettivo è farlo anche a Chiasso e lui è qui per questo. Anelli sta scoprendo il campionato svizzero. «Non conoscevo molti calciatori, di sicuro per me si tratta di un torneo nuovo che porta a stimoli nuovi. Ogni partita è una battaglia e tutti vendono cara la pelle, ci sono giocatori bravi tecnicamente».

Chiasso-Basilea II (0-0) 1-0
Rete: 55’ Manicone 1-0.
Chiasso: Mitrovic; Anelli, Onkony, Turi; Stefanovic, Kamé, Bezzicchieri (76’ Mbengi), Martorana; Ortolani (63’ Mattei), Nivokazi, Manicone (92’ Perissinotto).
Basilea II: De Mol; Vukelic, Adjetey, Fazlic, Mühlenthaler; Uruejoma (1’ Babic), Moulin (77’ Akale), Di Brizzi (57’ Beney), Krasniqi, Winkler, Aratore (57’ Jashari).
Note: 252 spettatori. Ammoniti: 30’ Bezziccheri, 66’ Vukelic, 73’ Moulin, 79’ Turi, 86’ Winkler, 89’ Krasniqi, 95’ Martorana.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved