CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
HOCKEY
1 ora

Il primo derby fa bello il Lugano. Bürgler: ‘Troppo impazienti’.

I biancoblù iniziano bene, i bianconeri proseguono meglio. McSorley: ‘Col nostro gioco li abbiamo messi in difficoltà. Meritiamo di stare più in alto’.
Calcio
2 ore

La Spagna espugna Braga e va alle Final-four

Nations League, il Portogallo è stato sconfitto in casa dagli iberici 1-0
CALCIO
2 ore

Una Svizzera poco brillante batte la Cechia e si salva

Nations League, i rossocrociati faticano ma alla fine si impongono con le reti di Freuler ed Embolo. Decisivo Sommer che para un rigore
hockey
3 ore

Il primo derby è tutto del Lugano

I bianconeri si impongono con autorità alla Gottardo Arena, grazie alla doppietta di Thürkauf e alle reti di Granlund e Andersson
COSE DELL'ALTRO MONDO
8 ore

Non basta fare bene i compiti, Las Vegas ne sa qualcosa

Un’accurata programmazione può portare dall’altare alla polvere, ma i Raiders, nonostante Adams e Jones, rimangono la sola squadra senza vittorie
TIRI LIBERI
8 ore

L’estate del basket, dagli Europei alle dimissioni arbitrali

Il prossimo weekend riparte il campionato svizzero per voli che si spera non siano pindarici. Facciamoci sorprendere
ADAC GT MASTERS
8 ore

Pole position e due secondi posti per Marciello

Grande ormai il vantaggio accumulato in classifica dal ticinese dopo le gare al Sachsenring
GINNASTICA ARTISTICA
9 ore

Prestigioso bronzo maschile per il Ticino

Si sono svolti a Bülach lo scorso weekend i Campionati svizzeri a squadre
INLINE HOCKEY
9 ore

Perdono Malcantone e Sayaluca

Sono sconfitte che non cambiano nulla ai fini della classifica
PROMOTION LEAGUE
15.08.2022 - 10:53
Aggiornamento: 17:33

Pareggio senza reti fra Chiasso e Bienne

Tirapelle: ‘Molto migliorata la fase difensiva’

di Emiliano Rossi
pareggio-senza-reti-fra-chiasso-e-bienne

Torna al Riva IV Gigi Tirapelle, anni dopo. L’emozione è tanta, ciò che è cambiato anche. Ai tempi addirittura lo stadio si chiamava Comunale, i rossoblù erano in pianta stabile in Challenge League con velleità di alta classifica, la dirigenza era completamente differente, più locale. "Per me è un piacere ritornare. Rispetto ad allora, vedo tutto diverso, ci sono più esasperazione e voglia di vincere: sono le intenzioni della società, noi dovremo essere bravi a tradurre le parole in fatti". Diversi sono naturalmente anche i calciatori, per una rosa che ancora non è del tutto completa. Il Chiasso sceso in campo contro il Bienne, con cui ha portato a casa uno 0-0 che sta un po’ stretto, è ancora un cantiere aperto. "Il compito di portare eventualmente qualcuno spetta ai dirigenti, noi pensiamo a lavorare con chi abbiamo. In circa un mese non era facile preparare la squadra: devo fare i complimenti per il lavoro svolto anche prima del mio arrivo a tutti i collaboratori. Il mio ruolo nel gruppo è molto chiaro, io sono l’allenatore, poi c’è uno staff con molta voce in capitolo, siamo in chiaro su cosa fare. A me va bene, mi interessava tornare in campo dopo due anni e mezzo senza squadra e ringrazio Bignotti e Corda per l’opportunità". I rossoblu sono in via di strutturazione come staff, dietro la scrivania, e anche, come detto, sul campo: in settimana sono arrivati la punta Bezziccheri e il muscoloso difensore Onkony, oltre all’oggetto misterioso Taktouk, figlio di Fabregas, e il tecnico li ha mandati subito in campo. La punta ex Lazio ha addirittura preso inizialmente il posto di Maurin, mattatore dello scorso anno (sempre pericoloso quando è entrato),
La prima squadra ad avere un’occasione nitida è stato il Bienne, seguito in questa trasferta ferragostana da una quindicina di tifosi, con una traversa colpita al 10’. Nonostante questo squillo, la sfida è stata sin da subito equilibrata, senza enormi spunti. Negli ultimi 20’ del primo tempo gli ospiti hanno tenuto in mano la sfida (con una buona occasione chiassese di Gentile), la ripresa invece è stata di marca ticinese. L’impressione è sempre quella che il gol fosse dietro l’angolo, che sarebbe bastato spingere un po’, ma invece non è arrivato, con gli ospiti che di fatto non hanno più tirato in porta. Lo 0-0 tutto sommato è giusto e Tirapelle è soddisfatto. "Abbiamo mostrato un miglioramento in fase difensiva, su cui avevamo lavorato dopo i due errori abbastanza evidenti della scorsa partita, e si è notato. Speriamo di poter essere più aggressivi e più cinici: con maggior tranquillità e cattiveria sotto porta i nostri due punti potevano essere sei".

Chiasso-Bienne 0-0

Chiasso: Mitrovic; Anelli, Onkony, Peres; Stefanovic, Bezziccheri (62’ Maurin), Gentile (C),
Martorana; Mattei, Ambassa; Nivokazi.
Bienne: Grivot; Stadelmann, Affolter (C) (46’ Fleury), Mäder, Djacko; Aboud, Mveng; Spataro
(60’ Trabelsi), Mourelle (60’ Bega), Morelli (87’ Hamidi); Kasai (60’ Nsiala).

Note: 200 spettatori, ammoniti: 44’ Gentile, 44’ Aboud, 45’ Mourelle, 64’ Nivokazi, 75’ Anelli, 90’ Fleury

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved