che-regalo-di-compleanno-per-bottani-convocato-in-nazionale
24.05.2022 - 10:18
Aggiornamento: 15:55

Che regalo di compleanno per Bottani: convocato in Nazionale

Confermando le indiscrezioni della vigilia, Murat Yakin ha selezionato il numero dieci del Lugano, che proprio oggi compie 31 anni, per la Nations League

Eccola, la prima convocazione in Nazionale di Mattia Bottani! Confermando le indiscrezioni della vigilia, il nome del numero dieci del Lugano – che proprio oggi compie 31 anni – fa in effetti parte della lista dei 26 giocatori chiamati dal selezionatore rossocrociato Murat Yakin per le quattro sfide di Nations League contro Repubblica Ceca (il 2 giugno in trasferta a Praga), Portogallo (il 5 e il 12, la prima volta a Lisbona e la seconda a Ginevra) e Spagna (pure allo Stade de Genève, il 9).

«Lo stiamo osservando da diverso tempo e si è guadagnato questa selezione con le sue prestazioni, il suo stato di forma parla per lui – le parole di Yakin sull’esordiente ticinese, già di picchetto per la Svizzera lo scorso marzo in occasione delle amichevoli con Inghilterra e Kosovo e protagonista con il suo club di una grande stagione, culminata con la conquista della Coppa Svizzera e il quarto posto in Super League (9 gol e 7 assist il suo contributo nelle due competizioni) –. L’ho visto decidere diverse partite, è rapido e possiede una grande intelligenza di gioco. Il suo stile, il suo dinamismo e la sua intensità si adattano molto bene alla nostra squadra».

Seppur con qualche giorno di ritardo, si aggregherà al gruppo rossocrociato un secondo neofita oltre a Bottani. Si tratta dell’attaccante del Losanna Zeki Amdouni, che raggiungerà appunto i compagni per le ultime due partite in quel di Ginevra, in quanto prima impegnato con la Svizzera U21 nei match delle qualificazioni europee contro Bulgaria (sabato 4 giugno a Cornaredo) e Moldavia (l’8 a Chisinau). Una presenza importante quella di Amdouni, che, come ha spiegato lo stesso "Muri", «aveva la possibilità di scegliere di giocare per la Tunisia, la Turchia e la Svizzera e ha scelto noi».

Ci sono anche Gavranovic, Seferovic e Mvogo, Marchesano solo di picchetto

Presente anche un altro ticinese, l’attaccante del Kayserispor Mario Gavranovic, mentre ancora una volta Antonio Marchesano, a sua volta reduce da una grande annata nella quale, grazie anche a 13 gol e 6 passaggi decisivi, ha guidato lo Zurigo al titolo di campione svizzero, si deve accontentare del picchetto.

Tornano inoltre a far parte del gruppo elvetico per la prima volta dal settembre 2021 Haris Seferovic e Yvon Mvogo. Il 30enne attaccante del Benfica, reduce da una stagione deludente e nella quale ha giocato molto poco, aveva saltato le partite internazionali di ottobre e novembre 2021 nonché di marzo 2022 a causa di un infortunio e della successiva riabilitazione. Il portiere di origine camerunese dal canto suo è reduce dalla conquista della Coppa d’Olanda con il Psv Eindhoven, compagine alla quale è stato prestato dal Lipsia e della quale è tornato titolare nelle ultime sette partite. Assenti per contro l’infortunato Denis Zakaria e un Christian Fassnacht tornato recentemente a giocare ma non ancora al meglio.

Il selezionatore elvetico: ‘Vogliamo salvarci ma anche testarci a 6 mesi dai Mondiali’

«Giochiamo contro le migliori squadre d’Europa e vogliamo salvare il nostro posto in prima divisione – ha dichiarato Yakin a proposito dell’approccio a queste partite di Nations League –. La competizione non è solo importante dal punto di vista del risultato ed economico, ci fornirà anche importanti spunti di riflessione a sei mesi dal Mondiale. A che punto siamo rispetto alle migliori squadre? In quali punti dobbiamo migliorare? Di conseguenza, ci prepareremo al meglio e affronteremo queste partite con la massima concentrazione».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
asf mattia bottani murat yakin
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved