CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
IL DOPOPARTITA
8 ore

Sono le situazioni a rendere speciale il ‘Rappi’

Un ottimo Lugano costretto alla resa dal powerplay sangallese. Gianinazzi: ‘Dobbiamo crescere in boxplay e stare alla larga dalla panchina’.
HOCKEY
9 ore

Il powerplay del Rapperswil è micidiale, Lugano battuto

La trasferta sangallese ha interrotto la striscia positiva dei bianconeri, sconfitti per 5-2 dagli uomini allenati da Stefan Hedlund
VOLLEY
10 ore

Sconfitto in campionato, il Lugano si rifà in Coppa

Le bianconere cedono strada all’Aesch Pfeffingen, prima di conquistare il biglietto per le semifinali nell’inedito derby con le ragazze di Bellinzona
BASKET
13 ore

La Coppa della Lega è della Spinelli Massagno

A Montreux si è imposta 73-69 contro il Vevey, grazie a una grande prova di Marko Mladjan, Williams e Galloway. Infortunio per Sefolosha
IL DOPOPARTITA
14 ore

L’Ambrì oltre i tre punti. ‘Abbiamo ritrovato la costanza’

I biancoblù rientrano da Langnau con tre punti d’oro sulla strada verso i preplayoff. ‘Ma restano altre 11 battaglie. Rüfenacht? Fisicamente è messo bene’
Calcio
15 ore

Acb, anno nuovo e problemi vecchi

Prestazione davvero deludente dei granata, sconfitti senza appello in casa dall’Yverdon (0-2)
Tennis
15 ore

Doppio colpo per Novak Djokovic

Il serbo a Melbourne fa suo il primo Slam dell’anno e riconquista la vetta dell’Atp. Fra le donne vince la bielorussa Sabalenka
Bob
16 ore

Bronzo mondiale per Vogt e Michel

A Sankt Moritz, nel bob a due, arriva la prima medaglia iridata per la Svizzera dal 2016
SCI ALPINO
18 ore

Mikaela Shiffrin si ferma a sei centesimi dal record di Stenmark

Nella Repubblica Ceca la statunitense chiude lo slalom alle spalle della tedesca Lena Dürr. Migliore elvetica, Michelle Gisin con il nono posto
Tennis
19 ore

Ventiduesimo Slam per l’insaziabile Djokovic

A Melbourne il serbo piega il greco Stefanos Tsitsipas in soli 3 set: 6-3, 7-6 (7/4), 7-6 (7/5)
Hockey
19 ore

Una giornata a Bristedt per la testata a Kovar

Lo svedese sanzionato dal giudice unico per l’intervento scorretto ai danni del ceco, sabato in Davos-Zugo. Punito anche Tanner per un fallo su Romanenghi
Sci
20 ore

Per Marco Odermatt, a Cortina è... ancora domenica

Il nidvaldese completa un weekend da favola: dopo il trionfo della vigilia, il 25enne concede il bis nel secondo superG
20.05.2022 - 19:54
Aggiornamento: 22:30

Gilardi e l’Acb ‘volano’ in Challenge League

La società granata è l’unico club di Promotion League ad aver ricevuto la licenza per la lega cadetta, che ritrova dopo 9 anni

gilardi-e-l-acb-volano-in-challenge-league

«Sto volando».

Sì, Gabriele Gilardi ce l’ha fatta. Mentre sul campo il Bellinzona ancora sta lottando per contendere il primo posto del campionato di Promotion League al Breitenrain (4 i punti da recuperare a 3 giornate dalla fine), l’amministratore unico dell’Acb 1904 SA e il suo team hanno vinto la partita che stavano giocando alla scrivania per riportare il club granata in Challenge League a nove anni di distanza dall’ultima volta, quando la permanenza nell’élite del calcio rossocrociato era stata interrotta dal fallimento. Un match andato, dopo il mancato ottenimento della licenza in prima istanza, ai tempi supplementari, nei quali il club della capitale ticinese è infine riuscito a ottenere il via libera dall’autorità di ricorso per le licenze della Swiss Football League, che non ha invece dovuto esprimersi in seconda istanza sulle altre tre candidate che avevano richiesto il prezioso pass: Breitenrain, Chiasso e Stade Nyonnais hanno infatti ritirato anticipatamente il proprio ricorso, lasciando di fatto strada libera all’Acb (in particolare i bernesi leader del campionato non hanno trovato una soluzione alternativa al vetusto Spitalacker, impianto non adeguato alla lega cadetta).

«Sono contentissimo, quasi commosso, perché non è stato per nulla evidente – prosegue il 42enne locarnese, ex direttore generale dell’Fc Locarno che anche dopo il primo no della Sfl era comunque rimasto fiducioso –. Grazie alle mie conoscenze legali e al lavoro di tante, tante persone siamo riusciti a compiere una piccola impresa, con le difficoltà principali legate al fatto che eravamo dei neofiti. Era la prima volta che questo corso granata chiedeva la licenza per la Challenge League e di conseguenza abbiamo dovuto produrre da zero tutta la documentazione per il passaggio dall’Associazione – che continuerà ad occuparsi del settore giovanile del club – alla Società anonima che gestirà la prima squadra. Una tappa imprescindibile proprio per tutelare le giovani leve».

Nessun problema invece per quel che riguarda il Comunale, grazie anche all’intervento della Città di Bellinzona, proprietaria dell’impianto e che dopo aver ricevuto dalla stessa Sfl le indicazioni dei lavori necessari per permettere allo stadio di ospitare partite di Challenge League si è subito messa al lavoro. In particolare bisognerà realizzare sul lato sud una struttura provvisoria per le riprese televisive e mettere a norma le vie di fuga sul lato est… «Da questo punto di vista non posso che ringraziare il Municipio di Bellinzona, all’interno del quale ho notato – come nella popolazione – grande entusiasmo e che si è difatti subito adoperato per fornirci il supporto necessario. Non a caso il dossier legato allo stadio non è mai stato un problema per la Sfl».

‘Giocatori e allenatore vogliono dimostrare di meritarla anche sul campo’

A proposito di entusiasmo, Gilardi è certo che quello per l’ottenimento della licenza e la conseguente promozione si farà sentire anche in campo, a cominciare dalla sfida casalinga di domenica (ore 16) con l’Étoile Carouge… «Abbiamo ancora tre partite che vogliamo onorare, anche perché i giocatori e l’allenatore sono i primi a voler dimostrare di meritarsi la promozione anche sul campo e l’unico modo per farlo è andarsi a prendere il primo posto. Ci proveremo e spero di vedere tanta gente a sostenerci al Comunale».

Quanto alla prossima stagione, l’avvocato locarnese assicura che «non ci saranno follie, vedremo con gli sponsor se e quanto potranno aumentare il loro sostegno, ma il tutto sarà sempre ben ponderato».

La riforma votata proprio oggi dai club della Sfl farà sì che nella prossima stagione saranno ben due le compagini di Challenge promosse direttamente in Super, con la terza classificata a giocarsi lo spareggio con l’ultima della massima serie. Una ghiottissima occasione per ambire all’immediata promozione? «È una situazione indubbiamente interessante ma l’obiettivo di partenza sarà non arrivare ultimi, poi chiaramente si va in campo sempre per vincere. Vedremo anche come risponderà la piazza…».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved