TSITSIPAS S. (GRE)
0
MEZA A. (ECU)
0
1 set
(2-0)
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
IL DOPOPARTITA
10 ore

‘Volevamo questa reazione’. E il Lugano torna decimo

I bianconeri battono lo Zugo per la quarta volta (su quattro) e si riscattano dopo la partitaccia con il Friborgo. Guerra: ‘Ma non è ancora finita’
IL DOPOPARTITA
10 ore

Ambrì ancora beffato. ‘Sono tre punti buttati’

I biancoblù pagano il 2-0 e vengono sconfitti dall’Ajoie nonostante un largo dominio. Chlapik: ‘Usiamo la rabbia per reagire a Zurigo’.
Tennis
11 ore

Davis, dopo il venerdì Svizzera e Germania sull’1-1

Il successo di Hüsler non basta: nulla da fare per Stan Wawrinka nel duello con il numero uno tedesco Alexander Zverev
Hockey
12 ore

Ambrì, una sconfitta che non ci voleva

La compagine biancoblù si è inchinata all’Ajoie davanti ai propri tifosi: all’overtime decide tutto un gol di Frossard.
Hockey
12 ore

Il Lugano rialza la testa a Zugo e torna a casa con tre punti

Gli uomini di Luca Gianinazzi riescono nuovamente a prevalere sui campioni svizzeri: 4-1 il risultato finale alla BossardArena
CALCIO
16 ore

Il nuovo ‘Nacho’ ha sete di riscatto

Dopo un anno difficile sul piano personale e deludente in campo, Ignacio Aliseda è tornato sereno: ‘Voglio mostrare al Lugano tutte le mie qualità’
Formula 1
17 ore

La Ford torna in Formula 1 con la Red Bull

Il costruttore automobilistico statunitense fra tre anni farà ritorno nel Circus che aveva abbandonato nel 2004
sci nordico
17 ore

A Dobbiaco cade Nadine Fähndrich

La lucernese fuori in semifinale (come Valerio Grond tra gli uomini) e perde la testa della Coppa del mondo di sprint
ATLETICA
17 ore

Sepulveda Moreira e Tahou brillano nei 60 metri

Ai campionati ticinesi di sprint e ostacoli che a Locarno hanno chiuso la stagione indoor
Basket
18 ore

Domenica di festa per la Sam, per il Lugano invece cerotti

A Nosedo arriva il Monthey, nel pomeriggio in cui verrà celebrato il trionfo in Coppa. I Tigers, invece, vanno a Nyon. ‘Siamo in emergenza’
unihockey
1 gior

Il Ticino è ai playoff ‘e non era evidente’

I rossoblù di capitan Monighetti hanno chiuso settimi la regular season, ora nei quarti c’è l’Obvaldo: ‘Avversario giocabile, ciò che viene, viene’
CALCIO
07.05.2022 - 20:06
Aggiornamento: 08.05.2022 - 18:27

Il Lugano torna a vincere con Amoura e Haile-Selassie

La doppietta dell’algerino e il gol del romando permettono ai bianconeri di ribaltare lo Young Boys dopo la papera di Saipi

il-lugano-torna-a-vincere-con-amoura-e-haile-selassie

Dopo tre sconfitte e due pareggi nelle ultime cinque partite di Super League, il Lugano torna al successo. E lo fa contro i campioni uscenti dello Young Boys, all’inizio della settimana che porterà all’appuntamento più importante della stagione: la finale di Coppa Svizzera a Berna contro il San Gallo. Vittoria di gioco e di carattere, quella dei bianconeri contro uno Young Boys che, una volta tanto, non è riuscito a far prevalere la sua supremazia fisica.

Primo tempo equilibrato, durante il quale il Lugano si fa preferire, se non altro per la maggiore insistenza nel cercare di imbastire la manovra. Nelle poche occasioni nelle quali lo Young Boys si rende pericoloso, lo fa al termine di azioni di ripartenza. La buona pressione dei padroni di casa sul portatore di palla giallonero e la capacità dei centrali difensivi di reggere il confronto fisico con Kanga e Sibatcheu (quest’ultimo uscito per infortunio al 34’), hanno limitato lo spazio di manovra a disposizione della squadra di Matteo Vanetta. Il Lugano si fa preferire sul piano della costruzione del gioco, ma le occasioni non fioccano. La prima, al 3’ è sul conto dello Young Boys con Siebatcheu, anticipato all’ultimo momento da Ziegler. Il Lugano risponde con un paio di ripartenze mai andate a buon fine e, soprattutto con un diagonale di Celar dopo ottimo spunto in dribbling, con grande parata di Von Ballmoos.

La ripresa si apre con un fuoco di fila di emozioni. La prima è un tuffo al cuore per i tifosi bianconeri: al 47’ Saipi si lascia incredibilmente sfuggire tra le gambe un colpo di testa di Camara. Un errore capace di minare le certezze bianconere, ma due minuti più tardi Amoura, liberatosi sulla fascia all’altezza di centrocampo, si invola palla al piede e invece di servire il liberissimo Celar a centro area, sceglie la conclusione in diagonale sotto la traversa per il gol del pareggio. Al 55’ altro grosso spavento, con una conclusione al volo di Kanga dopo scambio con Elia, conclusione che sbatte prima sulla traversa e poi in campo, ma sempre al di qua della linea bianca. Al 70’ sugli sviluppi di un calcio di punizione, Amoura riesce a toccare la sfera che prende uno strano effetto e beffa Von Ballmoos. Il piccolo algerino, con la sua doppietta ma anche con l’intraprendenza mostrata e i palloni recuperati sulla fascia, si merita la palma del migliore di giornata.

Lo Young Boys prova a reagire, ma la buona predisposizione difensiva dei bianconeri non permette ai bernesi di rendersi pericolosi. È invece il Lugano ad andare vicino alla terza segnatura, in particolare con un diagonale di Lovric all’84’ con palla che però non "gira" a sufficienza per rientrare sul secondo palo. All’88’ nuovo colpo di scena, con l’espulsione (segnalata dal Var) di Saipi per un calcetto rifilato in mischia a un avversario. Al suo posto in campo Osigwe per gli ultimi 7’ di recupero. L’ultima emozione la regala ancora il Lugano, con il terzo gol di Haile-Selassie su assist di Lovric, azione favorita da un generosissimo recupero di Celar lungo la linea laterale.

Lugano - Young Boys (0-0) 3-1

Reti: 47’ Camara 0-1. 49’ Amoura 1-1. 70’ Amoura 2-1. 94’ Haile-Selassie 3-1

Lugano: Saipi; Rüegg (62’ Custodio), Daprelà (62’ Hajrizi), Ziegler, Valenzuela; Lavanchy, Lovric, Sabbatini; Amoura (90’ Osigwe), Bottani (71’ Haile-Selassie); Celar

Young Boys: Von Ballmoos; Maceiras (73’ Blum), Camara, Lustenberger, Garcia; Edimilson, Niasse, Sierro (58’ Rieder), Ngamaleu (58’ Fassnacht); Kanga (73’ Monteiro), Siebatcheu (34’ Elia)

Arbitro: Bieri

Note: 2’866 spettatori. Lugano privo di Baumann, Facchinetti, Guidotti, Maric, N. Muci (infortunati); Young Boys privo di Lauper, Lefort, Petignat (infortunati). Il Lugano veste una maglia verde a sostegno della causa di Green Hope. Le maglie indossate dai giocatori sono all’asta su www.ricardo.ch. Espulso all’88’ Saipi (fallo). Ammoniti: 20’ Kanga. 68’ Garcia. 69’ Niasse. 76’ Camara. 85’ Custodio

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved